Ultimo aggiornamento05:04:36 AM GMT

Sei qui: Sport Articoli Giro U23. A San Pellegrino Terme stoccata da finisseur di Alois Charrin (Swiss Racing Academy)

Giro U23. A San Pellegrino Terme stoccata da finisseur di Alois Charrin (Swiss Racing Academy)

E-mail Stampa PDF
CHARRIN

Successo a sorpresa per il francese Alois Charrin (Swiss Racing Academy), classe 2000, nella sesta tappa del Giro d'Italia Giovani Under 23 Enel, da Bonferraro di Sorgà, in Veneto, a San Pellegrino Terme, in Lombardia. Charrin, nato a Lione e residente a Valenza, ha attaccato all'ultimo chilometro riuscendo ad anticipare lo sprint del drappello dei migliori.
Lo spagnolo Juan Ayuso Pesquera (Team Colpack Ballan) ha mantenuto la leadership e la Maglia Rosa Enel della più importante corsa a tappe al mondo per ciclisti Under 23.
Invariate anche le altre maglie di leader delle classifiche: lo spagnolo Ayuso Pesquera detiene anche la Maglia Rossa Work Service Group (a punti), la Maglia Bianca Chiesi for Aido (giovani) e la Maglia Combinata ENIT. Il titolare della Maglia Blu GLS (intergiro) è ancora Andrea Mifsud (Swiss Racing Academy), della Maglia Verde Capitelli è Michael Belleri (Biesse Arvedi).

LA CRONACA DELLA SESTA TAPPA

Partenza da Bonferraro di Sorgà, dove ha sede Alé, l'azienda che al Giro d'Italia Giovani Under 23 mette a disposizione le maglie dei leader delle classifiche generali. Partenza velocissima con la media oraria che supera i 51 km/h nelle prime due ore di gara. Tutti cercano di entrare nella fuga di giornata, che poi riesce a partire con Ben Turner (Trinity Racing), Aaron Van der Beken (Lotto-Soudal U23), Alessandro Verre (Team Colpack Ballan), Gabriele Petrelli (CT Friuli), Marijn Van den Berg (Groupama-FDJ), Emanuele Ansaloni e Andrea Cantoni (#inEmiliaRomagna Cyclign Team), Jesus Peña (Colombia Tierra de Atletas), Marco Frigo (SEG Racing Academy), Jarrad Drizners (Hagens Berman Axeon), Eric Paties (Work Service Dynatek Vega), Manuel Belloni (Gallina Colosio Ecotek) e Anthon Charmig (Uno-X Dare Development Team).
L'azione prosegue fino alla scalata del Selvino, quando un determinato Emanuele Ansaloni cerca di proseguire nella sua azione in solitaria, fino a quando viene raggiunto e superato da Asbjorn Hellemose (Vc Mendrisio), che passa per primo al gpm con quasi 20" sugli inseguitori, tra cui la Maglia Rosa Enel di Juan Ayuso (Team Colpack Ballan).
Lungo la discesa che porta a San Pellegrino Terme si esaurisce l'azione di Hellemose e all'ultimo chilometro, su un rettilineo ancora bagnato per la fitta pioggia caduta fino a pochi momenti prima, arriva la stoccata di Alois Charrin (Swiss Racing Academy), francese di Valenza, che riesce a mantenere pochi metri di vantaggio su Tobias Johannessen (Uno-X Dare Development Team) e Filippo Baroncini (Team Colpack Ballan). Juan Ayuso mantiene la leadership della classifica generale e la maglia Rosa Enel.

ORDINE D'ARRIVO
1. AloIs Charrin (Swiss Racing Academy) 177,5 km in 3h49'50" alla media di 46,337 km/h
2. Tobias Halland Johannessen (Uno-X Dare Development Team) a 1"
3. Filippo Baroncini (Team Colpack Ballan) s.t.
4. Henri Vandenabeele (Development Team DSM) s.t.
5. Nicolò Buratti (Cycling Team Friuli) s.t.
6. Edoardo Zambanini (Zalf Euromobil Désirée Fior) s.t.
7. Gianmarco Garofoli (Development Team DSM) s.t.
8. Juan Ayuso (Team Colpack Ballan) a 3"
9. Lennert Van Eetvelt (Lotto-Soudal U23) s.t.
10. Unai Iribar (Laboral Kutxa – Fundación Euskadi) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1. Juan Ayuso (Team Colpack Ballan)
2. Tobias Halland Johannessen (Uno-X Dare Development Team) a 1'27"
3. Henri Vandenabeele (Development Team DSM) a 2'20"
4. Thomas Gloag (Trinity Racing) a 2'23"
5. Alessandro Verre (Colpack Ballan) a 2'31"
6. Filippo Baroncini (Colpack Ballan) a 2'42"
7. Lennert Van Eetvelt (Lotto Soudal) a 2'43"
8. Ben Healy (Trinity Racing) a 2'44"
9. Asbjorn Hellemose (VC Mendrisio) a 2'47"
10. Anders Halland Johannessen (Uno-X Dare Development Team) a 2'52"

Redazione