Ultimo aggiornamento11:21:37 AM GMT

Sei qui: Sport Articoli Granfondo Strade Bianche di Romagna, la prima volta non si scorda mai !

Granfondo Strade Bianche di Romagna, la prima volta non si scorda mai !

E-mail Stampa PDF
GF STRADEBIANCHEDIROMAGNA 2019

Alla partenza il CT della Nazionale Cassani con altri ex professionisti

Ieri, sabato 23 marzo, la Strade Bianche di Romagna ha premiato i migliori talenti italiani del ciclismo Under 23, questa mattina l'attenzione invece è stata tutta dedicata ad Amatori e Cicloturisti, che hanno potuto pedalare sullo stesso percorso.

E' stata la prima edizione di una Granfondo, in cui si sente il sapore della Roubaix, che ha fatto divertire gli iscritti, arrivati da tutta Italia per essere presenti all'esordio di una manifestazione che, a detta di molti appassionati e addetti ai lavori presenti a Mordano, è destinata crescere e diventare uno degli appuntamenti più apprezzati di primavera, grazie a un percorso suggestivo e ai colori straordinari degli alberi da frutto in fiore, per un colpo d'occhio tipico della Romagna.

Alla partenza tra Amatori e Cicloturisti, circa 400 persone, nomi d'eccellenza del mondo delle due ruote a partire dal CT Davide Cassani e tanti ex professionisti tra cui Roberto Conti, Nicola Loda, Giampaolo Mondini, Davide Ricci Bitti e Marina Lari.

Importante è sottolineare che il ricavato delle iscrizioni alla Granfondo va interamente a supporto dell'organizzazione del Giro d'Italia Giovani Under 23, che si svolgerà dal 13 al 23 giugno 2019 toccando 5 Regioni (Emilia-Romagna, Toscana, Lombardia, Trentino e Veneto). A organizzare la più importante corsa a tappe al mondo per ciclisti Under 23 è infatti la Nuova Ciclistica Placci 2013 presieduta da Marco Selleri, la stessa società sportiva mordanese promotrice del week-end Strade Bianche di Romagna che è iniziato ieri con la gara per Elite e Under 23 vinta dal piemontese Matteo Sobrero.

Grande apprezzamento, da parte di tutti i partecipanti e appassionati, per gli abbondanti ristori distribuiti lungo il percorso, a partire da quello posto alle Cantine Branchini. Punti di ristoro che presentavano prodotti tipici della tradizione romagnola e che, a detta di molti, per qualità e quantità non trovano "rivali" all'altezza in altri appuntamenti granfondistici.

Una prima edizione che, insomma, ha pienamente raggiunto l'obiettivo di sostenere il movimento ciclistico giovanile attraverso il divertimento di tanti Amatori e Cicloturisti. Una bella giornata di sport all'aria aperta sulle Strade Bianche di Romagna, in attesa di nuovi e importanti sviluppi futuri per un appuntamento che ha subito dimostrato un grande potenziale.

Nella classifica a squadre, il Team Passion Faentina è stato quello con il maggior numero di partecipanti alla granfondo agonistica.

Ordine d'arrivo del percorso lungo (137,4 km)
Maschile:
1. Michele Attolini (Highroad Team Asd) in 3h40'53" alla media di 37,210 km/h
2. Davide Magon (Alé Cipollini) in 3h45'53"
3. Marco Trevisan (Highroad Team Asd) in 3h46'30"
4. Fabio Tarquini (Asd Tormatic Pedale Settempedano) in 3h48'09"
5. Flavio Lanconelli (As Team-Forlì)
6. Luca Venturi (Team Passion Faentina)
7. Sandro Servadio (Sport Bike)
8. Luca Muscas (Inbici Cycling Team)
9. Carlo Muraro (Argon 18 - Hicari - Stemax)
10. Massimo Fontigi (Deka Riders Team Bike Romagna)

Femminile:
1. Flavia Stivari (Team Passion Faentina) in 4h45'22" alla media di 28,810 km/h
2. Valeria Maito (Asd Carisma Team) in 5h15'18"
3. Lucia Petrini (Cicli Neri Team) in 5h19'15"

Ordine d'arrivo del percorso medio (80,6 km)
Maschile:
1. Stefano Nicoletti (Argon 18 - Hicari - Stemax) in 2h07'10" alla media di 38,220 km/h
2. Domenico Prisco (Asd Imola Bike) in 2h09'20"
3. Filippo Fiorini (Team Passion Faentina) in 2h 11'14"
4. Marco Mordini (Argon 18 - Hicari - Stemax) s.t.
5. Giampaolo Mondini (Team Passion Faentina) s.t.

Femminile:
1. Alessia Bortoli (Argon 18 - Hicari - Stemax) in 2h16'29" alla media di 35,610 km/h
2. Giulia Ballestri (Argon 18 - Hicari - Stemax) in 2h19'40"
3. Marina Lari (Bike Innovation Team) in 2h22'30"