Ultimo aggiornamento03:57:31 AM GMT

Sei qui: Sport Articoli Kubacki top gun davanti a 5000 spettatori nello Stadio del Salto di Predazzo

Kubacki top gun davanti a 5000 spettatori nello Stadio del Salto di Predazzo

E-mail Stampa PDF
Kubacki

Coppa del Mondo di Combinata Nordica e Salto Speciale in Val di Fiemme, nell'ultima giornata di gare allo Stadio del Salto di Predazzo: 1° Dawid Kubacki, 2° Stefan Kraft, 3° Kamil Stoch, italiani fuori dai giochi. Bilancio più che soddisfacente per il comitato Fiemme Ski World Cup e per Walter Hofer

Dal trampolino della Val di Fiemme Dawid Kubacki ottenne un bronzo a squadre ai Mondiali 2013, ma domenica scorsa nella "culla dello sci nordico" il polacco con una passione per tutto ciò che concerne il "volo", dal modellismo, al pilotaggio di aerei veri e propri, 'ha planato' in prima posizione (271.1) sul manto innevato dello Stadio del Salto di Predazzo, scompaginando i piani del "samurai" Ryoyu Kobayashi, alla ricerca della settima vittoria consecutiva in Coppa del Mondo, impresa mai riuscita nella storia a nessun atleta di Salto Speciale. Il nipponico fa harakiri chiudendo settimo (249.2), vittima della 'maledizione' del numero 7, mandando all'aria i propri piani di gloria: "Ė lo Ski Jumping, non si può sempre vincere", dirà il giapponese. Poco male, Kobayashi resta comunque primo ed inarrivabile in graduatoria generale di Coppa. Kubacki coglie la sua prima vittoria individuale in Coppa del Mondo e ruba la scena anche ai propri connazionali, addirittura al titolatissimo Kamil Stoch, giunto terzo (256.9), dietro all''austriaco Stefan Kraft (257.2).
Grande soddisfazione da parte del comitato fiemmese per l'andamento di queste giornate, un ritorno in grande stile del Salto Speciale in Val di Fiemme dopo sei anni, commentato dal deus ex machina FIS per lo Ski Jumping, Walter Hofer: "Siamo molto soddisfatti degli impianti, è stato tutto organizzato in maniera eccellente. Abbiamo avuto diversi spettatori e la cosa è sicuramente positiva, l'atmosfera era bella, siamo decisamente soddisfatti di come sono andati questi eventi. In futuro credo che la Val di Fiemme debba essere inclusa nel programma a lungo termine". La "culla dello sci nordico" è anche una delle candidate per le Olimpiadi... "E spero che ce la faccia, ma come altro candidato c'è la Svezia che ha impianti molto simili. Abbiamo visto che ci sono delle gare anche per i bambini, e credo che sarebbe una cosa positiva attrarre più spettatori anche per queste piccole competizioni. Sono convinto che in futuro avremo dei grandi saltatori italiani".

Redazione