Ultimo aggiornamento01:25:27 PM GMT

Sei qui: Sport Articoli La nazionale italiana di paraciclismo si racconta agli studenti di Francavilla al Mare

La nazionale italiana di paraciclismo si racconta agli studenti di Francavilla al Mare

E-mail Stampa PDF
Paraciclismo Francavilla al Mare

Entusiasmo azzurro a Francavilla al Mare per il ritiro della nazionale italiana di paraciclismo nel classico incontro con gli studenti a "lezione di sport e disabilità" nella cornice del Museo Michettiano (MUMI).

Con la presenza dei ragazzi del Liceo Scientifico Volta, è stato Pierpaolo Addesi a fare nuovamente gli onori di casa con la sua Addesi Cycling, società organizzatrice del ritiro azzurro per il quinto anno consecutivo a Francavilla di concerto con l'amministrazione comunale rappresentata per l'occasione dal sindaco Antonio Luciani e dall'assessore allo sport Rocco Alibertini, oltre a Mauro Marrone (presidente del comitato regionale FCI Abruzzo) Mauro Sciulli (presidente regionale CIP Abruzzo) e Mario Valentini, il commissario tecnico della nazionale italiana di paraciclismo (il più titolato al mondo di tutti gli sport!) con il suo staff azzurro composto da Fabrizio Di Somma, Gianni Fratarcangeli, Roberto Loreti, Simone Sanclimenti e Alain Lorenzati.

In preparazione per i tanti eventi clou della stagione 2018 (tra questi i Mondiali di Maniago in Friuli Venezia Giulia dal 2 al 5 agosto oltre alla prima prova di Coppa del Mondo dal 25 al 29 aprile a Ostenda in Belgio), a pedalare sulle strade cittadine di Francavilla al Mare, spingendosi nell'entroterra collinare teatino, gli atleti Luca Mazzone, Fabio Anobile, Giorgio Farroni, Giancarlo Masini, Christian Giagnoni, Leonardo Melle, Federico Mestroni e Gianluca Fanfoni, oltre allo stesso Addesi ed alcuni volti nuovi come Andrea Casadei, Fabrizio Corneliani, Andrea Offredi, Paolo Burracchio e il più giovane del gruppo Alessandro Danzi per una nazionale italiana che ha un'età media sopra i 30 anni e come sempre ha tanto da insegnare ai giovani, agli sportivi e alla gente comune.

Tante le esperienze e le storie di vita raccontate da ogni singolo atleta, il riscatto dopo gli incidenti o una malattia congenita, la sicurezza per non mettere in gioco la propria vita anche nelle semplici azioni quotidiane e nell'attività sportiva.

La città di Francavilla al Mare non ha fatto mai mancare il sostegno alla nazionale azzurra e questo sinergico legame tra il paraciclismo, l'Addesi Cycling e la città balneare abruzzese ha permesso di conquistare un altro illustre traguardo: l'organizzazione del campionato italiano di paraciclismo sotto l'egida della Federazione Ciclistica Italiana nella specialità cronometro sabato 26 maggio in una giornata che vedrà i big azzurri sfidarsi su un percorso tutto cittadino nell'impegnativo esercizio contro il tempo e per il quale si esibiranno anche gli agonisti delle categorie esordienti e allievi a contorno dell'evento tricolore paralimpico.

 Il ritiro azzurro della nazionale si è chiuso sabato 14 aprile nel giorno dello svolgimento del Trofeo del Mare Giovani, giunto alla terza edizione dove il paraciclismo e l'attività giovanile daranno vita a una gran festa già ben collaudata nella città di Francavilla al Mare.

 foto:  Bruno Di Fabio

Redazione