Ultimo aggiornamento11:42:04 AM GMT

Sei qui: Sport

Maratona dles Dolomites-Ene. Domani al via 9000 ciclisti

E-mail Stampa PDF

MARATONA DOLOMITIAlta Badia (Bz) – Se l'amore per la bicicletta risale a 200 anni fa - quest'anno ricorre il bicentenario - quello per la Maratona dles Dolomites-Enel vanta 31 edizioni e un tema che quest'anno non lascia dubbi: Amur. Un sentimento che accumuna gli oltre 9.000 ciclisti provenienti da tutto il mondo. Amore per la bici e per le Dolomiti, le amanti più affascinanti e fedeli che sono un patrimonio meraviglioso.

Partenza alle 6.30 da La Villa (con arrivo a Corvara) per 31a edizione della Maratona dles Dolomites-Enel, la regina delle Granfondo internazionali, 69 le diverse nazionalità dei partecipanti selezionati tra le oltre 33.000 richieste di adesione. E quest'anno ci saranno 3.500 i ciclisti, sul totale degli iscritti, al loro debutto lungo i percorsi della Maratona. Il sorteggio infatti fa sì che il cambiamento dei partecipanti sia continuo e dia la possibilità a nuovi ciclisti di conoscere l'Alta Badia e le Dolomiti.
Tre i percorsi lungo i passi chiusi al traffico che hanno fatto la storia del ciclismo: Pordoi, Sella, Campolongo, Falzarego, Gardena, Valparola, Giau tutti rigorosamente chiusi al traffico.
Le distanze: Lungo di 138 km e 4230 mt. di dislivello, Medio di 106 km e 3130 mt. di dislivello e Sella Ronda di 55 km e 1780 mt. di dislivello.
La metà dei ciclisti è italiana, l'altra proviene da tutti i cinque continenti. Da Germania, Gran Bretagna, Paesi Bassi e Danimarca i paesi con più rappresentanti europei, mentre Emirati Arabi, Thailandia, Cina, Costa Rica e Brasile, sono quelli con i ciclisti che arrivano da più lontano. Non mancano i nomi noti dello sport e di altri settori, a testimoniare come la Maratona dles Dolomites - Enel sia un evento di grande richiamo internazionale.
RAITRE: LA MARATONA SEMPRE IN DIRETTA TELEVISIVA. Interamente in diretta la gara (UNA MARATONA NELLA MARATONA) con inizio alle 6,15 per concludersi senza interruzioni alle 12. I servizi allestiti da parte di RAI, Sky Sport e altre emittenti, rendono la rappresentazione televisiva di questa manifestazione un evento unico nel suo genere. Anche nell'edizione 2017 della Maratona il supporto radiofonico è affidato a NBC Rete Regione, radio ufficiale dell'evento sportivo. GCN (GLOBAL CYCLING NETWORK): LA MARATONA SUL CANALE TEMATICO DI CICLISMO YOUTUBE PIÙ DIFFUSO AL MONDO.
NEL 2017 E' L'AMORE A TRIONFARE. Come ogni anno il tema scelto per la 31a edizione della Maratona dles Dolomites-Enel è Amur.
Perché l'amore è come andare in bici, ci vuole resilienza, perseveranza, cuore. Ci vuole testa per affrontare i sussulti dell'animo, così come i tornanti di una salita. Ci vuole ostinazione nella mente e spirito libero nel cuore. E rispetto della natura, umana e terrena. E se in questo mondo davvero trionfasse l'amore, beh, avremmo un mondo stupendo come lo sono le nostre Dolomiti.
CHI C'E' C'E'. Sir Bradley Marc Wiggins un baronetto alla Maratona. Non è solo uno dei ciclisti più famosi del mondo, un pistard eccezionale e recordman dell'ora. E' anche Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico e Knight Bachelor. Insomma, un baronetto in tutto e per tutto, che sarà al via della Maratona con il suo carisma di ciclista unico, conquistato con gli svariati successi tra cui il Tour e le medaglie d'oro olimpiche. Insieme a lui personaggi dello sport, dell'imprenditoria e dello spettacolo
E poi la SOLIDARIETÁ CON LA DISABILITA'. Anche per questa edizione della Maratona, i progetti di beneficenza finanziati grazie alle iscrizioni solidali, sono affidati a tre associazioni: Assisport Alto Adige (www.sporthilfe.it) che sostiene veri talenti sportivi, ragazzi che non hanno la possibilità di finanziarsi le competizioni; associazione "Alex Zanardi Bimbingamba" (www.bimbingamba.com) che realizza protesi per i bambini che hanno subito amputazioni e che non possono usufruire dell'assistenza sanitaria; Associazione Gruppi "Insieme si può..." Onlus/ONG (www.365giorni.org) che sostiene un progetto legato alle persone con disabilità.

Redazione

Il russo Pavel Sivakov vince il Giro Under 23 Enel 2017

E-mail Stampa PDF

L'australiano Jai Hindley si aggiudica la Tappa Regina a Campo imperatore

Pavel SivakovCampo Imperatore – Pavel Sivakov dimostrando grande intelligenza tattica difende egregiamente la Maglia Rosa e vince il Giro d'Italia Under 23 Enel. Il russo della Bmc Development Team è arrivato subito dopo la coppia australiana della Michelton Scott Jai Hindley e Lucas Hamilton, rispettivamente terzo e secondo in classifica generale.

Arrivo Campo ImperatoreLa lunga salita che porta a Campo Imperatore è stata affrontata a buon ritmo, con la Bmc Development Team a fare l'andatura per evitare scatti degli avversari. L'inizio salita vede avvantaggiati in due, Luca Covili del Team Palazzago Amaru e John Anderson Rodriguez della nazionale colombiana, riassorbiti dai migliori a pochi chilometri dall'arrivo. All'ultimo chilometro l'attacco dei due australiani che staccano la Maglia Rosa ma non abbastanza per colmare il ritardo in classificagenerale. Pavel Sivakov al traguardo mantiene 9" di vantaggio su Hamilton ed è Il successore di Joseph Dombrowski, vincitore dell'ultimo Giro Dilettanti, nel 2012.

 Classifica di tappa

1. Jai Hindley - Mitchelton-SCOTT 4h0'38"
2. Lucas Hamilton - Mitchelton-SCOTT st
3. Pavel Sivakov – BMC Development Team +3"

Clsssifica generale Maglia Rosa Enel

1. Pavel Sivakov – BMC Development Team 23h30'9"
2. Lucas Hamilton - Mitchelton-SCOTT +9"
3. Jai Hindley - Mitchelton-SCOTT +17"

Redazione

Giro d'Italia U23 Enel. Oggi la resa dei conti con l'arrivo a Campo Imperatore

E-mail Stampa PDF

7 Tappa Giro dItalia U23Ultima e dicisiva tappa con arrivo sulla "Cima Pantani" per incoronare il vincitore del Giro

Il Giro d'Italia Under 23 Enel è giunto all'utima tappa con l'arrivo a Campo Imperatore e con una classifica generale cortissima in cui i primi tre sono racchiusi in soli 26 secondi. L'ascesa a Campo Imperatore, già più volte protagonista del Giro d'Italia professionisti, potrebbe essere determinante per designare il vincirore del Giro 2017. Grande attesa per uno spettacolo agonistico che, come per tutto il Giro,  questi ragazzi ci hanno regalato.

Classifica Generale Maglia Rosa Enel
1. Pavel Sivakov – BMC Development Team
2. Lucas Hamilton - Mitchelton-SCOTT +14"
3. Jai Hindley - Mitchelton-SCOTT +26"

Le Maglie

Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel: Pavel Sivakov
Maglia Rossa, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Vodafone: Jasper Philipsen
Maglia Verde, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Friliver Sport: Nicholas Dlamini
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Pirelli: Pavel Sivakov
Maglia Azzurra, leader della Classifica traguardi volanti, sponsorizzata da Gls: Alvaro Jose Hodeg
Maglia Nera, ultimo della Classifica generale, sponsorizzata da Pinarello: Marco Ranieri

Daniele Baldini

Giro d'Italia Under 23 Enel. Arriva il primo successo italiano con Francesco Romano

E-mail Stampa PDF

Francesco RomanoIl corridore del Team Palazzago vince a Casalincontrada . Sivakov sempre in Rosa

Castelincontrada (Chieti) – Arriva il primo successo italiano al Giro d'Italia Under 23 Enel. È Francesco Romano del Team Palazzago Amaru il primo a tagliare il traguardo di Castelincontrada al termine di un duro muro con pendenze fino al 14%. La tappa è stata caratterizzata da una lunga fuga di 15. Sull'ultima salita rimangono in 2, Francesco Romano e Massimo Rosa. Romano attacca all'ultimo chilometro e va a prendersi il successo. Rosa e Zaccanti completano un podio tutto italiano.

Classifica di tappa
1. Francesco Romano - Team Palazzago Amaru
2. Massimo Rosa - Team Hopplà Petroli Firenze
3. Filippo Zaccanti - Colpack

Classifica Generale Maglia Rosa Enel

1. Pavel Sivakov – BMC Development Team
2. Lucas Hamilton - Mitchelton-SCOTT +14"
3. Jai Hindley - Mitchelton-SCOTT +26"

Redazione

Giro d'Italia Under 23 Enel: Joseph Areruya si aggiudica la prima semitappa di giornata ad Osimo

E-mail Stampa PDF

Joseph Areruya Pavel Sivakov sempre in Rosa. Oggi pomeriggio crono di Campocavallo

Osimo – La prima semitappa della quinta giornata segna un evento storico: la prima vittoria al Giro d'Italia da parte di un corridore ruandese. Il protagonista è Joseph Areruya, del team sudafricano Dimension Data, primo sul traguardo di Osimo. L'azione di Areruya è partita in vista del secondo e ultimo passaggio al GPM del circuito cittadino e gli ha consentito di mantenere i secondi necessari a tener lontani il russo Nikolay Cherkasov e l'australiano Robert Stannard, secondo e terzo al traguardo. Nella prima parte della giornata interamente dedicata a Michele Scarponi, lo sfortunato ciclista originario di Filottrano, a pochi chilometri da Osimo, non cambiano i primi tre della generale: Maglia Rosa sulle spalle del russo Pavel Sivakov, seguito a due secondi da Mark Padun e a 18 da Jai Hindley. La quinta tappa prosegue adesso con il secondo tracciato: la cronometro individuale di 14 km con partenza e arrivo a Campocavallo che potrebbe ridisegnare la classifica generale.

Classifica di tappa

1. Joseph Areruyia - Dimension Data
2. Nikolay Cherkasov - Gazprom
3. Robert Stannard - Mitchelton Scott

Classifica Generale Maglia Rosa Enel

1. Pavel Sivakov - BMC Development Team
2. Mark Padun - Colpack +2''
3. Jai Hindley - Mitchelton Scott +18''

Redazione

Meeting Nazionale dei Giovanissimi FCI: Porto Sant’Elpidio si prepara alla grande festa!

E-mail Stampa PDF

locandina Meeting Nazionale Giovanissimi FCIPorto Sant'Elpidio è la casa dei grandi eventi del ciclismo: dopo il Giro d'Italia, la Tirreno-Adriatico e tante manifestazioni a carattere nazionale ed internazionale, nel palmares non poteva mancare il Meeting Nazionale dei Giovanissimi-Memorial Adriano Morelli sotto l'egida della Federazione Ciclistica Italiana che tanto fermento ed interesse sta suscitando in questi giorni perché la città elpidiense si sta preparando nel migliore dei modi per accogliere in un clima di grande festa le società ciclistiche giovanili d'Italia da giovedì 15 a domenica 18 giugno.

Dalla manutenzione delle strade in Lungomare Faleria nel quartiere Faleriense all'allestimento dei campi gara delle specialità strada, mountain bike, abilità e sprint per un totale di 400 gare, suddivise tra batterie di qualificazione e finali: è un grande lavoro in cabina di regia da parte della Gio.Ca. Communications, dell'amministrazione comunale di Porto Sant'Elpidio e del comitato il Grande Ciclismo a Porto Sant'Elpidio a fronte di un record di partecipazione (1605 giovanissimi iscritti tra i 7 e i 12 anni provenienti da 18 regioni d'Italia) e tra i primi nella storia del Meeting a detenere questo primato grazie alla centralità di Porto Sant'Elpidio e all'indiscussa capacità organizzativa della località balneare elpidiense in occasione dei grandi eventi sportivi.

Nulla verrà lasciato al caso: per chi ha scelto e prenotato hotel, bed&breakfast e villaggi convenzionati, sarà riservata una speciale Meeting Card che garantirà tariffe speciali presso ristoranti e gelaterie della città elpidiense (elenco disponibile al sito http://meetingpse2017.it/dove_mangiare/). Nel corso delle giornate di gara tra il 16 e il 18 giugno funzionerà il servizio di ristorazione a prezzi modici a cura di Righetto Catering con la degustazione dei prodotti gastronomici di Giorgio Mare.

Non resta che attendere le date del 15, 16, 17 e 18 giugno: con la passione e l'amore verso lo sport delle due ruote, i sorrisi dei bambini, le spiagge elpidiensi Bandiera Blu, le realtà imprenditoriali che sono il cuore della produzione calzaturiera in Italia e con i tramonti spettacolari a pochi passi dai Monti Sibillini, il Meeting a Porto Sant'Elpidio ha tutte le carte in regola per stupire e lasciare il segno in una città che ha la bici e il mare nel cuore.

Redazione

Giro d'Italia Under 23 Enel: a Gabicce Mare il più veloce è Jasper Philipsen

E-mail Stampa PDF

Arrivo GabiccePavel Sivakov è sempre in maglia Rosa

Gabicce Mare – Jasper Philipsen, corridore belga della BMC Development Team, vince la volata sul lungomare di Gabicce, arrivo della quarta tappa del Giro U23 Enel. Alle sue spalle l'olandese Fabio Jakobsen della Seg Racing Academy, solo terzo il vincitore di sabato a Castellarano, il bielorusso del Team Palazzago Amaru, Aleksandr Riabushenko. Tappa caratterizzata da una lunga fuga a tre, assorbita a pochi chilometri dall'arrivo.

Classifica di tappa

1. Jasper Philipsen
2. Fabio Jakobsen
3. Aleksandr Riabushenko

Classifica Generale Maglia Rosa Enel

1. Sivakov Pavel - BMC Development Team
2. Mark Padun - Colpack +2''
3. Jai Hindley - Mitchelton Scott +12''

Giro d'Italia Under 23 Enel: Mark Padun vince a Forlì

E-mail Stampa PDF

Arrivo FORLILa nuova Maglia Rosa è Pavel Sivakov

Forlì – La terza tappa del Giro d'Italia Under 23 Enel non ha tradito le attese e i cinque gran premi della montagna hanno regalato uno spettacolo lungo i 140 chilometri da Bagnara di Romagna a Forlì. Per tutto il giorno si sono susseguiti scatti, fughe, attacchi e contrattacchi degli atleti in gara. Sull'ultimo GPM vanno via in 6: Matteo Fabbro, Pavel Sivakov, Mark Padun, Lucas Hamilton, Jai Hindley, Scott Davies. Allo sprint ristretto la spunta l'ucraino Mark Padun su Pavel Sivakov, nuova maglia rosa, e Scott Davies. 

Classifica di tappa

1) Mark Padun – Team Colpack
2) Pavel Sivakov – BMC Development Team
3) Lucas Hamilton – Mitchelton Scott

Classifica Generale Maglia Rosa Enel

1) Pavel Sivakov - BMC Development Team
2) Mark Padun - Team Colpack +2"
3) Lucas Hamilton - Mitchelton Scott +8"

Giro d'Italia Under 23 Enel, oggi la terza tappa: Bagnara di Romagna - Forlì di 140,5 km

E-mail Stampa PDF

Giro dItalia U23  Tappa 3Bagnara di Romagna in festa per la pertenza del  "tappone" di montagna che potrebbe ridisegnare la classifica

Il Giro d'Italia Under 23 Enel riparte dalla romagna per la terza tappa "Bagnara di Romagna -Forl"  per un totale di 140,5 Km.  Una Bagnara di Romagna in festa per la partenza del Giro U23 e tanti volti noti di ex campioni presenti tra cui Roberto Conti che risiede a Bagnara da quando era bambino.  

Oggi il caldo e il percorso particolarmente impegnativo,  con 5 GPM, potrebbero portare novità nella classifica generale.

3 TappaPercorso:

Al 59° km inizia la salita di Monte Casale, che sviluppa 7,3 Km con una pendenza media del 5,35% e primi 3 Km con punte al 10-12%. Sono sufficienti 5 km tra discesa e poco falsopiano per iniziare subito la salita del Monte Trebbio. Pendenza media del 8% e punte ben superiori nel primo km, si prosegue con pendenza media del 9% ed alcuni tratti al 12 e 15%. Dopo un più accettabile 8% giungiamo al tratto più ripido: mezzo chilometro circa con media del 10% e punta al 12%. Poi, l'ultimo GPM e un tratto di saliscendi e pianura.

Ultimi km

Ultimi 3 km completamente pianeggianti, sede stradale abbastanza larga. Alcune curve in sequenza una prima a destra poi una a sinistra e un'altra a destra. Ultima curva a 600 mt dall'arrivo e retta finale su asfalto pianeggiante di larghezza 6 mt.

Classifica Generale Maglia Rosa Enel

1. Neilson Powless - Axeon Hagens Berman
2. Aleksandr Riabushenko - Team Palazzago Amaru +7''
3. Pavel Sivakov - BMC Development Team +13''

Redazione

 

Pagina 4 di 24