Ultimo aggiornamento11:13:55 AM GMT

Sei qui: Cultura e Spettacolo Articoli Bologna Festival. Mercoledì 23 giugno " Del cantar sacro e profano "

Bologna Festival. Mercoledì 23 giugno " Del cantar sacro e profano "

E-mail Stampa PDF
San michele in bosco

Mercoledì 23 giugno ore 21, nella Chiesa di San Michele in Bosco, la rassegna Pianofortissimo & Talenti prosegue con un concerto vocale barocco, Del cantar sacro e profano, affidato a due giovani voci di talento, il soprano Naoko Tanigaki e il mezzosoprano Ester Ferraro.

Voci cresciute sotto l'ala di Gloria Banditelli, interprete di riferimento per la vocalità barocca, Naoko Tanigaki ed Ester Ferraro affrontano con duttile espressività arie e duetti dal repertorio sacro e profano del Seicento e del Settecento, scorrendo da Cavalli, Frescobaldi, Monteverdi sino a Bach e Händel, di cui faranno ascoltare il duetto "italiano" Troppo cruda, troppo fiera HWV 198. Le accompagna all'organo e al clavicembalo Valeria Montanari, musicista di vasta esperienza che collabora come continuista e come solista con diverse formazioni e direttori specializzati nella prassi esecutiva antica. Il programma vocale è inframezzato con brani strumentali per clavicembalo e organo: Valeria Montanari eseguirà Partite diverse sopra la Follia di Pasquini al clavicembalo e, sull'organo cinquecentesco conservato nella Chiesa, la Toccata Prima di Frescobaldi.

NAOKO TANIGAKI - ESTER FERRARNO studiano canto rinascimentale e barocco sotto la guida di Gloria Banditelli. Naoko Tanigaki, classe 1994, si è trasferita in Italia nel 2018 per approfondire lo studio del canto lirico con William Matteuzzi e ha frequentato masterclasses tenute da Monica Bacelli, Bettina Pahn e Fabio Bonizzoni. Ester Ferraro, classe 1995, ha studiato con il soprano Teresa Cardace e si è diplomata in canto lirico al Conservatorio di Perugia. Si è distinta in diversi concorsi nazionali e internazionali e dal 2016 canta come solista e corista nella Basilica Papale di San Francesco d'Assisi.

VALERIA MONTANARI. Clavicembalista, organista, pianista e fortepianista, collabora come continuista e come solista con diverse formazioni e direttori specializzati nella prassi esecutiva antica. Tra questi figurano Accademia Bizantina, La Stagione Armonica, Athena Ensemble, Gli Invaghiti, Stefano Montanari, Rinaldo Alessandrini, Adrian van der Spoel e Carlo Ipata. Interessata anche al repertorio da camera per pianoforte storico ha fondato l'ensemble "Il Tetraone", con cui ha registrato il Quartetto op.16 di Beethoven e il Quintetto "La Trota" di Schubert.

Redazione