Ultimo aggiornamento01:42:41 PM GMT

Sei qui: Cultura e Spettacolo Articoli Bologna. Martedì 15 settembre concerto di Make Me a Pallet On Your Floor

Bologna. Martedì 15 settembre concerto di Make Me a Pallet On Your Floor

E-mail Stampa PDF
Enrico Farnedi

Bologna. La nona edizione di (s)Nodi - festival di musiche inconsuete organizzata dal Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna giunge alla sua conclusione domani, martedì 15 settembre, alle ore 21.00 con il concerto dei Make Me a Pallet On Your Floor, con Enrico Farnedi e Francesca Pretolani, e la musica della Grande Depressione.

Gli anni successivi al crollo di Wall Street del 1929 furono durissimi per l'America e il mondo, ma videro una vitalissima esplosione di musica attraverso la radio, i 78 giri, il cinema, i juke-joint e i locali da ballo.

Attraverso l'uso di una strumentazione minimale (ukulele, chitarra cigar box, cornetta, percussioni e pianoforte), l'eclettico duo riesce a legare i diversissimi generi musicali che composero l'avvincente colonna sonora della Grande Depressione, in cui il blues più aspro trova posto accanto alla Stardust di Hoagy Carmichael, il country della Carter Family duetta con il jazz di Fats Waller, la solennità di Furore di John Steinbeck insieme alla leggerezza di Louis Armstrong.

Formazione

Enrico Farnedi, cornetta, ukulele, chitarra cigar box e voce
Francesca Pretolani, pianoforte e voce

Enrico Farnedi canta, suona la tromba, la cornetta, il flicorno, il trombone, l'ukulele, il basso elettrico e altri strumenti.

Compositore, arrangiatore, produttore e autore di canzoni, ha al suo attivo tre album di brani originali e uno incentrato sulla musica di Lucio Dalla. Diplomato in tromba e in musica jazz con una tesi sui jazzisti bianchi nella New York degli anni Trenta, Farnedi ha collaborato con moltissimi artisti, fra cui Carla Bley, Steve Swallow, Steve Coleman, Fabrizio Bosso, Ray Gelato, Ben E. King, Lloyd Price, Big Jay McNeely, Vinicio Capossela, Cesare Cremonini, James Burton, Françoise Hardy, Sam Paglia.
Con la swing band The Good Fellas, di cui fa parte dal 1997, ha partecipato a festival jazz in tutta Europa, fra cui 9 edizioni di Umbria Jazz, il Lugano Festival, Montreux Jazz Festival e altri. I suoi strumenti si possono ascoltare in centinaia di produzioni discografiche, che vanno dal pop al jazz, dalla musica d'autore al rock.

Francesca Pretolani studia danza classica e pianoforte fin dalla più tenera età. Dopo essersi diplomata presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna, intraprende un percorso di esplorazioni musicali che la portano a militare nella band prog-metal Soul Doubt, con cui registra due concept album distribuiti e apprezzati in tutto il mondo.
In seguito la sua passione per la danza la porta ad approfondire vari balli folclorici europei, con particolare attenzione al repertorio Balfolk delle danze francesi (Guascogna, Poitou, Auvergne, Limousine) e a quello delle danze emiliano-romagnole, partecipando a seminari nei luoghi d'origine. La scoperta di questo repertorio musicale tradizionale la porta a sperimentare con gli strumenti a percussione e a diventare animatrice del laboratorio Folk.In.Fo., in cui insegna danza e in seno al quale nasce la formazione musicale Kissene Folk, in cui Francesca suona pianoforte, percussioni, ukulele. Il gruppo ha un'intensa attività dal vivo e sta registrando il primo album, con la produzione di Enrico Farnedi.

Dopo la lunga quarantena imposta dall'emergenza sanitaria, il Museo della Musica di Bologna ha riaperto al suo pubblico e può riproporre anche quest'anno, nel rispetto delle misure di sicurezza anti Covid-19, i suoi appuntamenti estivi con la musica DOC dedicati a tutti coloro che restano in città e vogliono vivere l'estate ascoltando musica dal vivo.
Dal 28 luglio al 15 settembre 2020, ogni martedì sera alle ore 21.00, (s)Nodi - festival di musiche inconsuete offre l'opportunità di compiere un giro musicale intorno al mondo compiendo otto viaggi sonori per esplorare le affascinanti contaminazioni tra culture lontane e per scoprire le tradizioni legate all'uso e al suono degli strumenti.
Il festival (s)Nodi - festival delle musiche inconsuete fa parte di Bologna Estate 2020, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Destinazione Turistica.

Biglietto
intero € 10 | ridotto € 8 (studenti universitari con tesserino, minori di 18 anni, possessori Card Cultura)
L'ingresso è consentito fino ad esaurimento posti.
Si ricorda che a causa delle nuove disposizioni relative all'emergenza Covid-19 i posti disponibili sono 48.
È possibile acquistare i biglietti in prevendita:
- presso il bookshop del Museo della Musica in orario di apertura (da martedì a venerdì h 10.00 – 13.00 / 15.30 – 18.30 | sabato, domenica, festivi h 10.00 - 18.30)

Redazione