Ultimo aggiornamento03:57:31 AM GMT

Sei qui: Cultura e Spettacolo Articoli "Il Genio della Donna", incontro dedicato alla ritrattista Élisabeth Vigée Lebrun

"Il Genio della Donna", incontro dedicato alla ritrattista Élisabeth Vigée Lebrun

E-mail Stampa PDF

Giovedì 9 maggio ritorna il ciclo di conferenze in Città metropolitana

"Quando la regina lascia la corona e va in giardino: Élisabeth Vigée Lebrun e il ritratto" è il titolo dell'incontro in programma giovedì 9 maggio condotto da Stefania Biancani e inserito nel ciclo di conferenze "Il Genio della Donna", curato dalle professoresse Vera Fortunati e Irene Graziani.

Élisabeth Vigée Lebrun (1755-1842), artista francese di grande talento, fu una delle ritrattiste più ricercate del suo tempo. Pittrice prediletta di Maria Antonietta, dal 1778 al 1788 realizzò una trentina di ritratti alla sovrana. E grazie al rapporto privilegiato con la corte di Francia fu accolta nelle regge di tutta Europa. In fuga dalla Rivoluzione francese, l'artista visse in Italia, Austria e Russia.

Il progetto "Il Genio della Donna. Donne e arte in Europa dal Medioevo al Novecento", promosso e organizzato dalla Città metropolitana di Bologna in collaborazione con il Dipartimento delle Arti dell'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, intende divulgare gli esiti dei più recenti studi emersi in Italia e all'estero sul ruolo della donna nella storia dell'arte.

Dal Medioevo al Novecento il ruolo della donna a Bologna è stato particolarmente significativo sia nel campo delle arti figurative che in quelli della letteratura e delle scienze.

Se lo Studium ha precocemente favorito la presenza femminile nella docenza universitaria, anche l'ambiente artistico si è dimostrato aperto all'attività delle donne artiste. Partendo dalla ricostruzione di questa storia – che ha dato vita nel tempo alla pubblicazione di studi monografici e ad importanti mostre dedicate a protagoniste come Properzia de' Rossi, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani, Ginevra Cantofoli, divenute ormai note al grande pubblico – è sorto a Bologna il "Centro di documentazione per la storia delle donne artiste in Europa" sotto la direzione scientifica di Vera Fortunati, che ha sede in via della Rondine 3 a Bologna, presso l'Archivio storico della Città metropolitana.

Il programma delle conferenze (gli incontri si terranno tutti alle ore 17.30 a palazzo Malvezzi, via Zamboni 13, sede della Città metropolitana)

giovedì 9 maggio
Stefania Biancani
Quando la regina lascia la corona e va in giardino: Élisabeth Vigée Lebrun e il ritratto

giovedì 16 maggio
Maura Pozzati
Le fioriture dei versi linguisticati: un incontro con Sissi

martedì 4 giugno
Bernardina Sani
Rosalba Carriera, la cultura galante e la società della conversazione in Europa nel Settecento

Redazione