Ultimo aggiornamento10:08:46 AM GMT

Sei qui: Cultura e Spettacolo Articoli "La Casa dei Suoni" spettacolo per bambini in scena a Bologna sabato 19 e domenica 20 gennaio

"La Casa dei Suoni" spettacolo per bambini in scena a Bologna sabato 19 e domenica 20 gennaio

E-mail Stampa PDF
La Casa dei Suoni 1 credit Note Fotografiche

Baby BoFe' in ricordo di Claudio Abbado e del suo entusiasmante lavoro con i giovani

Lo spettacolo musicale per bambini La Casa dei suoni è un omaggio a Claudio Abbado e al suo lavoro con i giovani. In scena sabato 19 gennaio (ore 16 e ore 18) e domenica 20 gennaio (ore 11, 16, 18) al DAMSLab-Teatro (Dipartimento delle Arti), in Piazzetta P. P. Pasolini 5b, è una produzione di Bologna Festival nell'ambito della rassegna di musica classica per bambini Baby BoFe'. La Casa dei suoni si ispira all'omonimo libro di Claudio Abbado e racconta l'infanzia musicale del futuro direttore d'orchestra, figlio di un "padre violino" e una "madre pianoforte". Nella ricorrenza del quinto anniversario della scomparsa di Abbado, lo spettacolo è un omaggio all'impegno costante che ha dedicato, con entusiasmante energia, ai giovani e giovanissimi, volendoli rendere partecipi delle sue esperienze, delle sue prime emozioni musicali. Il pubblico si trova fianco a fianco con gli attori protagonisti di questa coinvolgente performance realizzata in uno spazio scenico creato ad hoc: il salotto di casa Abbado dove risuonano le musiche dei compositori prediletti dal grande direttore d'orchestra: Bach, Mozart, Beethoven, Debussy, Verdi, Bartók, Mahler. Programmato più volte nell'arco della giornata, lo spettacolo è curato da Emanuele Gamba (riduzione scenica e regia) e Roberto Abbiati (scenografia) e vede la partecipazione di due attori della Scuola di Teatro di Bologna "Alessandra Galante Garrone" e del violinista Daniele Negrini. Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con la Scuola di Teatro di Bologna "Alessandra Galante Garrone", Teatro Comunale di Bologna, Fondazione Claudio Abbado e l'editore Babalibri; un particolare ringraziamento al Dipartimento delle Arti dell'Università di Bologna che ha concesso l'uso dei propri spazi.                     ( Foto: Note Fotografiche )