Ultimo aggiornamento02:56:14 PM GMT

Sei qui: Cultura e Spettacolo Articoli Bologna Festival. Questa sera: "Le Stagioni di Haydn: un capolavoro autunnale"

Bologna Festival. Questa sera: "Le Stagioni di Haydn: un capolavoro autunnale"

E-mail Stampa PDF

Bologna. Questa sera, venerdì 19 ottobre ore 20.30, al Teatro Manzoni, nell'ambito della rassegna Grandi Interpreti di Bologna Festival, l'Orchestra del XVIII Secolo e Cappella Amsterdam sono impegnati nell'esecuzione dell'oratorio LE STAGIONI di Haydn; li dirige Marcus Creed. Il celeberrimo complesso olandese fondato da Frans Brüggen si unisce alla Cappella Amsterdam e i solisti Ilse Eerens (soprano), Marcel Beekman (tenore) e André Morsch (basso) per eseguire secondo criteri filologici il monumentale capolavoro dell'ultimo Haydn che si ascolta piuttosto raramente nelle nostre sale. Oratorio in quattro parti per soli, coro e orchestra, assegna al Coro un massimo rilievo, ora raffigurandolo come collettività dei paesani e dei cacciatori, ora identificandolo con la figura del Narratore. Marcus Creed, che vanta una lunga esperienza come direttore artistico di rinomati complessi vocali quali il RIAS Kammerchor e l'SWR Vokalensemble Stuttgart, saprà esaltare la variegata presenza del Coro nel corso dell'opera.
La musica composta da Haydn – nella sua alternanza di arie, recitativi, cori e brani strumentali – illustra gli aspetti naturalistici e i lavori caratteristici di ogni stagione: il passaggio dall'inverno alla primavera e gli allegri canti degli agricoltori che invocano una buona stagione; la luminosità del crepuscolo mattutino che prelude alle assolate giornate estive, i lavori di mietitura e l'immancabile temporale estivo; la gioia dei contadini per l'abbondanza del raccolto autunnale e la pienezza dei sentimenti dei due giovanni innamorati, Anna e Luca; quadri di caccia e di vendemmia che lasciano spazio a quadri d'interno con la gente dei campi che trascorre le giornate presso il focolare, al riparo dalle grandi nebbie invernali.