Ultimo aggiornamento10:21:37 AM GMT

Sei qui: Cultura e Spettacolo Articoli Bologna Festival. Talento al violoncello "Paolo Bonomini"

Bologna Festival. Talento al violoncello "Paolo Bonomini"

E-mail Stampa PDF
Paolo Bonomini

Bologna. Giovedì 24 maggio, ore 20.30, Oratorio di San Filippo Neri, nell'ambito della rassegna Talenti, il violoncellista Paolo Bonomini esegue musiche di Bach, Dall'Abaco, Ligeti e Dallapiccola. Vincitore del "Premio Bach" di Lipsia, allievo di Mario Brunello, Antonio Meneses e Jens Peter Maintz, ha tenuto il suo primo concerto a quindici anni. Oggi è primo violoncello della Camerata Salzburg, dopo aver collaborato con diverse orchestre, tra cui l'Orchestra Sinfonica della Radio Bavarese e la Mahler Chamber Orchestra. Il suo talento interpretativo non si ferma al repertorio del Seicento e del Settecento, la sua curiosità musicale si inoltra sino alla Nuova Musica. Insieme alla celebre Suite BWV 1010 di Bach e i Capricci del fiammingo Joseph-Marie-Clément Dall'Abaco, Paolo Bonomini ci fa ascoltare i profili dodecafonici della Ciaccona, Intermezzo e Adagio di Dallapiccola per poi cimentarsi con i moderni virtuosismi della Sonata di Ligeti.

PAOLO BONOMINI. Inizia giovanissimo lo studio del violoncello sotto la guida di Paolo Perucchetti al Conservatorio di Brescia; allievo di Mario Brunello, Antonio Meneses e Jens Peter Maintz, ha frequentato masterclass con Giovanni Sollima, Enrico Dindo e David Geringas. Ha debuttato come solista con orchestra all'età di 15 anni, suonando il Concerto per violoncello di Saint-Saëns. Vincitore del Concorso internazionale "J. S. Bach" di Lipsia, oggi Paolo Bonomini è primo violoncello della Camerata Salzburg e assistente di Jens Peter Maintz all'Università delle Arti di Berlino. Con il Trio Boccherini, fondato insieme alla violinista Suyeon Kang e alla violista Vicki Powell, nel 2016 ha debuttato alla Wigmore Hall di Londra. Ha collaborato con la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks ed è stato primo violoncello ospite della Deutsches Symphonie-Orchester Berlin e della Mahler Chamber Orchestra, suonando sotto la direzione di Claudio Abbado, Mariss Jansons, Riccardo Muti, Daniel Harding, Herbert Blomstedt, Sir Roger Norrington e Yannick Nézet-Séguin. Si è esibito più volte per Radio RAI 3, come solista e in formazione da camera. Insieme al violoncellista Amedeo Cicchese forma il Duo Janigro; ha inoltre collaborato con Mario Brunello, Salvatore Accardo, Bruno Giuranna e Franco Petracchi. Ha partecipato al progetto "Tenebrae. Il principe dei musici" suonando al fianco di Giovanni Sollima in diversi teatri italiani.

Redazione