Ultimo aggiornamento11:42:04 AM GMT

Sei qui: Cronaca

Polizia provinciale, sequestrate munizioni illegali nell’Appennino bolognese

E-mail Stampa PDF

poliziaprovincialeL'altra mattina è scattata all'alba un'operazione degli uomini della Polizia provinciale di Bologna (zona di vigilanza n. 7 Porretta Terme), nei confronti di due fratelli sorpresi mentre cacciavano sotto una fitta pioggia, in una località dell'Appennino bolognese. Tra le diverse violazioni rilevate, la più grave riguardava il mancato possesso della prescritta licenza di porto di fucile ad uso caccia, rilasciata dall'organo competente. Il successivo controllo nella loro l'abitazione ha consentito di accertare la detenzione di quasi cento munizioni a palla unica per pistola, in vari calibri, senza la prescritta denuncia alla locale autorità di pubblica sicurezza. Inevitabile quindi il sequestro del materiale oggetto dell'illecito e la denuncia all'autorità giudiziaria per porto abusivo d'arma da fuoco, omessa denuncia di munizioni e oltraggio a pubblico ufficiale, stante le intemperanze verificatesi durante l'attività degli agenti.

Redazione

Bologna. Protesta degli studenti, danni alle sedi della Provincia

E-mail Stampa PDF

intervento poliziaGli studenti hanno tentato di sfondare il portone d'ingresso e solo grazie all'intervento della Polizia si è evitato il peggio 

Bologna. Nei giorni scorsi era stata annunciata una manifestazione studentesca per protestare contro presunti tagli alle risorse che la Provincia destina al noleggio delle sale cinematografiche/teatri per permettere lo svolgimento delle assemblee studentesche. Questa mattina alcune decine di ragazzi (in gran parte non studenti delle scuole superiori) si sono recati nelle sedi della Provincia. Prima in via Malvasia hanno provocato danni nell'ingresso e rotto vetri, poi davanti all'ingresso di Via Zamboni, rifiutando il dialogo offerto già nei giorni scorsi dall'assessore all'Istruzione Giuseppe De Biasi che era presente, hanno tentato subito di sfondare il portone lanciando fumogeni e solo l'intervento della polizia ha permesso di evitare il peggio e ulteriore danni. Il passaggio degli studenti ha "lasciato" vetri rotti in via Malvasia e citofoni divelti nella sede di Zamboni. Nei giorni scorsi alcuni studenti di altri istituti avevano contattato i nostri uffici per capire la situazione visto che nemmeno loro comprendevano i motivi di questa protesta. Al contrario di quello che sostengono questi ragazzi non è infatti stato effettuato nessun taglio da parte della Provincia ai fondi per le assemblee di istituto, nonostante la spending review. Solo alcuni edifici scolastici della Provincia di Bologna hanno degli ambienti tali da poter accogliere tutti gli studenti "contemporaneamente" (molte istituzioni scolastiche hanno oltre 1.000 studenti) e per questo motivo annualmente cerchiamo disponibilità di locazioni di ambienti "esterni" all'edificio scolastico in grado di accogliere, almeno una volta l'anno, tutti gli studenti contemporaneamente. Solo un terzo delle istituzioni scolastiche chiede alla Provincia il noleggio di sale esterne pur avendo numeri molto alti di studenti e non avendo spazi adeguati (applicano il concetto di "divisione" del momento assembleare su turni anche nella stessa giornata). Esiste un apposito capitolo di spesa nel Bilancio della Provincia ("Locazione beni immobili - Servizio edilizia scolastica") con disponibilità di 20.000 euro/anno per il noleggio di sale cinematografiche/teatri finalizzate alle assemblee di istituto e questa cifra non è stata mai ridotta (proprio per la delicatezza del tema). L'aumento del costo di noleggio delle sale negli ultimi anni ha fatto sì che la cifra a disposizione permetta di dare risposta ad una assemblea all'anno per ogni istituto. Per questo motivo abbiamo chiesto ai dirigenti scolastici di organizzarsi in modo da prevedere una suddivisione in turni delle assemblee o, in alternativa, di spostare le sedi delle assemblee in sale meno costose anche se più lontane dalla sede della scuola.Si segnala peraltro che alcuni gestori di sale cinematografiche o teatri, non danno più la disponibilità in quanto in passato hanno avuto atti vandalici e danni alle strutture da parte degli studenti. Per quel che riguarda il caso dell'Isart (che ha avviato la protesta) quest'anno gli è stato concesso, il 23 gennaio, il Teatro Antoniano. Davanti alla seconda richiesta di assemblea (per il 28 ottobre) è stato proposto l'utilizzo del Cinema Perla (meno costoso e con una capienza di 440 posti). La proposta non è stata accolta. La Provincia condanna fermamente quanto accaduto questa mattina e continuerà a non accettare strumentalizzazioni finalizzate alla violenza. Rinnova tuttavia la disponibilità ad un momento di incontro, con i rappresentanti degli studenti dei vari istituti, sia per potere chiarire le errate informazioni che hanno portato a questa manifestazione che per definire eventuali percorsi condivisi e costruttivi sui temi di comune interesse.

Redazione

Maltempo, frane e disagi in mattinata sulle provinciali in Appennino

E-mail Stampa PDF

FranaA seguito delle forti piogge della notte e della prima mattina si sono avuti disagi su alcune strade provinciali in Appennino. Disagi poi risolti per cui tutte le strade in questi minuti sono state riaperte al transito. Nel dettaglio:
- Sulla S.P. 325 - al km 42 circa - si è verificato uno smottamento della scarpata a monte della strada a causa della tracimazione di acqua proveniente dalla Strada Comunale in località Rasora (Castiglion dei Pepoli). Il materiale ha completamente invaso la carreggiata ed è stato necessario intervenire con mezzi meccanici. Nel corso della tarda mattinata si è ripristinata la viabilità.
- Sulla S.P. 8 in località Roncobilaccio la strada è stata invasa da detriti e fanghiglia proveniente da tracimazione di fossi a monte. Si è intervenuti con mezzi meccanici e la strada è stata riaperta in tarda mattinata.
- Sulla S.P. 59 (Monzuno - primo tronco) in vari tratti - compresi tra il km 13 e 18 - pur con viabilità sempre aperta, ci sono state tracimazioni dalla rete dei fossi di scolo e fanghiglia da campi coltivati. Si è intervenuti per pulire il piano viabile.

Redazione

Processo Mediaset: 2 anni di interdizione dai pubblici uffici al Cavaliere

E-mail Stampa PDF

BerlusconiMilano. In relazione al processo Mediaset, questa mattina la Corte d'appello di Milano ha emesso la sentenza di due anni di interdizione dai pubblici uffici per Silvio Berlusconi. Il legale del Cavaliere ha comunque già comunicato di presentare ricorso in Cassazione.
Redazione

Confabitare contro Merola: sull’ultimatum IMU il Presidente Zanni prende posizione decisa

E-mail Stampa PDF

ZanniBologna. In merito alla posizione del Sindaco di Bologna sulla questione IMU interviene con toni durissimi il Presidente di Confabitare – associazione proprietari immobiliari -, Alberto Zanni ( in foto), che con un comunicato dichiara:
" L'ultimatum di Merola al Governo e la minaccia di applicare la seconda rata dell'IMU? Una sparata irresponsabile, una forma di terrorismo psicologico nei confronti dei Bolognesi proprietari di casa. il Sindaco ha perso l'ennesima buona occasione per tacere . Conosciamo tutti le difficoltà dei comuni a far quadrare i conti, ma con queste sparate demagogiche non si va da nessuna parte, anzi si alimenta solo la confusione" .Il presidente di Confabitare nella nota continua sottolineando che, in ogni caso, se il Sindaco dovesse tentare di ripristinare in qualche modo la seconda rata dell'IMU, Confabitare alzerà le barricate oltre che fare ricorso al TAR.

Redazione

La 32^ Festa Tricolore guarda il futuro della destra italiana e riporta a Mirabello tanti ex AN

E-mail Stampa PDF

italia taglioUn programma intenso di dibattiti su temi di attualità che sono nel quotidiano della gente. Sabato e domenica si affronta il tema della ex AN e del futuro della destra Italiana
Da mercoledì a domenica la 32^ Festa Tricolore di Mirabello si trasforma nel tavolo di prova per tentare di riformare un'area politica che rappresenti la destra del nostro paese. Con un programma intenso di dibattiti e confronti si ritroveranno nella piccola cittadina della Provincia di Ferrara tanti ex di Alleanza Nazionale. La festa sarà articolata tra dibattiti e spettacoli cosi come a seguito:
Mercoledì 4 Settembre
Apertura della festa, ore 19,00: Dibattito con Relatori -
Lodi, Brandani, Rendine, Menia, Tatarella, Di Biagio, Conte, Barbaro, MacrìSpettacolo serale " I Gremlins"
Giovedì 5 Settembre
Ore 19,00: Per una Giustizia Giusta –
On. Bindi, Prof. Di Federico, Prof. Frosini, On. Muro, Avv. Iannone, Prof. Consolo.
Spettacolo Serale " Marianna Lanteri e la sua orchestra"
Venerdì 6 Settembre
Ore 19,00: Il Lavoro ai tempi della crisi –
On. Conte, On. Muro, Sen. Marino, Dott. Roncarati, Dott. Centrella segr. UGL,Spettacolo Serale " Orchestra Zanna"
Sabato 7 Settembre
Ore 18,30: Alleanza Nazionale: storia di ieri o di domani? –
On. Menia, On. Tatarella, On. Landolfi, On. La Russa, On. Malgieri, Sen. Nania, On. Poli Bortone, On. Storace, On. Urso, Sen. Viespoli.Spettacolo Serale " Monica Minarelli "
Domenica 8 Settembre
Ore 18,30: Ricostruire una nuova destra –
On. Alemanno, On. Menia, On. Toto,  Flavio Tosi - Sindaco di Verona - .

Spettacolo Serale " Lello Lelli e Tatiana "

Aumento di furti in appartamento durante le vacanze, i consigli di Confabitare

E-mail Stampa PDF

ladroSi sa, estate tempo di vacanze, gite fuori porta, weekend e, soprattutto case vuote. Le abitazioni lasciate sguarnite, purtroppo, possono rappresentare una ghiotta occasione per i topi di appartamento che, malauguratamente, non vanno mai in ferie e sono sempre più in aumento i furti negli appartamenti. Secondo una recente analisi elaborata da Confabitare - associazione proprietari immobiliari - e riferita al primo semestre 2013 a confronto con lo stesso periodo del 2012, Bologna è al top della classifica con un balzo del 30,3 % seguita da Milano con il 29%, Torino col 26%, e Roma col 25%. Fanalino di coda Bari con un 13% in più. Per i furti negli appartamenti è un trend in continuo aumento anche a livello nazionale con un incremento sul 2012 del + 28% . Il maggiore incremento ovviamente nelle grandi città ( vedi tabella a seguire) e nello specifico possiamo parlare di un furto ogni due minuti con la media a livello nazionale di settanta abitazioni su mille, e di ben 20 furti in casa ogni giorno in ogni grande città. La maggiore causa va ricercata nella generale situazione di crisi economica, mentre il 34% delle denuncie per reato è da attribuirsi a stranieri senza permesso di soggiorno.

Bologna. XXXIII anniversario della strage del 2 agosto, la Provincia partecipa alle commemorazioni

E-mail Stampa PDF

La Provincia parteciperà alle diverse iniziative in programma venerdì 2 agosto per il XXXIII anniversario della strage alla stazione di Bologna. Alle 8.30, a Palazzo D'Accursio, nella sala Consiglio, la presidente Beatrice Draghetti parteciperà all'incontro con l'Associazione familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna, le Autorità e i rappresentanti delle città, degli enti e delle associazioni aderenti alla manifestazione. Saranno presenti anche il vice presidente Giacomo Venturi, gli assessori Marco Pondrelli e Graziano Prantoni e il presidente del
Consiglio provinciale Stefano Caliandro. Successivamente, alle 9.15 in Piazza Nettuno, Draghetti prenderà parte al corteo lungo via dell'Indipendenza fino a Piazza Medaglie d'Oro, al quale parteciperanno anche il vice presidente Venturi, gli assessori Prantoni, Pondrelli, Gabriella Montera, Giuseppe De Biasi e il presidente del Consiglio provinciale Stefano Caliandro.
Alle 10.50 il presidente del Consiglio provinciale Stefano Caliandro parteciperà al Primo Binario della Stazione di Bologna alla deposizione di corone alla targa che ricorda il sacrificio del ferroviere Silver Sirotti deceduto nella strage del treno Italicus. Alle 11.15, il vicepresidente Venturi partirà, insieme al Gonfalone, con il treno straordinario per San Benedetto Val di Sambro, dove saranno poste corone alle lapidi che ricordano le vittime degli attentati ai treni Italicus e 904 Napoli-Milano e dove sono previsti il suo intervento, quelli del Sindaco di San Benedetto Val di Sambro Gianluca Stefanini, e della Presidente dell'Associazione Familiari Strage treno 904 Napoli – Milano Rosaria Manzo.
Alla stessa ora, a Bologna, nella Chiesa di San Benedetto (Via dell'Indipendenza, 64), la presidente Draghetti sarà presente alla Santa Messa celebrata da Mons. Giovanni Silvagni, Vicario Generale della Chiesa di Bologna. Sempre a Bologna, alle 11.30 nel Piazzale Cotabo (Via Stalingrado 65/13), l'assessore Gabriella Montera parteciperà alla deposizione di corone al monumento in ricordo dei tassisti deceduti il 2 agosto 1980. Dalle ore 17, al Centro sportivo Pallavicini (Via M.E. Lepido, 194/10), si svolgerà la 10^ edizione de "Lo sport ricorda" triangolare di calcio fra le squadre del Consiglio comunale di Bologna, RFI Bologna e Vigili del Fuoco, alla presenza dell'assessore Marco Pondrelli. Infine, alle ore 21.15 in Piazza Maggiore, la presidente Draghetti e l'assessore Giuseppe De Biasi presenzieranno al concerto del "Concorso Internazionale di composizione 2 Agosto XIX Edizione", eseguito
dall'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna con la direzione del M° José Ramon Encinar.

Redazione

Bologna. Aumento biglietto Tper. Cisl: pagano i soliti noti

E-mail Stampa PDF

La Cisl Area metropolitana bolognese e la Fit (categoria dei trasporti) intervengono sull'aumento del biglietto bus cittadino.
"Siamo stati convocati, oggi, da Comune e Provincia- – riferisce Alberto Schincaglia della segreteria Cisl Area metropolitana bolognese – senza alcuna precisazione sull'oggetto del confronto. A sorpresa ci è stato comunicato che i proprietari dell'Azienda del trasporto pubblico, Tper, hanno deciso in maniera autonoma, a partire dal 1° agosto, l'aumento dei titoli di viaggio. "Tali aumenti – prosegue il sindacalista Cisl - sono del tutto immotivati, nonostante l'Assessore alla Mobilità e Trasporti, Colombo, li ritenga equi e sostenibili ed abbia tentato di giustificarli, motivandoli con l'obbligo contrattuale che i soci di maggioranza hanno nei confronti dell'Azienda concessionaria del trasporto pubblico".
"Aumentare il biglietto dell'autobus significa colpire i soggetti più deboli (studenti, pensionati, disoccupati e lavoratori) che utilizzano la rete dei trasporti pubblici locali e che già stanno pagando a caro prezzo gli effetti della crisi". "Facciamo un po' fatica – dichiara Schincaglia - a comprendere l'operato dell'Amministrazione comunale che prevede da un lato misure anticrisi e sviluppo, vedi l'accordo firmato lunedì 15, e dall'altra colpisce in maniera indiscriminata tutti i cittadini con l'aumento del bus". "Riteniamo – rincara Vincenzo Curcio segretario generale regionale dei trasporti Cisl – assolutamente ingiustificata ed incomprensibile questa decisione, soprattutto alla luce degli ultimi dati, dichiarati da Tper, che hanno visto un aumento dei passeggeri trasportati. Causa gli effetti della crisi molti utenti hanno, infatti, deciso di abbandonare il mezzo proprio e di usare il trasporto pubblico, con l'aumento del titolo di viaggio si rischia invece una diminuzione dell'utilizzo". "Non trova neppure nessuna giustificazione – secondo il segretario – il riferimento ad eventuali investimenti che con tali risorse potrebbero essere messi in campo. La copertura finanziaria per l'adeguamento della rete e dei mezzi di trasporto è già finanziata, attraverso la delibera del Cipe, dall'utilizzo dei fondi destinati a Civis e Metro, a meno che non si voglia far pagare ai cittadini bolognesi il buco di bilancio di 9 milioni di euro di Tper". "In azienda – prosegue il sindacalista – c'è già purtroppo, da alcuni mesi, molta tensione ed esasperazione tra il personale. Non vorremmo proprio che i lavoratori di Tper si trovassero a pagare, ancora una volta, il malcontento dei cittadini. Per recuperare risorse e per ridurre il deficit dell'azienda, si potrebbe partire dal ridurre i costi relativi al Consiglio di Amministrazione e gli stipendi dei numerosi dirigenti".
"Lanciamo, pertanto, un appello al Consiglio Comunale, ai politici della maggioranza e della minoranza – affermano Schincaglia e Curcio - affinché si oppongano a tale decisione che penalizzerebbe i cittadini più deboli".

Redazione

Pagina 8 di 14