Ultimo aggiornamento08:02:43 AM GMT

Sei qui: Attualità Articoli Successo per Auto Moto d'Epoca, oltre 130.000 visitatori

Successo per Auto Moto d'Epoca, oltre 130.000 visitatori

E-mail Stampa PDF
Auto storica

Oltre 130.000 visitatori a Padova, in controtendenza rispetto ai maggiori eventi di settore. L'Asta Finarte aggiudica il Top Lot Alfa Romeo 6C 2500 Cabriolet Pininfarina per 639.060 €. Cresce la notorietà internazionale, con collezionisti, appassionati e giornalisti da tutto il mondo

Padova, 27 ottobre 2019 – Si chiude oggi con un nuovo traguardo di oltre 130.000 visitatori la 36° edizione di Auto e Moto d'Epoca, la rassegna dedicata al mondo dell'auto storica, organizzata da Intermeeting presso i padiglioni della Fiera di Padova. E se lo slogan dell'edizione 2019 era "L'auto accende la passione", anche quest'anno la risposta dei visitatori è stata entusiasmante fin dall'apertura.

In crescita l'eco internazionale del Salone, come testimonia la forte presenza di stranieri, tra collezionisti, visitatori e giornalisti accreditati, provenienti da oltre 30 Paesi. Un esempio fra tanti, un gruppo di 15 giornalisti di alcune delle più importanti testate tedesche partito da Monaco in auto per venire a visitare la rassegna per la prima volta.

Un evento sempre più intenso e partecipato anche sui social, soprattutto su Instagram, dove il pubblico in questi giorni ha espresso il proprio apprezzamento con migliaia di foto, video e commenti per condividere il modello preferito e l'emozione di esserci.

"In un momento di difficoltà per gli eventi del settore a livello internazionale, Padova cresce – sottolinea l'organizzatore Mario Carlo Baccaglini – Un segnale in controtendenza perché a Padova mettiamo al centro la passione del visitatore, che solo qui può trovare oltre 5.000 auto d'epoca di altissima qualità. I risultati che raccogliamo oggi confermano Auto e Moto d'Epoca come l'evento di riferimento per gli appassionati di tutto il mondo. Altro fenomeno interessante è quello delle Youngtimer, i modelli anni '80 che affascinano i giovani e permettono loro di entrare nel mondo delle auto d'epoca attraverso la porta giusta, quella della passione, che è poi il vero carburante della nostra manifestazione".

Bilancio molto positivo per i commercianti italiani ed esteri, che hanno incontrato compratori e collezionisti provenienti da tutte le latitudini: Europa, Canada, Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda, Sudafrica e Brasile.

Redazione