Ultimo aggiornamento03:40:45 AM GMT

Sei qui: Attualità Articoli Ambiente, il Museo della Civiltà Contadina lancia il crowdfunding per salvare le api

Ambiente, il Museo della Civiltà Contadina lancia il crowdfunding per salvare le api

E-mail Stampa PDF
api

Al via "BeeHappy. Proteggiamo la biodiversità", il progetto di raccolta fondi su Ideaginger, domenica 12 maggio la presentazione con aperitivo a Villa Smeraldi

"BeeHappy. Proteggiamo la biodiversità" è il nuovo progetto ideato dal Museo della Civiltà Contadina per salvaguardare le api creando un ecosistema adatto agli insetti impollinatori tanto preziosi per la nostra vita.

A sostegno del progetto, il cui obiettivo è costruire "rifugi" per le api selvatiche e creare aree incontaminate salva-api, è stata lanciata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Ideaginger, che verrà presentata nei dettagli domenica 12 maggio dalle 16 a Villa Smeraldi (via Sammarina, 35 – San Marino di Bentivoglio).

Il programma del pomeriggio di domenica prossima prevede alle 17.30 la visita guidata al Pomario storico accompagnati dall'agronomo che segue il frutteto.

Alle 18.30 verrà dedicato un momento specifico alla presentazione della campagna di crowdfunding BeeHappy e a seguire sarà possibile gustare l'aperitivo, a cura della cooperativa sociale Anima, accompagnati dalla musica di Funny Valentine. Il costo per aperitivo, concerto e sostegno al progetto è di 10 euro a persona (è consigliata la prenotazione a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ).

Dalle 16 alle 20 inoltre ingresso gratuito al Museo.

Con "BeeHappy. Proteggiamo la biodiversità" prosegue l'impegno dell'Istituzione Villa Smeraldi - Museo della Civiltà Contadina a sostegno dell'ambiente e della sostenibilità. Dopo la raccolta fondi che invitava ad adottare un albero del Pomario (la sezione a cielo aperto del Museo: 5mila metri quadri di terreno e oltre 500 alberi di 150 varietà di frutti antichi e ormai scomparse), ora la nuova campagna vuole sensibilizzare le persone e invitarle alla partecipazione attiva per contrastare le gravi conseguenze che comporterebbe la scomparsa delle api, causata dall'eccessivo utilizzo di prodotti chimici in agricoltura e dall'inquinamento atmosferico. Il crowdfunding sarà online per 3 mesi con l'obiettivo di raccogliere 4 mila euro, sono diverse le formule di sostegno possibili (dai 10 ai 500 euro) e le ricompense previste (visita guidata al Museo, prodotti biologici del territorio, corsi di formazione, gadget che riportano l'immagine della campagna...).

Redazione