Ultimo aggiornamento10:20:36 AM GMT

Sei qui: Attualità Articoli Lamborghini protagonista alla Monterey Car Week 2018

Lamborghini protagonista alla Monterey Car Week 2018

E-mail Stampa PDF
LAMBORGHINI MONTEREY

Automobili Lamborghini è stata protagonista dell'edizione 2018 della Monterey Car Week con l'unveiling in anteprima mondiale della nuova Aventador SVJ all'evento "The Quail, A Motorsports Gathering". A questo si è aggiunta la presentazione dell'edizione limitata Aventador SVJ 63 sul Concept Lawn del Concours d'Elegance di Pebble Beach.

L'Aventador SVJ è la regina del Nürburgring. Col suo motore aspirato V12 da 770 CV, un'accelerazione da 0-100 Km/h in 2,8 sec. e una velocità massima di oltre 350 Km/h, è detentrice del record per vetture di serie del mitico "Inferno Verde", il Nürburgring-Nordschleife in Germania. Sarà prodotta in 900 unità e arriverà sui mercati a inizio 2019. Una versione limitata di questo nuovo modello è denominata SVJ 63, edizione speciale dall'allestimento unico, che mette in evidenzia l'ampio utilizzo della fibra di carbonio e realizzata in soli 63 esemplari per rendere omaggio all'anno di nascita della Lamborghini: il 1963.

Sempre a Monterey il 24 agosto Lamborghini ha inaugurato una location esclusiva, la Lamborghini Lounge Monterey, una villa nel cuore di Pebble Beach, avamposto della casa automobilistica di Sant'Agata Bolognese tutto all'insegna dell'eccellenza Italiana. La villa presenta spazi e arredi che rendono immediatamente riconoscibile l'estetica dell'iconico design Lamborghini e offre un'esperienza immersiva nel brand, tra cui un'area per la personalizzazione Ad Personam.

L'inaugurazione della Lounge ha visto la partecipazione di circa 500 personalità del mondo dell'economia, dell'impresa e dello spettacolo, giunti sia dalla East Coast che dalla West Coast. Tutto ha ruotato attorno all'eccellenza del prodotto italiano, con tanto gradimento da parte degli ospiti intervenuti. L'iniziativa ha visto il sostegno del Consolato Generale d'Italia a San Francisco competente anche per l'area di Monterey.

"Stiamo vivendo un momento molto positivo ed esaltante per la nostra azienda" dichiara Stefano Domenicali, Chairman e Chief Executive Officer di Lamborghini. "Questa edizione della Monterey Week è per noi davvero importante: arriviamo qui con il record di vendite, un prodotto nuovo come Urus, il nostro Super SUV, e con un mercato americano che ci dà sempre grandi soddisfazioni. Abbiamo pertanto pensato che il miglior modo per condividere tutto questo con i nostri clienti e amici era quello di stare insieme in un ambiente tutto nostro, un ambiente all'insegna dei valori che maggiormente ci rappresentano". Conclude Domenicali: "E' stato per noi un grande onore avere avuto il Consolato Generale d'Italia a San Francisco al nostro fianco nell'organizzazione dell'evento. Lamborghini è parte integrante del grande Made in Italy e siamo sempre entusiasti di poter condividere questi momenti con le nostre istituzioni".

"Abbiamo accolto con grande entusiasmo questa iniziativa della Lamborghini in California" dichiara Lorenzo Ortona, Console Generale d'Italia a San Francisco. "Abbiamo cercato di dare tutto il supporto possibile a questo progetto, che ha visto come focus l'Italia e l'eccellenza italiana nel contesto più importante al mondo per il lancio delle auto di lusso. San Francisco e tutta la west coast – continua Ortona – sono oggi più che mai terra di grandi sfide tecnologiche globali, ma anche di indiscusse certezze, come ad esempio il grandissimo apprezzamento dell'eccellenza e pregio dell'alta manifattura italiana. L'entusiasmo anche del mondo della ricerca applicata lo scorso anno presso l'Università di Stanford per il talk del CEO Domenicali alla presenza dell'Ambasciatore Varricchio è stato straordinario e una conferma dell'attenzione USA verso il mondo dell'automotive italiano".

Con una speciale attenzione anche al grande patrimonio storico della Casa di Sant'Agata Bolognese, gioielli classici come la Lamborghini Espada e Islero, al loro 50° anniversario quest'anno, hanno ricevuto un tributo speciale a The Quail con una straordinaria esposizione di una ventina di rari esemplari ammirati da tutti i visitatori.

Redazione