Ultimo aggiornamento05:09:53 AM GMT

Sei qui: Attualità Articoli La Cantina di Carpi e Sorbara ha aderito al progetto raccolta fondi per realizzare la "Sala Ibrida"

La Cantina di Carpi e Sorbara ha aderito al progetto raccolta fondi per realizzare la "Sala Ibrida"

E-mail Stampa PDF
CdS sala ibrida foto

Iniziativa per realizzare all'ospedale di Baggiovara una sala operatoria all'avanguardia. Obiettivo: 1 milione di euro

La Cantina di Carpi e Sorbara scende in campo per la solidarietà e, in particolare, per un grande progetto che guarda alla salute e al benessere di tutto il territorio.
L'obiettivo è quello di raccogliere 1 milione di euro, da destinare all'Ospedale Civile di Baggiovara per realizzare l'unica "sala ibrida" in provincia di Modena, ovvero una sala operatoria con attrezzature all'avanguardia, tra cui un angiografo ad alta potenza. In questo ambiente sarà possibile per gli specialisti effettuare una diagnosi immediata per diverse patologie e contemporaneamente, senza spostare il paziente, intervenire in modo più rapido, preciso e sicuro.
La campagna di raccolta fondi è stata avviata ufficialmente dall'Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena il 23 ottobre 2017. Oggi scende in campo anche la Cantina di Carpi e Sorbara, che in partnership con Coop e Conad lancerà a maggio una vera e propria operazione di vendita solidale. Chi acquisterà le bottiglie di Lambrusco della Cantina contrassegnate dall'apposita etichetta che illustra l'iniziativa, contribuirà automaticamente con 1 euro e mezzo al finanziamento dell'angiografo per la futura "sala ibrida". Nello specifico, 50 centesimi sono donati dalla Cantina, 50 centesimi dall'insegna della GDO aderente e 50 centesimi dal cliente. L'iniziativa solidale sarà valida dal 15 maggio al 15 giugno nei punti vendita Coop e Conad di Modena e provincia.
"La storia stessa della nostra Cantina – spiega Carlo Piccinini, vice-presidente di Cantina di Carpi e Sorbara – ci parla di valori come la cooperazione e la solidarietà per arrivare a realizzare importanti obiettivi. Quando l'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Modena e Rock no war ci hanno illustrato questo ambizioso progetto abbiamo quindi aderito con profonda convinzione, perché crediamo che una simile idea sia il modo migliore per comunicare i reali valori della nostra azienda. Chi acquista una bottiglia della nostra Cantina compie anche un gesto etico".
Si tratta di un progetto che ammonta complessivamente a oltre 2 milioni di euro. L'Azienda Ospedaliero – Universitaria finanzierà tutti i lavori edilizi e di impiantistica, ma occorre raccogliere 1 milione di euro da destinare all'acquisto dell'angiografo, indispensabile per la realizzazione dell'intero progetto.
Per ulteriori informazioni sulla sala ibrida e su tutta l'iniziativa si può consultare il sito internet www.salaibridamodena.it.

Redazione