Ultimo aggiornamento07:23:30 AM GMT

Sei qui: Attualità Articoli

Articoli

20 luglio 1969/2019: cinquant'anni fa il primo passo dell'uomo sulla Luna

E-mail Stampa PDF

Le iniziative per celebrare l'anniversario nei comuni della città metropolitana

Bologna. Il 20 luglio 1969 alle 22.56, il comandante della missione Apollo 11 compie il primo passo dell'uomo sulla luna. A 50 anni di distanza sono numerosi gli eventi in programma, anche nei comuni della città metropolitana di Bologna, per celebrare quello che Neil Armstrong definì "Un piccolo passo per un uomo, un grande passo per l'umanità".

Si parte domani, venerdì 19 luglio, a San Giovanni in Persiceto alle 21 con l'incontro "La Luna un satellite vitale per il pianeta Terra" in programma al Museo del Cielo e della Terra con Romano Serra mentre il venerdì successivo (26 luglio) l'appuntamento sarà con "La conquista della Luna" conferenza e proiezione del cielo a cura di Riccardo Bortolotti. Sempre domani a Persiceto (ore 21.15 in piazza del Popolo), il Comune presenta il progetto di riqualificazione dell'impianto di illuminazione pubblica. Alle 21.30 si prosegue con una passeggiata notturna lungo i viali di circonvallazione, con accensione del nuovo impianto di illuminazione. Il ritorno è attraverso porta Vittoria, illuminata in modo speciale per l'occasione. Infine, in piazza del Popolo seguirà una proiezione di luci e colori in ricordo del 50° anniversario dell'arrivo della missione Apollo 11 sulla Luna.

Sabato 20 luglio a Ozzano dell'Emilia l'appuntamento è all'Agriturismo Dulcamara con "La notte della luna": dopo l'aperitivo alle 20.30 si terrà la conferenza "La corsa alla Luna" con gli astronomi di INAF OAS Bologna.

A Granarolo dell'Emilia, nell'ambito di B'Est Movie, le proiezioni del 22 luglio a Quarto Inferiore e del 29 luglio a Lovoleto saranno precedute da frammenti di cinegiornali e trasmissioni televisive relative alle esplorazioni spaziali e all'allunaggio.

A Loiano (giovedì 25 luglio alle 21.30) c'è "Laser tra le stelle": con l'aiuto del laser e accompagnati dagli astronomi dell'INAF – Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna si potrà osservare il cielo al Campo Sportivo. Inoltre, giovedì 1 agosto all'Osservatorio Astronomico alle 18 è in programma un aperitivo e Dj set e alle 21 la "Proiezione del film Apollo 13".

A Budrio mercoledì 24 luglio dalle 21.30 "Osservazione del cielo con telescopio e puntatore laser" presso il parcheggio del cimitero.

A Molinella lo sbarco sulla luna si celebrerà invece venerdì 30 agosto all'interno della manifestazione "Sportivamente - Festival della Cultura Sportiva" con il "Talk Show Luna 69" con Luca Liguori, Giancarlo Mazzuca, Letizia Davoli, conduce Marino Bartoletti.

Tante le iniziative anche a Bologna dove INAF, l'Osservatorio di astrofisica e scienza dello spazio, ha dedicato la rassegna "Col favore del buio... E della luna" al cinquantesimo anniversario dell'allunnaggio, con oltre 40 appuntamenti tra la stazione astronomica di Loiano e i parchi Villa Ghigi e San Donnino a Bologna. Oltre alle osservazioni della volta celeste, nel capoluogo sono in programma eventi speciali come quello del 24 luglio al parco di Villa Ghigi dove gli astronomi guideranno gli spettatori in un'esplorazione del cielo e delle costellazioni usando un potente fascio laser.

Sempre a Bologna domani, venerdì 19 luglio (ore 21 Cortile di Ercole, via Zamboni 33) è in programma l'incontro con Roberto Balzani e Andrea Cimatti dal titolo "Come la luna divenne parte di noi" mentre sabato 20 luglio alle 21.30 in Piazza Maggiore ci sarà la proiezione in lingua originale con sottotitoli del film "Interstellar" di Cristopher Nolan, in collaborazione con INAF-OAS.

Redazione

"Patto per Bologna metropolitana", arrivano i primi fondi a Palazzo Malvezzi:

E-mail Stampa PDF

Frana Castel d AianoConclusi i primi cantieri e nel 2020 via ai lavori della Ciclovia del Sole in Appennino

Sono arrivati, nelle casse della Città metropolitana, i primi soldi del Piano Operativo FSC 2014-2020, il cosiddetto "Patto per Bologna metropolitana" che con 107 milioni di euro ha finanziato tantissimi progetti sul territorio.

Nei giorni scorsi il primo bonifico a Palazzo Malvezzi è stato di 3.149.646 euro: si tratta degli anticipi sull'importo di alcune delle opere che la Città metropolitana e i Comuni del territorio stanno realizzando; mentre altri 4.750.000 milioni arriveranno entro l'anno.

Degli oltre 3 milioni già arrivati, 1,4 milioni andranno ai progetti del territorio: interventi contro il dissesto idrogeologico, Museo della linea Gotica di Vergato, Euro Velo 7-Ciclovia del Sole da Sperticano a Riola, interventi sul Pala Dozza e riqualificazione del Teatro Comunale di Bologna, progettazione della prima linea del Sistema tramviario bolognese.

1,7 milioni resteranno invece nelle casse della Città metropolitana per gli interventi di manutenzione straordinaria nelle scuole superiori e la riqualificazione ed efficientamento energetico del Museo della Civiltà Contadina-Villa Smeraldi.

Nei prossimi mesi arriveranno altri 4,7 milioni di euro per il progetto di ampliamento dell'offerta pubblica di Edilizia Residenziale Sociale a Bologna, ancora per la progettazione della prima linea del Sistema tramviario e per gli interventi contro il dissesto idrogeologico.

L'arrivo dei primi fondi da Roma è stato possibile perché la Città metropolitana nei mesi scorsi ha validato i diversi progetti dentro la Banca dati nazionale ed ha avuto l'approvazione del Sistema di Gestione e Controllo del proprio Piano Operativo FSC 2014-2020, da parte del Nucleo di Valutazione e Controllo dell'Agenzia per la Coesione Territoriale.

In questo modo, oltre a questi primi anticipi (tra il 7 e il 10% sul valore totale dei progetti), a partire da agosto potrà iniziare anche la rendicontazione e quindi il rimborso delle spese già effettuate dagli enti attuatori.

Il punto sui cantieri:

Tra i progetti in stato più avanzato ci sono i cantieri contro il dissesto idrogeologico in Appennino: quelli a Castel D'Aiano, Gaggio Montano e Monghidoro sono terminati nelle scorse settimane mentre un ulteriore cantiere a Monghidoro terminerà entro l'estate.

Anche il cantiere del Museo della Linea Gotica a Vergato (500.000 euro il valore del progetto) è terminato a fine giugno mentre per quel che riguarda il tratto di Euro Velo 7-Ciclovia del Sole dal Ponte di Sperticano (Marzabotto) a Riola di Vergato (2,5 milioni di euro per 21 km nei Comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Vergato) entro l'anno sarà approvato il progetto esecutivo in modo da partire con i cantieri nel 2020.

I progetti di edilizia scolastica delle scuole superiori in capo alla Città metropolitana ammontano a oltre 29 milioni di euro. Tra gli interventi principali quello della costruzione del nuovo Polo Dinamico a Bologna per il quale è in corso la progettazione definitiva/esecutiva. Nella stessa fase anche gli interventi di miglioramento sismico nelle scuole superiori ad eccezione della succursale dello Scappi di Castel San Pietro Terme il cui progetto è stato già approvato e i lavori inizieranno nel prossimo anno.

Inizieranno invece nei prossimi mesi i lavori di riqualificazione ed efficientamento energetico del Museo della Civiltà Contadina-Villa Smeraldi.

Per quanto riguarda i progetti in capo al Comune di Bologna è avviata la progettazione di fattibilità tecnica ed economica del Pala Dozza ed è in fase di approvazione quella del tram.

Redazione

Una gara unica da 41 milioni per il servizio di “sgombero neve”:

E-mail Stampa PDF

La Città metropolitana indice un bando aperto a tutti i Comuni della regione per rendere più efficiente ed economico il servizio

La Città metropolitana di Bologna, in qualità di Soggetto Aggregatore iscritto nell'elenco ANAC e quindi quale centrale di committenza qualificata per l'acquisizione aggregata di beni e servizi per conto della pubblica amministrazione, ha bandito oggi una gara europea a procedura aperta per l'affidamento del servizio di "sgombero neve e antighiaccio", di valore complessivo netto pari a 41 milioni di euro.

Con l'indizione di questa gara, che rimarrà aperta fino al 20 agosto, la Città metropolitana persegue l'obiettivo di aggregazione della spesa, per la prima volta in uno dei più importanti e strategici servizi pubblici locali: la manutenzione strade, cui afferisce il "Servizio neve". In questo modo si mette a disposizione il know-how tecnico ed amministrativo di Palazzo Malvezzi con l'obiettivo di migliorare la manutenzione invernale delle strade del territorio metropolitano.

La gara è potenzialmente idonea a soddisfare le esigenze di tutti gli enti proprietari o gestori di strade insistenti sul territorio della Regione Emilia-Romagna.

A tal fine è stata suddivisa in 7 lotti corrispondenti agli ambiti territoriali delle province della Regione e accorpando quelle con analoga morfologia del territorio: Bologna; Ferrara e Ravenna; Rimini e Forlì-Cesena, Modena; Reggio Emilia; Parma; Piacenza.

L'operatore economico che risulterà aggiudicatario stipulerà con la Città metropolitana una convenzione ai sensi dell'art. 26 della L.n. 488/1999 e potrà svolgere il servizio per tutti quegli enti proprietari e/o gestori di strade insistenti sul territorio regionale che aderiranno a tale convenzione, stipulando alle condizioni previste un proprio contratto.

Con questo bando la Città metropolitana non solo consolida ancora una volta il proprio ruolo di "centrale di committenza", istituita per rispondere alle esigenze di aggregazione della spesa, ma in attuazione anche delle funzioni assegnatele per legge e per statuto, fornisce agli enti e ai soggetti pubblici del territorio regionale uno strumento di semplificazione delle procedure, che consente di evitare a questi ultimi gli oneri di una gara, ottenendo al contempo anche un risparmio di spesa.

La procedura, come previsto dal Codice dei Contratti Pubblici, è svolta integralmente su piattaforma telematica. Tutta la documentazione pertanto è disponibile in formato elettronico sulla piattaforma telematica di negoziazione della Regione Emilia-Romagna ("SATER"), a questo link; e sul portale della Città metropolitana.

Il termine di scadenza per la presentazione delle offerte è il 20 agosto 2019 alle ore 11; mentre la prima seduta pubblica virtuale di gara si terrà lo stesso giorno alle ore 11,30.

Tper adeguamento tariffe trasporto. Francesconi (Cisl): Congelare aumento e aprire confronto

E-mail Stampa PDF

FrancesconiBologna. " Apprendere da un lancio di agenzia di stampa della convocazione di una conferenza stampa per annunciare la decisione unilaterale del Comune di Bologna e dell'Azienda di trasporto pubblico, Tper, di aumentare le tariffe di trasporto è una grave violazione delle relazioni sindacali tra l'Amministrazione e i sindacati - chiosa il segretario generale della Cisl Area metropolitana bolognese, Danilo Francesconi".
"Per questo motivo - prosegue il segretario Cisl - riteniamo indispensabile un incontro urgente e al contempo chiediamo al Comune di Bologna di congelare l'aumento previsto, per il rispetto tra le parti e del protocollo di relazioni sindacali confermato anche dall'ultimo accordo sul bilancio di previsione. Tale richiesta è tanto più giustificata alla luce degli ottimi dati di bilancio presentati la scorsa settimana dalla dirigenza di Tper ".

Redazione

Automobili Lamborghini inaugura il nuovo impianto di verniciatura a Sant’Agata Bolognese

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI Hand Painting ProcessAutomobili Lamborghini inaugura a Sant'Agata Bolognese il nuovo impianto di verniciatura del Super SUV Urus. Si tratta di un impianto all'avanguardia, che si ispira al modello Factory 4.0 nell'unione di artigianalità e digitalizzazione e primo al mondo ad applicare le nuove frontiere dell'intelligenza artificiale. La sua nuova struttura modulare offre una flessibilità maggiore del processo e di conseguenza un'offerta di personalizzazione nei colori mai vista prima.

La creazione, all'interno del sito produttivo di Sant'Agata Bolognese, di un reparto di verniciatura tecnologicamente all'avanguardia nasce dalla volontà aziendale di preservare secondo i massimi standard qualitativi un processo chiave e al tempo stesso particolarmente complesso dell'intera fase produttiva. Una complessità che deriva dall'elevata personalizzazione delle scelte cromatiche offerte ai clienti grazie al programma Ad Personam, dalla cruciale componente artigianale e specialistica richiesta dalle lavorazioni e dall'impatto estetico dell'intero processo di verniciatura sulla vettura finita.

Ranieri Niccoli, Chief Manufacturing Officer di Automobili Lamborghini, commenta: "La nuova verniciatura completa il nostro percorso di espansione strategica per lo stabilimento della Urus che ha appena raggiunto l'importante soglia delle 5.000 vetture prodotte in un anno. Un successo straordinario che giustifica l'investimento importante che si traduce anche nella nostra volontà di salvaguardare al massimo know-how, crescita occupazionale nel territorio e identità di marca."

I significativi investimenti sul fronte industriale sono stati accompagnati da nuove assunzioni e da un piano formativo volto a consolidare e incrementare le competenze specialistiche del personale dedicato al nuovo progetto. L'azienda oggi conta oltre 1.750 dipendenti (+10% rispetto al 2017 e +70% in cinque anni). La nuova verniciatura Urus ha reso necessario un ulteriore incremento di organico di circa 200 risorse dall'inizio del progetto fino al raggiungimento della piena capacità produttiva. Di queste oltre la metà sono già attive nel nuovo impianto. Al fine di garantire i più elevati standard di qualità su prodotti caratterizzati dall'alto livello di personalizzazione, il personale assunto è stato coinvolto in un iter formativo di 12 mesi prima di essere avviato alle lavorazioni.

Tutto questo è stato reso possibile anche grazie alla firma, nel 2017, di uno specifico accordo sindacale per rendere competitiva e sostenibile la scelta di investire sul sito di Sant'Agata Bolognese, a riprova del clima positivo di relazioni tra Azienda e Rappresentanze Sindacali.

Le caratteristiche del nuovo impianto di verniciatura

Il reparto di verniciatura completa l'ampliamento del sito produttivo, che da 80.000 mq nel 2016, arriva ora ad estendersi fino a un totale di oltre 160.000 mq di superficie coperta. La realizzazione dei nuovi edifici e l'installazione di tecnologie innovative hanno visto all'opera oltre 600 imprese per un totale di 3.600 persone esterne coinvolte.

Il nuovo reparto si avvale di impianti tecnologicamente innovativi, a basso impatto ambientale, e di manodopera dalle elevate competenze specialistiche. Come la linea di assemblaggio del Super SUV Urus, anche il nuovo impianto di verniciatura è caratterizzato dall'impiego e da un'ulteriore evoluzione del modello Factory 4.0, che integra nuove tecnologie produttive per affiancare gli operatori nelle attività di assemblaggio. Così, la Manifattura Lamborghini raggiunge un nuovo livello di sviluppo del modello caratterizzato da modularità, flessibilità e massima personalizzazione.

Il percorso produttivo all'interno dell'impianto è caratterizzato da un innovativo processo modulare, che si distingue dal processo lineare standard che invece caratterizza gli impianti di verniciatura attualmente esistenti in campo automotive. Questo permette di attivare un determinato processo e percorso a seconda del colore richiesto, garantendo quindi la massima flessibilità di processo ed efficienza produttiva.

Il nuovo impianto di verniciatura è inoltre il primo al mondo ad essere dotato di un'intelligenza artificiale in grado di riconoscere le priorità e programmare i processi. Il sistema intelligente tiene memoria di ogni processo svolto, calcola il tempo necessario per ogni vettura e "impara" a programmare gli step successivi sulla base dell'esperienza passata, come ad esempio la quantità di un particolare tipo di colore necessaria per verniciare una vettura.

Il magazzino, cuore del processo, è completamente automatizzato e gestito dall'intelligenza artificiale, garantendo reattività e una maggiore flessibilità nella programmazione dei processi rispetto ai magazzini classici.

Il processo di verniciatura si svolge con un mix di fasi manuali e robotizzate. In questo modo i robot svolgono le attività più ripetitive e più gravose da un punto di vista ergonomico, mentre l'operatore fornisce il suo fondamentale valore aggiunto di manualità richiesto per finalizzare il processo. Altra peculiarità è la verniciatura degli elementi estetici esterni, come per esempio i paraurti e gli specchietti, che viene eseguita in parallelo alla carrozzeria così da garantire uniformità del colore.

Attraverso il nuovo reparto di verniciatura, sono infinite le opzioni di colore che Lamborghini offre ai propri clienti. I colori si suddividono in quattro tipologie: standard, speciale, matt e Ad Personam.

Attraverso il programma Ad Personam, il cliente non solo può scegliere di personalizzare la vettura con i colori e le grafiche che preferisce, ma può creare il suo colore unico e speciale come in una vera e propria opera d'arte.

Lo stabilimento conferma inoltre l'impegno che Automobili Lamborghini porta avanti da anni sul fronte della sostenibilità ambientale.

Il nuovo impianto, per le sue caratteristiche di verticalizzazione, ha permesso una significativa riduzione del 30% dell'utilizzo del suolo rispetto a un impianto di verniciatura paragonabile. L'edificio è di classe A con isolamento perfetto e allestito con luci a LED di ultima generazione.

Il 95% dei colori utilizzati sono a base acqua. Le emissioni dei solventi sono molto contenute grazie a un post bruciatore in grado di recuperare il calore e riutilizzarlo per riscaldare i forni della linea di verniciatura. Questa tecnologia porta al 25% di riduzione del consumo di energia.

Inoltre, grazie alle tecnologie di avanguardia dei sistemi di nebulizzazione dell'aria, viene raggiunta un'elevata efficienza in termini di consumo della vernice. L'80% della vernice è effettivamente applicata sulla scocca, valore di due volte superiore rispetto ai sistemi standard.

Infine, attraverso la tecnologia E-Cube, che consente di catturare l'overspray durante il processo di verniciatura, il consumo di acqua per la filtrazione dell'aria è ridotto a zero.

Bologna Città metropolitana. Piano occupazionale, approvato aggiornamento per 118 assunzioni in più

E-mail Stampa PDF

ufficioNel triennio 2019/2020 la Città metropolitana assumerà 118 dipendenti in più rispetto a quanto già previsto dal Piano Assunzioni.

È quanto emerge dal primo aggiornamento al piano triennale dei fabbisogni del personale (PTFP) 2019–2021 approvato con atto del sindaco. Nel dettaglio sono previste:

•nel 2019 54 unità aggiuntive per un totale di 105 assunzioni;

•nel 2020 35 unità aggiuntive per un totale di 54 assunzioni;

•nel 2021 29 unità aggiuntive per un totale di 45 assunzioni.

"Con questo aggiornamento – dichiara il vicesindaco metropolitano con delega al Personale Fausto Tinti - abbiamo un Piano assunzioni che non ha precedenti negli ultimi anni: in tre anni avremo 204 nuovi assunti. Segno che questo nuovo Ente si occupa di funzioni e di progetti sempre più rilevanti per il territorio e la comunità metropolitana. E segno che siamo un Ente capace di innovare con competenze di qualità il proprio ruolo a livello regionale e nazionale."

L'aggiornamento è stato elaborato in coerenza con il prevedibile sviluppo strategico dell'ente nel medio periodo e volto ad assicurare lo svolgimento delle funzioni fondamentali e delegate dalla Regione Emilia-Romagna a cui la Città metropolitana è preposta: a partire dai Lavori Pubblici (scuole e strade), Pianificazione e Sviluppo economico.

Oltre al riassetto organizzativo, verranno valorizzate le professionalità interne all'ente per le peculiarità del ruolo svolto e verrà potenziato l'organico con professionalità altamente specializzate, realizzando un'organizzazione dinamica, flessibile ed in continua evoluzione.

Redazione

Appennino, al via la collaborazione tra "Trekking col treno" e "Col Bus"

E-mail Stampa PDF

Treking gruppoDopo una prima sperimentazione la collaborazione tra le due iniziative si consoliderà

Comincia con il piede giusto la collaborazione tra l'iniziativa "Trekking col Treno" e il servizio di trasporto a chiamata "ColBus". Una prima sperimentazione domenica scorsa ha permesso ai partecipanti all'escursione "Sulla Via degli Dei, 2 di 2" di usufruire del servizio "Col bus" da San Benedetto Val di Sambro a Madonna dei Fornelli, partenza della tappa del noto cammino che percorre un tratto della Flaminia Militare e il panoramico crinale del passo della Futa.

Questa prima collaborazione (positiva a parte un piccolo ritardo per il troppo afflusso di persone in partenza da Bologna con il servizio sostitutivo ferroviario) è stata resa possibile da un accordo tra SRM - Reti e Mobilità Srl, Città metropolitana di Bologna, Destinazione Turistica, Bologna Welcome, Tper, Saca e CAI sezione Bologna, e apre la strada a una sinergia più strutturata per il 2020, che potrebbe dare a Trekking col Treno la possibilità di raggiungere più facilmente zone dell'Appennino non collegate dal normale trasporto pubblico.

ColBus nasce, infatti, per dare a chiunque la possibilità di prenotare un trasporto per raggiungere una serie di località dell'Appennino bolognese. Il servizio, che funzionerà per tutta l'estate nei giorni di sabato, domenica e festivi, sta costruendo sinergie con la Destinazione turistica della Città metropolitana di Bologna e altre iniziative per facilitare l'accesso dei turisti al nostro Appennino.

Redazione

Il PUMS della Città metropolitana di Bologna inserito nelle linee guida della Commissione Europea

E-mail Stampa PDF

Sono state presentate questa mattina dalla Commissione Europea, a Groningen (Olanda), le nuove linee guida dei Pums (Piani Urbani della Mobilità Sostenibile) per i territori dell'Unione.

Nel documento, illustrato dal direttore generale della DG MOVE della Commissione europea, è stato inserito il Pums della Città metropolitana di Bologna come buona pratica a cui ispirarsi per la sua innovatività.

Oltre che nel documento principale il Pums di Bologna metropolitana è presente anche nella parte dedicata alle regioni metropolitane, come una delle migliori pratiche, insieme a Manchester.

"Siamo stati i primi ad adottare il Pums in Italia a livello metropolitano, commenta il sindaco metropolitano Virginio Merola. Sapevamo di aver fatto un lavoro all'avanguardia e già abbiamo ricevuto diversi premi ma questo riconoscimento a livello europeo ci riempie certamente di soddisfazione".

"Questa notizia - aggiunge il consigliere delegato alla Mobilità Sostenibile Marco Monesi - arriva proprio nel giorno in cui, insieme a Philip Morris, Regione e aziende dei trasporti, abbiamo presentato il primo progetto in Italia di trasporto locale integrato pubblico-privato nel quale un'azienda paga un servizio di trasporto aperto a tutti. Un progetto nato proprio ai tavoli del Pums".

Redazione

Automobili Lamborghini Menswear PE 2020 a Pitti Uomo

E-mail Stampa PDF

Lamborghini Menswear -Pitti UomoAutomobili Lamborghini presenta a Pitti Uomo la collezione Menswear primavera estate 2020, un total look suddiviso in tre linee che declina in abbigliamento e accessori i codici della Casa delle supersportive: informal luxury, future shapers e designers of experience.

Gli operatori di settore, i media, gli influencers e gli ospiti VIP sono stati accolti alla Limonaia di Villa Vittoria, immersi in un'atmosfera in puro lifestyle Lamborghini: gli arredi di Riva 1920 disegnati da Karim Rashid e le supersportive Lamborghini Huracán Evo Spyder e Aventador SVJ Roadster hanno fatto da cornice alla presentazione della collezione e successivamente al cocktail pomeridiano con dj set di Mazay, Andrea Mazzantini, dj e producer milanese.

Redazione

Pagina 1 di 83