Ultimo aggiornamento04:28:09 PM GMT

Sei qui: Attualità Articoli

Articoli

Una scuola per ricezione turistica, Cna, Ecipar e Insieme per il Lavoro lanciano il primo corso

E-mail Stampa PDF

Aumenta la richiesta di servizi legati al mondo del turismo e Cna Bologna, insieme alla sua società di formazione Ecipar, ha messo a punto un progetto formativo completo, che mira a creare una Scuola di Hotellerie per formare personale ad hoc per il settore della ricezione. Il percorso rientra nel progetto più ampio delle Scuole di Mestiere: il recupero dei mestieri artigiani con lo scopo di rilanciare il settore e valorizzare i saperi e le competenze del territorio. Questo è il progetto di lungo periodo sul quale il sistema Ecipar e Cna Bologna sta da tempo lavorando in collaborazione con le imprese.

Il primo percorso formativo è stato realizzato in sinergia con Insieme per il Lavoro, il progetto che nasce dalla collaborazione tra Comune di Bologna, Città metropolitana e Arcidiocesi di Bologna per l'inserimento nel mondo del lavoro di persone scarsamente autonome nella ricerca di occupazione; un network che comprende associazioni, sindacati e settore non profit, così da diventare uno strumento efficace per un dialogo tra domanda e offerta di lavoro a Bologna.

Dal costruttivo dialogo tra i diversi attori nasce il percorso formativo per "Addetto alle pulizie", un primo step di un progetto più ampio che dopo l'estate vedrà l'apertura di altri percorsi formativi per cameriera ai piani e facchino d'hotel, due figure molto richieste nel settore dell'Hotellerie.

"Questo progetto si inserisce a pieno nell'ambito delle iniziative che stiamo portando avanti - spiega Marco Lombardo, assessore con delega al progetto "Insieme per il Lavoro" del Comune di Bologna - l'inserimento nel mondo del lavoro di persone scarsamente autonome nella ricerca di occupazione, attraverso la formazione, è elemento fondante di Insieme per il Lavoro. Sono certo che anche questa iniziativa porterà i risultati sperati".

Oscar Budriesi, portavoce delle imprese di pulizia di Cna Bologna afferma: "questo primo corso di formazione rappresenta una grande opportunità per le imprese del settore pulizie che hanno sempre più bisogno di figure specializzate per offrire un servizio all'altezza e di qualità". Infatti, come spiega Ecipar Bologna, "si tratta di un corso che raramente è stato proposto, anche a livello nazionale: per la prima volta viene fatta formazione di alto livello e con un numero così elevato di ore, proprio per dare grande valore al settore pulizie, alle sue imprese e a chi ci lavora".

Sono 15 le persone iscritte a Insieme per il Lavoro che parteciperanno al corso che è iniziato oggi, lunedì 18 marzo, e prevede 200 ore (di cui 110 di aula e 90 di stage) e che porterà gli iscritti ad ottenere, a seguito di un esame, un attestato di frequenza.

Percorso che darà la possibilità di trovare lavoro nelle aziende impegnate all'ambito turismo, e non solo già attivate nell'ambito del progetto formativo. Nel corso delle 200 ore verrà fatto un lavoro sia sul piano professionale, sia su quello relazionale per preparare i futuri lavoratori a gestire al meglio ogni aspetto del proprio lavoro, compreso il contatto con il pubblico all'interno delle strutture.

Chi, al termine del percorso, otterrà un impiego, si avvarrà anche di un percorso di accompagnamento a pieno sostegno dell'ingresso del lavoratore in azienda.

Redazione

21 marzo Giornata della Memoria e dell'Impegno contro le mafie

E-mail Stampa PDF

Tanti gli eventi nei Comuni della città metropolitana

Bologna. Ogni 21 marzo dal 1996 si celebra la Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. L'evento è stato voluto dall'associazione Libera che ha scelto il primo giorno di primavera, giorno di risveglio della natura, come occasione per rinnovare la primavera della verità e della giustizia sociale.

I Comuni della città metropolitana partecipano all'iniziativa con numerosi eventi. Molte Amministrazioni, nella giornata del 21 marzo, hanno scelto di organizzare il pranzo nelle mense scolastiche con i prodotti dell'associazione Libera Terra, provenienti dalle terre confiscate alla criminalità organizzata (tra le altre Anzola dell'Emilia, Bologna, Calderara, Crevalcore, Galliera, Imola, Malalbergo, Minerbio, Pianoro, Sala Bolognese, San Giorgio di Piano, San Giovanni in Persiceto, San Lazzaro di Savena, San Pietro in Casale, Sant'Agata Bolognese).

Questi i principali appuntamenti in programma nei prossimi giorni nel territorio della Città metropolitana.

Ad Argelato sabato 23 alle 10 deposizione di una corona in memoria di Giovanni Falcone (Giardino della scuola primaria "G. Falcone" di Funo) e alle 11 in memoria di Paolo Borsellino (alla scuola primaria "P. Borsellino" di Argelato).

Le Biblioteche comunali di Borgo Tossignano e Casalfiumanese hanno realizzato l'angolo della Legalità in cui sono visibili bibliografie di libri sul tema della lotta contro le mafie e la criminalità organizzata in tutte le sue forme ed espressioni. A Castel San Pietro Terme mercoledì 20 marzo alle 16.30 la Biblioteca propone "Crescere liberi" letture per bambini dai 6 ai 9 anni. A Castenaso giovedì alle 10 c'è la "Camminata della legalità": si parte dalle scuola Gozzadini e si sosta nelle vie intitolate a Rita Atria e Giuseppe Impastato.

A Medicina giovedì dalle 17 incontro dal titolo "La Lettura illumina la Giustizia" nel Cortile della Legalità (cortile Biblioteca, Via Cuscini 1), alle 21 proiezione del film "Era d'estate" (Sala del Suffragio). A Sala Bolognese il BBB-Beep Beep Book porta i libri e le storie sulla legalità fuori dalla Biblioteca nelle giornate 20, 26 e 27 marzo e 2 e 3 aprile.

A San Giovanni in Persiceto giovedì alle ore 18.30 si terrà un Consiglio comunale in seduta aperta, interverranno Mauro Borsarini, dirigente Iis "Archimede", il dirigente della Direzione Investigativa Antimafia sezione operativa di Bologna e Elia Minari dell'associazione Cortocircuito e autore del libro "Guardare la mafia negli occhi. Le inchieste di un ragazzo che svelano i segreti della 'ndrangheta al Nord". Interverranno inoltre alcuni docenti e studenti dell'Istituto superiore "Archimede" che racconteranno la loro esperienza nei campi di impegno e formazione sui beni confiscati alle mafie organizzati da Libera - Associazione, nomi e numeri contro le mafie.

A Valsamoggia il presidio locale di Libera e il Centro per la Legalità hanno condotto un laboratorio sul tema con 12 classi delle scuole secondarie di 1° grado e il 21 marzo, a completamento del percorso, in tutti gli istituti comprensivi del territorio ci sarà un collegamento per consentire alle classi coinvolte di seguire in diretta la manifestazione nazionale. A Zola Predosa giovedì alle 11 appuntamento al Parco Vittime innocenti di tutte le mafie 21 Marzo (antistante la scuola Medie F. Francia, via degli Albergati n. 30) rivolto alla cittadinanza e agli studenti per leggere e ricordare insieme i nomi delle vittime innocenti delle mafie e delle stragi.

Redazione

Automobili Lamborghini raggiunge livelli record su tutti i principali dati finanziari del 2018

E-mail Stampa PDF

Lamborghini SedeCrescita del fatturato del 40%: raggiunta quota 1,42 miliardi di euro, incremento delle vendite mondiali del 51%, da 3.815 a 5.750 unità

Sant'Agata Bolognese. Nell'esercizio 2018 (1 gennaio - 31 dicembre), Automobili Lamborghini S.p.A. ha segnato un nuovo record assoluto rispetto a tutti i principali indicatori finanziari: vendite, fatturato e redditività hanno raggiunto livelli che non hanno precedenti nei 55 anni di storia del marchio.

Dopo aver superato per la prima volta nel 2017 la soglia del miliardo di euro, nel 2018 il fatturato è cresciuto del 40%, passando da 1.009 milioni a 1.415 milioni. Le consegne ai clienti sono aumentate del 51%, per un totale di 5.750 unità, con vendite record in tutti i principali mercati: America, EMEA e Asia-Pacifico. Tutto questo si deve principalmente al lancio sul mercato del nuovo Super SUV Lamborghini Urus. Le consegne, iniziate solo a metà 2018, hanno impresso ulteriore slancio alla crescita della Casa del Toro, che ha registrato anche un incremento delle vendite dei modelli supersportivi V12 e V10, Aventador e Huracán.

Stefano Domenicali, Chairman e CEO di Automobili Lamborghini, ha dichiarato: "Nell'esercizio 2018, Lamborghini ha segnato nuovi record storici su tutti i fronti in termini economici. Allo stesso tempo, siamo entrati in una dimensione completamente nuova: Lamborghini ha superato l'incredibile soglia delle 5.000 vetture consegnate ai clienti e anche l'andamento finanziario ha registrato un ulteriore incremento, raggiungendo un livello record. Questo balzo in avanti dimostra il valore del nostro prodotto e della nostra strategia commerciale. È un risultato straordinario, frutto di un lavoro di squadra per il quale vorrei ringraziare tutti i collaboratori di Lamborghini a livello globale, per l'ispirazione e la dedizione al marchio e alle sue storiche tradizioni, oltre che i nostri azionisti per la loro fiducia e sostegno. Allo stesso tempo, ci stiamo preparando a dare ulteriore slancio alla crescita e ad affrontare nuove sfide in termini di innovazione e tecnologia, allo scopo di raggiungere nuovi traguardi in futuro."

Alla luce delle nuove assunzioni, alla fine del 2018 Lamborghini ha superato i 1.750 dipendenti totali: +10% rispetto al 2017 e +70% rispetto ad appena cinque anni fa.

Grazie a un portafoglio prodotti accattivante e a una solida presenza a livello globale, con una rete commerciale composta da 157 concessionari in 50 Paesi, Automobili Lamborghini conferma le prospettive positive per il 2019 sia sul fronte delle vendite che del fatturato. La Casa di Sant'Agata Bolognese prevede che l'attuale sviluppo proseguirà nell'esercizio in corso, confermando per il medio termine le prospettive di una crescita sostenuta e solida, oltre a investimenti strategici continui in innovazione e nuove tecnologie.

Redazione

Crevalcore: Intitolazione a Mons. Enelio Franzoni dell'Edificio già sede della Chiesa provvisoria

E-mail Stampa PDF

Crevalcore chiesa provvisoria Mons FranzoniDomenica 10 marzo a Crevalcore verrà intitolato l'edificio, già sede della Chiesa provvisoria costruita in seguito al terremoto del 2012, a Mons. Enelio Franzoni, parroco dal 1952 al 1967, medaglia d'Oro al Valor Militare e cittadino onorario del comune.

Il programma
ore 9.30 Ritrovo presso il Cinema Teatro Verdi e posa di un ricordo
ore 10 Santa messa nella chiesa parrocchiale di San Silvestro
ore 11 Intitolazione dell'edificio, intervento delle Autorità, testimonianze e video

L'evento è realizzato da Comune di Crevalcore e parrocchia di Crevalcore in collaborazione con il comitato per la memoria di Mons. Enelio Franzoni.

Chi era Franzoni
Mons. Enelio Franzoni è nato a San Giorgio di Piano ed è stato ordinato sacerdote il 28 marzo 1936. Nel 1941 venne inviato come cappellano militare in Russia, dove cadde prigioniero il 16 Dicembre 1942. Dopo il rimpatrio, nel 1946 gli venne affidata la Parrocchia di San Giovanni in Persiceto, poi quella di Crevalcore dal 1952 al 1967 per 16 anni e, infine, quella di Santa Maria delle Grazie in S.Pio V a Bologna. Nel 1951 è stato insignito della medaglia d'oro al Valor Militare, per essersi prodigato, durante la guerra, nel salvare la vita dei propri commilitoni, anche a rischio della propria.
Nel 1996, in occasione del 60° anniversario della sua ordinazione a Sacerdote, il Consiglio Comunale gli ha conferito la CITTADINANZA ONORARIA in considerazione del fatto che: "la Comunità di Crevalcore ha mantenuto della figura di Mons. Enelio Franzoni un ricordo affettuoso e riconoscente e ricordando anche la meritoria attività svolta durante la seconda guerra mondiale assistendo i soldati italiani in Russia e anche dopo la fine del conflitto allorquando si è prodigato per il rinvenimento e il rimpatrio dei resti dei Caduti".
Monsignor Enelio Franzoni è scomparso a Bologna il 5 marzo 2007.

Redazione

Brand partnerships Automobili Lamborghini al Salone dell’automobile di Ginevra 2019

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI Piquadro GINEVRAPiquadro lo zaino Bagmotic in edizione limitata

Ginevra – L'universo lifestyle di Automobili Lamborghini è presente al Salone dell'automobile di Ginevra 2019, dal 7 al 17 marzo, con in anteprima tre prestigiose collaborazioni.

DNA Lamborghini, il libro ufficiale con D'ORO Collection

Katia Bassi, Chief Marketing Officer & Board Member di Automobili Lamborghini e Dino Salvatore Giorgio, editore della casa editrice D'ORO Collection, presentano DNA Lamborghini, un volume unico da collezione e in edizione numerata curato da Antonio Ghini.Il volume racconta la storia della Casa di Sant'Agata Bolognese e raccoglie tutti i modelli e i prototipi realizzati dal 1963 ad oggi.

Il libro vanta un'esclusiva copertina in carbonio Forged Composite® prodotta con la stessa tecnologia utilizzata per le vetture e impreziosita dalla scultura in bronzo dorato che riproduce lo scudo Lamborghini. È rilegato in seta e in pelle arancio Leonis, con dorature a caldo. Le immagini fotografiche sono stampate con una speciale tecnica serigrafica su carta di cotone cucita a mano. Questi alcuni dettagli che, oltre agli schizzi originali firmati da Mitja Borkert – Head of Design di Automobili Lamborghini – fanno di DNA Lamborghini un vero libro gioiello.

Il libro di 309 pagine è disponibile sugli e-shop dorocollection.com e lamborghinistore.com, presso gli store D'ORO Collection e Automobili Lamborghini, oltre che in boutique e dealers selezionati, al prezzo di 9.900 €.

Piquadro con lo zaino Bagmotic e Collezione Automobili Lamborghini

Luca Lucini, Product Manager Brand Partnerships Automobili Lamborghini e Marco Palmieri, Presidente di Piquadro, marchio di accessori tech-design per business traveller, presentano Bagmotic special edition Automobili Lamborghini, uno zaino dalla doppia etichetta in edizione limitata in cui si ritrovano i valori che accomunano le due aziende italiane: l'attenzione al design, i contenuti altamente tecnologici e la cura per il dettaglio.

Lo zaino, concepito dal team di designer Piquadro, combina materiali tecnici tipici delle supersportive Lamborghini, come l'Alcantara® e la fibra di carbonio, con un pregiato pellame pieno fiore dall'aspetto mat e dalla mano morbida e liscia. I dettagli sono d'ispirazione sportiva come l'inserto arancio Argos sul fronte, che richiama la tipica forma a Y presente nel design delle vetture e particolarmente evidente nei sedili e nelle luci dei proiettori. Le funzionalità sono numerose: alcune, molto tecnologiche, ne fanno uno zaino intelligente, in grado di comunicare grazie alla tecnologia Bagmotic di Piquadro, che consente l'interazione tramite cellulare. Grazie all'app Connequ lo zaino è connesso via Bluetooth allo smartphone che funziona come un allarme in caso di furto o smarrimento. All'interno dello zaino si trova una tasca specificamente pensata per contenere un powerbank che permette di ricaricare lo smartphone per induzione. Lo zaino è dotato di una serratura a combinazione, di un cavetto antifurto e di una speciale tasca per il portafoglio con protezione RFID per evitare la clonazione delle carte di credito.

Ogni zaino è reso unico ed esclusivo dalla numerazione interna riportata sulla piccola targa in carbon skin, caratteristica che contraddistingue le serie limitate delle supersportive. Il numero di zaini prodotti è 63 come l'anno di fondazione della Automobili Lamborghini. Lo zaino sarà disponibile in esclusiva il 18 marzo sul sito piquadro.com al prezzo di 800 euro.

Gameloft e Automobili Lamborghini: guida virtuale della Huracán EVO Spyder

Gameloft, azienda leader nella creazione e sviluppo di videogames, e Automobili Lamborghini annunciano una esclusiva partnership che unisce il mondo reale e quello virtuale, grazie alla simulazione di guida della nuova Huracán EVO Spyder nel racing game per mobile Asphalt 9: Legends. Continua la partnership tra le due aziende, che hanno collaborato per il lancio di Asphalt 9: Legends, offrendo l'emozione di guida della Lamborghini Terzo Millennio a tutti i players del mondo.

Durante il Salone è possibile partecipare ad una esclusiva simulazione di Asphalt 9: Legends con la nuova Huracán EVO Spyder, e accedere ad un contest dove i primi cinque vincitori riceveranno il modellino 1/43 per collezionisti della supersportiva.

Inoltre, all'interno dell'area espositiva, durante i giorni di apertura in anteprima per la stampa, Amedei, storica azienda specializzata nella produzione di cioccolato artigianale d'eccellenza, ha accompagnato gli ospiti in un percorso di taste learning alla scoperta del cioccolato di alta qualità grazie alla presenza di Cecilia Tessieri, fondatrice dell'azienda e prima donna Maître Chocolatier al mondo.

Redazione

Via ai cantieri della Ciclovia del sole Verona-Bologna-Firenze

E-mail Stampa PDF

cicloviaIl 30 marzo partono i lavori per la ciclabile europea dal confine con la Lombardia alle porte di Bologna

Marzo e aprile saranno mesi cruciali per la Ciclovia del Sole Verona-Bologna-Firenze: 670 km (di cui 360 km in Emilia-Romagna e 166 km nella città metropolitana di Bologna), che si inseriscono in una delle più importanti ciclabili europee (Euro Velo 7 da Capo Nord a Malta per 7.400 km complessivi).

Partiranno infatti i cantieri nel tratto bolognese (30 marzo) e verrà presentato il progetto di fattibilità (22 aprile). Mentre proprio in questi giorni sono iniziati gli incontri sul territorio per preparare la rete di servizi necessari, il piano di promozione e le sperimentazioni della Ciclovia.

È quanto annunciato oggi dal sindaco metropolitano Virginio Merola accompagnato dall'assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini e dal Consigliere metropolitano alla Mobilità Sostenibile Marco Monesi.

Attualmente in territorio italiano è già realizzato il tratto che dal Brennero arriva a Mantova. Il completamento della ciclovia che, passando per Verona, arriva fino a Bologna e poi a Firenze è quindi fondamentale perché nei prossimi anni il nostro territorio entri a far parte di una delle più importanti rotte europee del cicloturismo.

Il progetto

Alla Città metropolitana di Bologna sono stati affidati il coordinamento e l'attuazione del progetto di fattibilità tecnico-economica per il tratto Verona-Bologna-Firenze. Nei mesi scorsi è stata fatta una gara europea vinta da "Politecnica Ingegneria e architettura soc. coop." che ha avviato la progettazione il 15 novembre 2018 e dovrà ultimarla entro il 22 aprile 2019. La previsione del costo complessivo dell'opera è di circa 62 milioni. L'itinerario del tracciato da Verona a Firenze, in corso di progettazione prevede: circa 140 km di pista da progettare ex-novo, 380 km da riqualificare, 150 km esistenti. Dei 166 km nella città metropolitana di Bologna i km da riqualificare sono 100 mentre quelli di progetto sono 66 di cui 40 già finanziati.

Il 30 marzo via ai cantieri nel tratto bolognese

E proprio il 30 marzo partirà il cantiere per realizzare il più importante dei tratti mancanti: 46,300 km dal confine tra Emilia-Romagna e Lombardia alle porte della città di Bologna che verrà realizzato entro giugno 2020 per un costo di 5 milioni di euro. La ciclovia (i cui lavori sono diretti dalla Città metropolitana di Bologna) attraversa 8 comuni: Anzola dell'Emilia, Camposanto, Crevalcore, Mirandola, Sala Bolognese, San Felice sul Panaro, San Giovanni in Persiceto e Sant'Agata Bolognese, interessando complessivamente un bacino di oltre 100.000 abitanti. Verrà realizzata per circa 32 km sul rilevato ferroviario dismesso della linea Bologna-Verona mentre 14 km già usufruibili saranno riqualificati. Il tutto connesso con le stazioni ferroviarie e le ciclabili comunali esistenti.

Alcuni lavori propedeutici all'avvio dei cantieri sono stati effettuati nel 2018 a cura di RFI con un finanziamento proprio di 800.000 euro per realizzare il sovralzo dei tre ponti sui torrenti Ghironda, Lavino e Samoggia.

In arrivo altri finanziamenti

Per realizzare gli altri tratti mancanti della Ciclovia del Sole sono già previsti alcuni fondi ed altri verranno stanziati nei prossimi anni. In particolare nel territorio bolognese:

•Connessione con Bologna: per raccordare il capoluogo con il percorso sull'ex Bologna-Verona sono già previsti finanziamenti per circa 3 milioni di euro da aziende private.

•Pian di Venola (Ponte di Sperticano) – Riola di Vergato: è già finanziato per 2,5 milioni di euro dal "Patto per Bologna- FCS 2014-2020". L'intero tracciato si sviluppa all'interno del territorio dei Comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Vergato per una lunghezza di 21 km e verrà realizzato per stralci funzionali tra il 2019 e il 2023.

•Inoltre per la Ciclovia del Sole Verona-Firenze sono già stati previsti, nell'ambito del finanziamento del sistema nazionale di ciclovie turistiche, circa 16 milioni di euro per il 2016/2019.

Al via gli incontri sul territorio e le sperimentazioni della Ciclovia

Anche per arrivare preparati a questo storico appuntamento in questi giorni viene avviato un percorso di confronto con il territorio (il 28 febbraio a Vergato, il 4 marzo a Bologna e il 7 a Crevalcore) per cominciare a valutare, insieme agli stakeholder locali, risorse e potenzialità di ciascuno al fine di dar vita ad una rete di accoglienza per i cicloturisti.

Un preliminare lavoro di mappatura delle risorse paesaggistiche, storiche e culturali e dei servizi presenti nella fascia di 5 chilometri dal tracciato della Ciclovia sta già evidenziando alcuni primi numeri significativi: più di 250 attrazioni culturali, oltre 130 attrazioni naturali e per attività all'aria aperta, oltre 3000 strutture ricettive organizzate. Nella sola Emilia-Romagna sono interessati più di 250 alberghi e 1.400 strutture extralberghiere.

Durante tre weekend nel mese di marzo partiranno anche le sperimentazioni sul campo lungo la Ciclovia, un gruppo di cicloturisti guidato dall'esperto Valter Ballarini utilizzerà l'intermodalità bici + treno così da testare la possibilità di realizzare anche itinerari circolari percorribili in un giorno o in un weekend.

Questo il calendario: 16 marzo (Verona–Mantova), 17 marzo (Anello Mantova-S. Benedetto Po-Mantova), 22 marzo (pedalata notturna a Bologna), 23 marzo (Anello Mirandola-Quistello-Mirandola), 24 marzo (Modena-Marano sul Panaro), 30 marzo (Bologna-Sasso Marconi e Vergato-Porretta Terme), 31 marzo (Porretta Terme-Pistoia).

Redazione

Città Metropolitana. "M'illumino di meno 2019", venerdì 1 marzo torna l'iniziativa di Radio Rai 2

E-mail Stampa PDF

Venerdì 1 marzo è il giorno di "M'illumino di meno" l'iniziativa di Caterpillar e Rai Radio2, giunta alla XV edizione, dedicata quest'anno all'economia circolare. Oltre a seguire stili di vita sostenibili, come spegnere le luci non indispensabili, l'invito dei promotori è di riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi e allontanare "il fine vita" degli oggetti.

Anche nella città metropolitana sono diversi i Comuni che aderiscono all'iniziativa, proponendo tante attività pensate per attirare l'attenzione sull'efficienza e sul consumo intelligente di energia. A Bologna il CAAB (Centro agro alimentare di Bologna) e Fico organizzano la cena Spreco zero, una cena sostenibile, con la diretta M'illumino di meno 2019 di Rai Radio 2.

A Budrio il Comune spegnerà l'illuminazione della facciata del palazzo comunale e della piazza Filopanti.

Sono diverse le azioni promosse dal Comune di Imola, in particolare segnaliamo: l'anticipo di un'ora dello spegnimento del riscaldamento negli uffici comunali e, dalle 19 alle 21, l'abbassamento delle luci di alcuni monumenti e di piazza Matteotti dove, in collaborazione con Hera, il Comune organizza un banchetto per la raccolta di rifiuti riciclabili (oli vegetali, piccoli rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche e stoviglie in metallo) e contemporaneamente si terrà un concerto acustico della Formazione Juniores della Banda Musicale Città di Imola e il duo Andrea De Marco & Iader Berti, e la Croce Rossa Italiana Comitato di Imola raccoglie abiti dismessi.

Nell'Unione Reno Galliera sono diversi i Comuni che aderiscono all'iniziativa: ad Argelato giovedì 28 febbraio alle ore 16 davanti all'uscita della scuola primaria "P. Borsellino" e venerdì 1 marzo alle ore 16.30 davanti all'uscita della scuola primaria "G. Falcone" di Funo saranno distribuite gratuitamente lampadine a led.

A Castello d'Argile venerdì 1 alle 18 in piazza A. Gadani si spegne l'illuminazione pubblica, si accendono dei fuochi e si fa aperitivo. Alle 19.15 in sala del Consiglio comunale "La terra è stanca! Ri – generare", conversazione su temi legati alla gestione dei rifiuti e l'economia circolare.

Il programma di eventi organizzato a Pieve di Cento ha il titolo "La plastica non si mastica - Salviamo il nostro pianeta" e per venerdì prevede, fra l'altro, lo spettacolo gratuito "Sull'isola deserta" (Palestra comunale, via Cremona 62) a cura di Leoscienza consigliato per bambini dai 4 ai 99 anni. Alle 18, guidati da John Strada e dalle chitarre del Circolo Pievese di Musica Moderna, concerto-parata che si concluderà in Piazza A. Costa, dove alle ore 18.30 c'è lo spettacolare gioco del "Mega puzzle della città pulita" e merenda "plastic free". Sabato 2 marzo alle 10 al Teatro Alice Zeppilli presentazione del libro "Il manuale delle 50 (piccole) rivoluzioni per cambiare il mondo" con l'autore Federico Taddia.

A San Giorgio di Piano lettura e laboratorio di riciclo per bambine e bambini da 4 a 8 anni a cura di Carlina Resta (Open Group) ed Elisa Pedretti (Compagnia Arte e salute ragazzi - Teatro Testoni). Venerdì 1 marzo l'amministrazione comunale organizza la conferenza-concerto "Una calda atmosfera", sul tema del clima che cambia. Saranno presenti l'Orchestra La Rumorosa, diretta dal maestro Mario Sollazzo, con Vittorio Marletto nel doppio ruolo di climatologo e clarinettista. Dalle 20 ci sarà un rinfresco al buio per tutti.

L'amministrazione comunale di Valsamoggia venerdì 1 spegnerà, dalle 19 alle 20, la facciata del municipio di Bazzano e parzialmente le facciate degli altri municipi. Inoltre la Fondazione Rocca dei Bentivoglio coglie l'occasione per valorizzare i luoghi culturali riscoprendoli a luci spente o con illuminazione alternativa. Le biblioteche, i musei, e l'intero staff della Fondazione si metteranno alla prova per offrire ai visitatori un'intrattenimento divertente e "illuminante". Letture al buio, notte in biblioteca, visita alla Rocca.

Il programma dettagliato delle iniziative nei Comuni che aderiscono alla campagna è sul portale della Città metropolitana: M'illumino di meno 2019.

Redazione

"Il Genio della Donna", incontro dedicato alle donne architetto

E-mail Stampa PDF

Giovedì 28 febbraio ritorna il ciclo di conferenze in Città metropolitana

Proseguono gli appuntamenti del ciclo di conferenze curato dalle professoresse Vera Fortunati e Irene Graziani dal titolo "Il Genio della Donna. Donne e arte in Europa dal Medioevo al Novecento". Giovedì 28 febbraio, a palazzo Malvezzi, la storica dell'arte Valeria Rubbi parlerà delle donne architetto nell'età moderna.

Il progetto, promosso e organizzato dalla Città metropolitana di Bologna in collaborazione con il Dipartimento delle Arti dell'Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, intende divulgare gli esiti dei più recenti studi emersi in Italia e all'estero sul ruolo della donna nella storia dell'arte.

Dal Medioevo al Novecento il ruolo della donna a Bologna è stato particolarmente significativo sia nel campo delle arti figurative che in quelli della letteratura e delle scienze.

Se lo Studium ha precocemente favorito la presenza femminile nella docenza universitaria, anche l'ambiente artistico si è dimostrato aperto all'attività delle donne artiste. Partendo dalla ricostruzione di questa storia – che ha dato vita nel tempo alla pubblicazione di studi monografici e ad importanti mostre dedicate a protagoniste come Properzia de' Rossi, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani, Ginevra Cantofoli, divenute ormai note al grande pubblico – è sorto a Bologna il "Centro di documentazione per la storia delle donne artiste in Europa" sotto la direzione scientifica di Vera Fortunati, che ha sede in via della Rondine 3 a Bologna, presso l'Archivio storico della Città metropolitana.

Il programma delle conferenze (gli incontri si terranno tutti alle ore 17.30 a palazzo Malvezzi, via Zamboni 13, sede della Città metropolitana)

giovedì 28 febbraio
Valeria Rubbi
Donne al potere, costruttrici d'architettura nell'età moderna

giovedì 7 marzo
Nicoletta Barberini
Il mondo del bastone: una realtà anche femminile

giovedì 28 marzo
Consuelo Lollobrigida
«All'aco e al fusi preferì il pennello»: donne artiste a Roma nell'età dei Barberini

martedì 9 aprile
Bernardina Sani
Rosalba Carriera, la cultura galante e la società della conversazione in Europa nel Settecento

giovedì 18 aprile
Jadranka Bentini
Le amazzoni russe

giovedì 9 maggio
Stefania Biancani
Quando la regina lascia la corona e va in giardino: Élisabeth Vigée Lebrun e il ritratto

giovedì 16 maggio
Maura Pozzati
Le fioriture dei versi linguisticati: un incontro con Sissi

Redazione

Le piccole, grandi sfide dell'essere genitori oggi: se ne parla a Sasso Marconi in 4 incontri

E-mail Stampa PDF

"Quando l'amore non basta: strategie per famiglie". Da giovedì 21 febbraio ciclo di incontri gratuiti rivolti a genitori, nonni ed educatori

Parte a Sasso Marconi un ciclo di 4 incontri promossi dall'Assessorato alle Politiche Educative del Comune per analizzare e approfondire alcune delle problematiche che le famiglie si trovano ad affrontare nel delicato processo di crescita dei figli. Come comportarsi, come sostenere i figli nei vari momenti della crescita, come contribuire al corretto sviluppo di capacità cognitive e di relazione nell'ambito familiare: sono questi i temi di cui discutere con psicologhe esperte in psicoterapia breve strategica, ricevendo suggerimenti e indicazioni per affrontare meglio le piccole, grandi sfide dell'essere genitore oggi.

Si comincia giovedì prossimo, 21 febbraio, parlando di corretto approccio alla sessualità e alle relazioni affettive. Si prosegue poi discutendo di forme di sostegno per aiutare i minori ad affrontare allontanamenti dalla famiglia o situazioni delicate come la separazione dei genitori (28 febbraio) e di strategie per migliorare autostima e sicurezza dei figli (7 marzo). L'ultimo incontro (giovedì 14 marzo) è dedicato al ruolo delle diverse figure presenti all'interno della famiglia.

Tutti gli incontri sono gratuiti e si svolgono nella Sala comunale "Renato Giorgi" alle ore 18.

Redazione

Pagina 1 di 78