Ultimo aggiornamento11:42:04 AM GMT

Sei qui: Attualità

Bologna. Neve, precipitazioni su tutto il territorio della città metropolitana

E-mail Stampa PDF

neve53 mezzi in strada, il pericolo maggiore dagli alberi "pesanti"

Si consiglia massima prudenza e dotazione di catene a bordo anche se l'obbligo scatterà da mercoledì 15 (ecco l'elenco delle provinciali interessate)

Nevica su tutto il territorio della città metropolitana di Bologna. Al momento non si segnalano situazioni di particolare criticità sulle strade provinciali. Sono comunque al lavoro 53 mezzi spazzaneve della Città metropolitana: 8 nell'area A della pianura e montagna orientale (comuni di Castel del Rio, Casalfiumanese, Fontanelice, Castel San Pietro, Imola e Castel Guelfo), 15 mezzi nell'area B della montagna orientale, dai 200 metri in su (comuni di Loiano, Monghidoro, Monterenzio, San Benedetto Val di Sambro, Monzuno, Castiglione dei Pepoli, Pianoro e Sasso Marconi), 28 spazzaneve nell'area C della montagna occidentale, dai 600 metri in su (comuni di Gaggio Montano, Alto Reno Terme, Lizzano, Vergato, Castel d'Aiano, Camugnano, Castel di Casio), infine 2 mezzi nell'area D della pianura e montagna occidentale (comune di Monte San Pietro).

In generale la criticità maggiore riguarda gli alberi che non hanno ancora perso le foglie e quindi si appesantiscono con la neve. Il personale della Città metropolitana delle zone interessate è impegnato a monitorare la situazione e ad intervenire nei casi critici.

L'obbligo per gli utenti della strada di "equipaggiare i propri veicoli con gli opportuni mezzi antisdrucciolevoli (catene) o gli speciali pneumatici da neve al fine di non costituire pericolo o intralcio per la circolazione" scatterà come ogni anno il 15 novembre (fino al 15 aprile 2018). Vista l'attuale situazione meteorologica si consiglia comunque la massima prudenza sulle strade e di avere già da oggi la dotazione di catene a bordo o montate in caso di neve o ghiaccio in strada, qualora sul veicolo non siano già montati gli pneumatici invernali.

Per il periodo invernale si ricorda inoltre che, per una maggiore sicurezza sulle strade, è necessario circolare con particolare prudenza e a velocità moderata, avendo riguardo alle caratteristiche e alle condizioni della strada, del traffico e alle zone tipicamente più soggette a fenomeni di ghiacciamento, come i ponti, i tratti in ombra e le zone più umide. È importante una costante e precisa manutenzione dei veicoli con specifico riguardo allo stato di efficienza degli pneumatici.
La mancata osservanza di queste disposizioni provoca il frequente verificarsi di blocchi stradali del traffico causati spesso da singoli mezzi che, non adeguatamente equipaggiati o in precario stato manutentivo, si trovano in difficoltà o si bloccano sulla strada rallentando le attività di sgombro neve e spargimento di materiali antigelo e ostacolando i soccorsi.

Per garantire le dovute condizioni di sicurezza per la circolazione stradale, in ottemperanza a quanto disposto dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti con la "Direttiva sulla circolazione stradale in periodo invernale e in caso di emergenza neve", l'Area servizi territoriali metropolitani istituisce quindi:

l'obbligo di circolazione con pneumatici da neve o catene a bordo
per tutti i veicoli a motore, esclusi i ciclomotori a due ruote e i motocicli,
dal 15 novembre 2017 fino al 15 aprile 2018 per tutti i veicoli che percorrono i tratti extraurbani di alcune strade provinciali.

I ciclomotori a due ruote e i motocicli possono circolare solo in assenza di neve o ghiaccio sulla strada e di fenomeni nevosi in atto.

In caso di neve o ghiaccio in strada, si dispone altresì l'obbligo di circolare con i dispositivi antisdrucciolevoli montati, qualora sul veicolo non siano già montati gli pneumatici invernali.

L'obbligo vale per le tratte extraurbane delle seguenti strade provinciali:
– SP 7 "Valle dell'Idice" tutta la strada;
– SP 8 "Castiglione-Baragazza-Campallorzo" tutta la strada;
– SP 14 "Valsanterno" tutta la strada;
– SP 15 "Bordona" tutta la strada;
– SP 17 "Casalfiumanese" tutta la strada;
– SP 21 "Val Sillaro" tutta la strada;
– SP 22 "Valle dell'Idice" tutta la strada;
– SP 23 "Ponte Verzuno- Suviana" tutta la strada;
– SP 24 "Grizzana" tutta la strada;
– SP 25 "Vergato-Zocca" tutta la strada;
– SP 26 "Valle del Lavino" tutta la strada;
– SP 27 "Valle del Samoggia" tutta la strada;
– SP 33 "Casolana" tutta la strada;
– SP 34 "Gesso" tutta la strada;
– SP 35 "Sassonero" tutta la strada;
– SP 36 "Val di Zena" tutta la strada;
– SP 37 "Ganzole" tutta la strada;
– SP 38 "Monzuno-Rioveggio" tutta la strada;
– SP 39 "Trasserra"' tutta la strada;
– SP 40 "Passo Zanchetto-Porretta Terme" tutta la strada;
– SP 43 "Badi-Rio Confini" tutta la strada;
– SP 52 "Porretta – Castel di Casio" tutta la strada;
– SP 55/1 "Case Forlai – primo tronco" tutta la strada;
– SP 55/2 "Case Forlai – secondo tronco" tutta la strada;
– SP 56 "Dozza" tutta la strada;
– SP 57 "Madolma" tutta la strada;
– SP 58 "Pieve del Pino" tutta la strada;
– SP 59 "Monzuno" tutta la strada;
– SP 60 "S. Benedetto Val di Sambro" tutta la strada;
– SP 61 "Val di Sambro" tutta la strada;
– SP 62/1 "Riola – Camugnano – Castiglione primo tronco" tutta la strada;
– SP 62/2 "Riola – Camugnano – Castiglione primo tronco" tutta la strada;
– SP 63 "Bivio Lizzo – Castel di Casio" tutta la strada;
– SP 64 "Granaglione – SS 64" tutta la strada;
– SP 65 "Futa" tutta la strada;
– SP 66 "Querciola- Confine Modenese" tutta la strada;
– SP 67 "Marano – Canevaccia" tutta la strada;
– SP 68 "Val d'Aneva" tutta la strada;
– SP 69 "Pian di Venola – Cà Bortolani" tutta la strada;
– SP 70/1 "Valle Torrente Ghiaie – primo tronco" tutta la strada;
– SP 70/2 "Valle Torrente Ghiaie – secondo tronco" tutta la strada;
– SP 71/1 "Cavone – primo tronco" tutta la strada;
– SP 71/2 "Cavone – secondo tronco" tutta la strada;
– SP 72 "Campolo – Serra dei Galli" tutta la strada;
– SP 73 "Stanco" tutta la strada;
– SP 74 "Mongardino" tutta la strada;
– SP 75 "Montemaggiore" tutta la strada;
– SP 76 "Stiore" dal km tutta la strada;
– SP 77 "Guiglia" dal km tutta la strada;
– SP 78/1 "Castelfranco-Monteveglio – primo tronco" tutta la strada;
– SP 78/2 "Castelfranco-Monteveglio – secondo tronco" tutta la strada;
– SP 79 "Pian di Balestra" tutta la strada;
– SP 81 "Campeggio" tutta la strada;
– SP 82 "Gaggio Masera" tutta la strada;
– SP 85 "Fondovalle Savena" dal Km 0+000 al km 8+307 (fine competenza), compreso il Ponte delle Oche;
– SP 324 "Passo delle Radici" tutta la strada;
– SP 325 "Val di Setta e Val di Bisenzio" tutta la strada;
– SP 569 "Di Vignola" tutta la strada;
– SP 610 "Selice o Montanara Imolese" dal km 34+000 al km 62+626;
– SP 623 "Passo Brasa" tutta la strada;
– SP 632 "Traversa di Pracchia" tutta la strada.

Le categorie degli pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio sono quelli omologati secondo la Direttiva 92/23/CEE del Consiglio della Comunità Europea e successive modifiche, ovvero il corrispondente regolamento UNECE, muniti del previsto marchio di omologazione (contraddistinti con le sigle del tipo M+S, M.S., M&S, riportate sul fianco del pneumatico).

Redazione

La Lamborghini Terzo Millennio

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI 3Un sogno e una visione del futuro basati sulla collaborazione con il MIT
Sant'Agata Bolognese/Cambridge (MA) – Automobili Lamborghini, in collaborazione con due laboratori del Massachusetts Institute of Technology, compie i primi passi verso la realizzazione futura di una possibile supersportiva elettrica targata Lamborghini.
In questa occasione la Casa di Sant'Agata Bolognese presenta la nuova concept car "Lamborghini del Terzo Millennio". Il concept delinea in modo concreto le visioni progettuali e tecnologiche di domani, mantenendo intatti l'appeal visivo, le performance mozzafiato e soprattutto il brivido che caratterizza ogni aspetto di una Lamborghini. Il tutto pensato per gli appassionati delle supersportive del futuro.
L'obiettivo del progetto è consentire a Lamborghini di sviluppare le tecnologie necessarie per poter approcciare il futuro della vettura supersportiva su cinque diversi fronti: sistemi di immagazzinamento dell'energia, materiali innovativi, sistema di propulsione, design visionario ed emozione di guida.
I prime due aspetti vengono sviluppati insieme a due laboratori del Massachusetts Institute of Technology: il "Dinca Research Lab", diretto dal Prof. Mircea Dinca della Facoltà di Chimica, e il " Mechanosynthesis Group" del Prof. Anastasios John Hart della Facoltà di Ingegneria Meccanica. Questa collaborazione vede un importante finanziamento da parte di Automobili Lamborghini e mira a trasformare radicalmente le tecnologie di immagazzinamento dell'energia e quelle dei materiali compositi.
Stefano Domenicali, Chairman e Chief Executive Officer di Automobili Lamborghini, ha dichiarato: "Esattamente un anno fa abbiamo siglato un accordo con il MIT-Italy Program presso il Massachusetts Institute of Technology. Questo accordo ha segnato l'inizio di una collaborazione tra due realtà eccezionali per la definizione di un progetto che intende scrivere una pagina importante nel futuro delle supersportive del terzo millennio.
La collaborazione tra il MIT e il nostro reparto R&D rappresenta un'opportunità eccezionale, che consente a Lamborghini di fare ciò che ha supersportive. Oggi presentiamo una concept car entusiasmante e rivoluzionaria. Il nostro motto è abbracciare la sfida di ciò che oggi è impossibile per tradurlo nella realtà di domani: Lamborghini deve dare vita ai
sogni delle prossime generazioni".

Sistemi di immagazzinamento dell'energia

La strategia di creare supersportive che non scendano a compromessi in termini di prestazioni è alla base della volontà di Lamborghini di rivoluzionarel'approccio all'immagazzinamento dell'energia, abbandonando le batterie convenzionali e indagando la potenzialità dei supercondensatori per le dotazioni della Terzo Millennio.
Questo approccio è in linea con l'utilizzo di supercondensatori a bassa tensione sul V12 dell'Aventador, iniziato cinque anni fa. Il passo logico successivo è losviluppo di un sistema di immagazzinamento in grado di produrre un'elevata potenza di picco e recuperare l'energia cinetica limitando il degrado legato all' invecchiamento e al numero di cicli di carica e scarica nel corso della vita utile della vettura, e con la capacità di rilasciare e recuperare energia elettrica in modo simmetrico. In quest'ottica, la collaborazione con il Prof. Mircea Dinca
mira a superare i limiti della tecnologia odierna e a colmare il divario in termini di densità energetica delle batterie convenzionali, continuando a mantenere l'elevata potenza, il comportamento simmetrico e il lunghissimo ciclo di vita correlati alla tecnologia dei supercondensatori.
Il Prof. Dinca ha dichiarato: "Questa nuova collaborazione con Lamborghini ci permette di essere ambiziosi e pensare al di fuori degli schemi nella progettazione di nuovi materiali che rispondano alle sfide di immagazzinamento dell'energia per le esigenze di un veicolo sportivo elettrico. Non vediamo l'ora di collaborare con i loro ingegneri e lavorare su questo interessante progetto".


Materiali innovativi

Per sostenere questa rivoluzione dei sistemi di immagazzinamento dell'energia, anche i materiali e le loro funzioni devono cambiare. Lamborghini punta ad accrescere ulteriormente la propria leadership nella progettazione e produzione di strutture e componenti in fibra di carbonio, potenziando la propria capacità di sviluppare caratteristiche e funzioni che portino i materiali compositi a un livello superiore.
Per questo motivo, la collaborazione con il Prof. John Hart andrà ad esaminare la possibilità di includere superfici a nanocariche nei materiali in fibra di carbonio della scocca della Terzo Millennio, che agiscano come accumulatori per l'immagazzinamento dell'energia attraverso nanotubi integrati e permettano di utilizzare l'intera carrozzeria della vettura come sistema di
immagazzinamento.
Il Prof. Hart ha commentato: "Siamo entusiasti di coniugare le nostre competenze nella produzione di materiali all'avanguardia con la supervisione e il supporto di Automobili Lamborghini, al fine di realizzare nuovi concept che ridisegnino il futuro della mobilità". Il progetto punta anche a sfruttare questa tecnologia per il monitoraggio continuo dell'intera struttura in fibra di carbonio, sia visibile sia invisibile, sviluppando il concetto di "auto-riparazione": l'obiettivo è fornire alla Terzo Millennio la capacità di monitorare le proprie condizioni per rilevare eventuali crepe e danni nella sua sottostruttura causati da incidenti. In questo caso, si avvierebbe un processo di auto-riparazione attraverso micro-canali riempiti di composti chimici atti a riempire la cricca, azzerando così il rischio di propagazione di piccole fratture nella struttura in fibra di carbonio. Questo permetterebbe una ulteriore riduzione del peso con un più esteso uso della fibra di carbonio o l'applicazione di CFK ai componenti sottoposti a sollecitazioni elevate.

Sistema di propulsione

Il sistema di immagazzinamento dell'energia deve combinarsi con un sistema di propulsione atto a garantire le massime prestazioni. Ogni ruota include un le opportunità fornite dai motori elettrici: coppia elevata, reversibilità e possibilità di trasmettere l'energia elettrica tramite cablaggi. Spostare i motori elettrici nelle ruote offre poi un ulteriore vantaggio: maggiore libertà nelle forme per aerodinamica e design.

Design

La Terzo Millennio è il prodotto visionario del Centro Stile Lamborghini, concepito per esprimere gli elementi di design del futuro, tenendo conto dei delle Lamborghini di domani. Ne sono un esempio significativo l'evoluzione e l'ulteriore sviluppo del caratteristico dettaglio a Y di fari anteriori e posteriori.
Grazie a questi profondi cambiamenti tecnologici, il design materializza un'espressione radicale di superiorità aerodinamica, imperniata su un'architettura completamente nuova e dedicata al perfezionamento del flusso aerodinamico. Una monoscocca altamente avanzata basata sulla tecnologia Forged Composites di Lamborghini può essere modellata per contenere solo il sistema di accumulo dell'energia e i sedili di pilota e co-pilota, ispirati alle auto da corsa.

Emozione

Aspetto fondamentale per una hypercar Lamborghini del futuro è quello di continuare a trasmettere tutta l'emozione di sedersi al volante di una vera Lamborghini e garantire un'esperienza di guida a 360°. La reattività dei motori elettrici, il controllo della coppia della trazione integrale e il sistema di controllo dinamico della scocca miglioreranno l'esperienza di guida, proiettandola nel terzo millennio. Non ultimo, il conseguente e innovativo approccio orientato ad aerodinamicità e leggerezza si tradurrà in nuove dinamiche longitudinali e laterali, fino ad oggi sconosciute in questa combinazione per le auto elettriche. Il cockpit virtuale della Terzo Millennio permetterà ben più di un semplice viaggio lungo le strade di un mondo futuro: la simulazione di guida pilotata consentirà al conducente di essere guidato da un esperto virtuale su una pista come quella di Imola, per poi sentirsi come un vero "pilota", sperimentando la vettura e il circuito reali e continuando a seguire la ghost car virtuale.

Il 5 novembre domenica ecologica nei 12 Comuni dell'area metropolitana bolognese

E-mail Stampa PDF

smogStop ai veicoli benzina euro 0 e 1 e diesel fino all'euro 3 dalle 8.30 alle 18.30

Domani 5 novembre seconda domenica ecologica (la prima per il capoluogo) a Bologna, Imola e nei 10 comuni dell'area metropolitana che fanno parte dell'agglomerato di Bologna e aderiscono al Piano Aria regionale-PAIR. Come previsto dal Piano regionale e dalle ordinanze dei singoli Comuni, dalle 8.30 alle 18.30 di domenica, non potranno circolare i veicoli a benzina fino all´Euro 1, diesel fino all´Euro 3 e ciclomotori fino all´Euro 0.
Le limitazioni interessano i centri abitati di Bologna, Imola, Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Ozzano dell'Emilia, Pianoro, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa.

Ricordiamo che il PAIR prevede lo stop ai mezzi più inquinanti da ottobre a marzo, dal lunedì al venerdì e nelle domeniche ecologiche fissate di norma la prima domenica del mese (il 3 dicembre la prossima). Sono esclusi dalle limitazioni tutti i veicoli elettrici, ibridi, a metano e GPL, o con almeno 3 persone a bordo (car pooling) e i veicoli in deroga che verranno specificati nelle ordinanze dei singoli Comuni.

"Il tema dell'inquinamento riguarda tutti – commenta Marco Monesi, consigliere metropolitano con delega alla Mobilità - sia perché lo subiamo, sia perché lo produciamo. Quindi ognuno di noi può contribuire con i propri comportamenti quotidiani alla sua riduzione".

Sul sito internet dedicato è consultabile la mappa interattiva del territorio metropolitano interessato alle limitazioni e tutte le informazioni utili per i cittadini (percorsi consentiti, parcheggi, fermate SFM...).

Redazione

Bologna Città Metropolitana. Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate

E-mail Stampa PDF

 iniziative in programma il 4 e 5 novembre nei comuni della città metropolitana

In occasione della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate che si festeggia il 4 novembre, sono numerose le iniziative organizzate dai Comuni della città metropolitana. Molte amministrazioni comunali saranno presenti alla cerimonia organizzata in piazza Maggiore a Bologna a partire dalle 10.30. Per il Comune di Bologna sarà presente la vice sindaco Marilena Pillati. Successivamente, alle 11,30, la Vice Sindaco a Palazzo Caprara parteciperà alla cerimonia di consegna delle Medaglie della Liberazione.

Borgo Tossignano - A Tossignano sabato 4 novembre alle 9.30 al Centro Visite Palazzo Baronale inaugurazione della mostra '288 ore di guerra' a cura di Luca Balducci. Alle 10.15 in piazza Andrea Costa formazione del corteo per deposizione e benedizione corone al Monumento ai Caduti nel parco di San Mamante e alla lapide presso il Palazzo Pretoriale.
A Codrignano domenica 5 novembre alle 9.30 - Messa nella Chiesa di S.Geminiano e a conclusione deposizione corona alle lapidi dei Caduti.
A Borgo Tossignano alle 10.30 in Piazza Unità d'Italia corteo per Alza Bandiera, benedizione e deposizione corone al Monumento ai caduti della Nembo in Largo Gruppo di combattimento Folgore e al Monumento ai Caduti della guerra 1915/18 in Via Marconi. Alle 11.00 Messa nella Chiesa di San Bartolomeo Apostolo.

Budrio - Domenica 5 novembre alle 11.30 al parco della Rimembranza Festa dell'Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, deposizione della corona alla lapide e commemorazione dei Caduti. Intervento della Banda Giovanile Città di Budrio.

Calderara di Reno - Alle 16 nella sala del Consiglio comunale (piazza Marconi 7) presentazione del libro di Piero Bassi "Dal Reno all'Isonzo a Bastione Roccioso". Alla presentazione interverranno: la sindaca Irene Priolo e l'autore del volume Piero Bassi.

Casalecchio di Reno - Venerdì 3 novembre alle ore 17 alla Casa della Conoscenza conferenza "Si possono evitare le guerre?".
La commemorazione ufficiale si svolgerà sabato 4 novembre alle 12 presso il Monumento di Piazza dei Caduti in via Marconi. Dopo la benedizione e la deposizione di corone di fiori, interverrà il sindaco di Casalecchio di Reno Massimo Bosso.
In mattinata, alle ore 9,00 in via Giuseppe Fanin (angolo via del Lavoro, di fronte alla Polizia Stradale), il circolo MCL "G. Lercaro" commemorerà il 69° anniversario della barbara uccisione del sindacalista cristiano Giuseppe Fanin (1924-1948).

Castel del Rio - Domenica 5 novembre alle 9.30 messa nella chiesa di Sant'Ambrogio, alle 10.45 saluto ai Caduti presso i Monumenti della Prima Guerra Mondiale, della Folgore, Nembo e San Marco, dei Partigiani e dei Bersaglieri del Mameli. Sarà presente il Corpo Bandistico Sant'Ambrogio.

Castel San Pietro Terme - Domenica 5 novembre alle 10 Alza Bandiera al monumento "agli Alpini" nel Parco Lungo Sillaro. Seguirà la deposizione di corone di alloro in tre luoghi della città.
Alle ore 11 commemorazione al Sacrario dei Caduti al Cimitero. Poi in corteo fino al piazzale Vittorio Veneto dove si deporrà una corona al Monumento ai Caduti di tutte le guerre, e in piazza XX Settembre alla lapide dei Caduti della Prima Guerra Mondiale, dove si terrà la commemorazione ufficiale da parte dell'Amministrazione comunale. Infine alle ore 12 sarà celebrata al Convento dei Frati Cappuccini la Santa Messa in suffragio dei Caduti di tutte le guerre.

Dozza - Domenica 5 novembre alle 10 Alza Bandiera al Monumento degli Alpini in Piazza Carducci. Benedizione della Lapide ai Caduti, deposizione corona e celebrazione ufficiale. La Banda Musicale di Dozza eseguirà inni nazionali e musiche commemorative (Piazza Zotti). Alle 11 Santa Messa.

Fontanelice – Sabato 4 novembre alle 10 Messa nella Chiesa Arcipretale di Fontanelice. Alle 10,45 corteo e deposizione della corona al monumento ai caduti presso la Scuola Primaria G. Mengoni. Per l'occasione il corteo sarà accompagnato dal rintocco delle campane fuse con il materiale bellico ritrovato nel paese, dopo la fine della II guerra Mondiale.

Imola - Sabato 4 novembre alle 9 nella Cattedrale di San Cassiano messa in suffragio dei Caduti. Alle 9.45 corteo e alle 10 cerimonia commemorativa presso il Giardino Stefanino Curti, interverranno il sindaco Daniele Manca, il colonnello Franco Camaggi. Alle 10.45 sosta alla casa natale del Cap. MOVM Stefanino Curti in occasione del centenario della morte. Alle 21 al teatro Ebe Stignani concerto della Filarmonica Imolese.

Malalbergo - In occasione della Festa dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate si celebra il 150* anniversario della morte di Cesare Martinelli, maggiore garibaldino. Sabato, 4 novembre alle 10 ritrovo davanti alla Scuola Primaria ad Altedo. Breve corteo con i ragazzi delle scuole e la Banda "Primo Carlini" fino al parco a fianco della palestra. Intitolazione del Parco a Cesare Martinelli. Alle 10,15 il corteo si sposta al Monumento ai Caduti, Piazza XXV Aprile. Esecuzione di brani patriottici - Coro dei ragazzi delle Scuole e Banda "Primo Carlini". Deposizione corona di fiori in ricordo di Cesare Martinelli. Saluti della Sindaca Monia Giovannini.
Domenica, 5 novembre alle 9,30 visita alla Certosa di Bologna presso la tomba di Cesare Martinelli, deposizione di una corona di fiori.
Lunedi, 6 novembre ore 20,30 all'Auditorium comunale di Altedo presentazione del volume "Cesare Martinelli – Da Bologna a Mentana – Una vita dedicata agli ideali risorgimentali".

Medicina - Sabato 4 novembre alle 10.30 ritrovo in piazza Garibaldi, alle 10.45 concerto della Banda municipale di Medicina, alle 11 raduno e sfilata al Sacrario dei Caduti.

Molinella - Sabato 4 novembre l'Amministrazione comunale ricorda i Carabinieri, i Militari e i Civili caduti nell'attentato di Nassirya del 12 novembre 2003. Alle 10.55 cerimonia di intitolazione della Via Caduti di Nassiriya. Intervento della classe 5 ATM Istituto "E. Nobili di Molinella". Intervento del Comandante Daniele Bolzoni 6° Reggimento Logistico di Supporto Generale. Discorso di Dario Mantovani, sindaco di Molinella. A seguire, benedizione officiata da don Federico, Parroco di Molinella. Con la partecipazione di Matteo Montanari e del Gruppo Bandistico Molinellese.

Ozzano dell'Emilia - Sabato 4 novembre alle 10 raduno in piazza Allende. Esibizione della banda di Ozzano. Alle 10.15 corteo per il Municipio con la partecipazione della banda di Ozzano, di una rappresentanza delle Forze Armate e dei cittadini. Alle 10.30 nel piazzale antistante il Municipio picchetto del Battaglione Genio ferrovieri renderà onore ai caduti deposizione di corona, partecipa una delegazione degli alunni della Scuola media "E. Panzacchi". Saluto del sindaco Luca Lelli.

Pianoro - Venerdì 3 novembre a Livergnano si commemora il 2° Ten. Pil. John Richardson Cordeiro e Silva - appartenente alla Forza Aerea Brasiliana - caduto nei cieli di Livergnano durante la II Guerra Mondiale. Alla cerimonia parteciperanno Autorità Militari e Civili, Associazioni e i ragazzi della scuola "V. Neri" di Pianoro.Interverranno il Col. Pil. Luiz da Silva Barreto - Addetto per la Difesa e Aeronautico del Brasile in Italia - dell'Ambasciata del Brasile a Roma e il sindaco di Pianoro Gabriele Minghetti.
Alle ore 9 presentazione del documentario ai ragazzi di due classi della Scuola Secondaria di primo grado "V. Neri" di Pianoro "Il Brasile nella seconda guerra mondiale" presso la sala del Consiglio Comunale di Pianoro; alle 10.30 cerimonia presso il Momumento al Soldato di Livergnano, dove si effettuerà l'alzabandiera. Alle 10.45 deposizione di fiori presso il busto del pilota brasiliano e visita del Museo Winter Line; alle 11.15 aperitivo presso la sala del Centro Civico di Livergnano.

San Giovanni in Persiceto - Sabato 4 novembre alle 10 in piazza Mezzacasa a Decima e alle ore 10.30 a Persiceto (con tappe alla chiesa del SS. Crocifisso, portico interno del Palazzo Comunale, piazza del Popolo, piazza Garibaldi, cimitero del Capoluogo) si terrà la posa di corone sui Monumenti ai Caduti. In entrambi i momenti sarà presente il sindaco Lorenzo Pellegatti e in onore ai Caduti verrà eseguito "Il silenzio". Durante il corteo Andrea Cortesi leggerà alcuni brani dal libro di Fabio Foresti, Paola Morisi e Maria Resca "Era come a mietere", testimonianze orali di soldati persicetani (Maglio Editore).

San Lazzaro di Savena - Domenica 5 novembre alle 9.30 il corpo bandistico Città di San Lazzaro suonerà in piazza Bracci. A seguire, alle 10, si terrà il discorso della sindaca Isabella Conti, mentre alle 10.45 partirà un corteo che percorrerà tutto il Viale del Cimitero per depositare una corona al Sacrario dei Caduti. Alle 11, nella cappella del cimitero, si terrà invece la Santa Messa in onore dei caduti.

Sasso Marconi - Sabato 4 novembre ritrovo alle ore 16 al Giardino della Memoria (via Porrettana/angolo viale Nuovo), deposizione di una corona e omaggio ai Caduti. Partecipa l'assessore Mirco Turrini.

Valsamoggia - In tutti i cinque Municipi di Valsamoggia sono in programma commemorazioni ufficiali. Inoltre, venerdì 3 novembre a Castelletto alle 20.30 "Scrivere la Grande Guerra" narrazione-spettacolo a cura di Daniel Degli Esposti. Letture a cura di Riccardo Serafini.
- Bazzano alle 11.15 presso la Scuola primaria Zanetti deposizione di fiori al monumento a Paolo Zanetti, con canti degli alunni, alle ore 15 in piazza Garibaldi partenza per la deposizione dei fiori ai cippi. Alle ore 16 in piazza Garibaldi corteo fino al Monumento ai Caduti nel Piazzale della Pace; deposizione dei fiori e benedizione, intervento delle autorità e lettura storica
- Castello di Serravalle alle 9 ritrovo presso il Municipio - deposizione della corona di fiori presso il Monumento ai Caduti in tutte le guerre - parco N. Green.
- Crespellano alle 9.30 a Calcara ritrovo al Monumento ai Caduti (presso le scuole). Benedizione e deposizione corona, con la partecipazione degli alunni. Alle 10.30 a Crespellano ritrovo al Monumento ai Caduti piazza Berozzi. Benedizione e deposizione corone, visita ai cippi di tutti i Caduti.
- Monteveglio alle 10.30 in Piazza Libertà benedizione e deposizione della corona di fiori al Monumento ai Caduti
- Savigno alle 9.30 ritrovo, alle 10 messa presso la chiesa di S. Matteo. Alle 11.00 corteo, benedizione e deposizione corona presso la Lapide ai Caduti sotto il portico del municipio

Zola Predosa - Domenica 5 novembre alle 11,30 messa nella Chiesa SS. Nicolò e Agata. Alle 12.30 deposizione delle corone commemorative ai Monumenti ai caduti alla presenza del sindaco Stefano Fiorini e delle autorità cittadine: piazza della Repubblica, Piazza Marconi, Sacrario dedicato ai Partigiani al Cimitero Comunale.

Redazione

Automobili Lamborghini segna un record produttivo

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI  AZIENDA 3 7.000 Aventador e 9.000 Huracán prodotte rispettivamente in 6 e 3 anni

Sant'Agata Bolognese, 27 ottobre 2017 – Al compimento del suo sesto anno di introduzione sul mercato, la Lamborghini Aventador raggiunge le 7.000 vetture prodotte. L'esemplare con numero di telaio 7.000 è una Aventador S Roadster, presentata lo scorso settembre al Salone dell'Auto di Francoforte, di colore Grigio Adamas e destinata al mercato statunitense.

Anche la Lamborghini Huracán conferma il suo successo commerciale segnando il traguardo delle 9.000 vetture prodotte in soli tre anni di produzione. Il telaio con numero 9.000 è una Huracán Performante di colore Blue Nethuns e sarà consegnata a Dubai.

Redazione

Allarme smog: proseguono fino a giovedì le misure emergenziali di primo livello

E-mail Stampa PDF

smogA Bologna, Imola e nei Comuni dell'agglomerato non potranno circolare i veicoli a benzina euro 0 e 1 e i diesel fino all'euro 4

Il bollettino emesso poco fa da ARPAE rileva che gli sforamenti dei livelli di PM10 nell'aria hanno superato il valore medio giornaliero di 50 µg/m3 per 10 giorni consecutivi con punte di 84 e 87. Proseguono quindi fino a giovedì 26 compreso le misure emergenziali di primo livello scattate venerdì scorso

Pertanto, come previsto dagli accordi regionali, rimangono in vigore le misure emergenziali per abbassare i livelli di inquinamento: nella fascia oraria 8,30 – 18,30 il blocco della circolazione è esteso a tutti i veicoli (auto e commerciali) diesel euro 4 oltre ai diesel euro 0-1-2-3 e i benzina euro 0 – 1, già interessati dalle limitazioni previste da ottobre a marzo.

Le limitazioni riguardano i Comuni dell'agglomerato di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Ozzano dell'Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) oltre a Bologna e Imola.

L'adozione di tali misure emergenziali comporta, oltre alle limitazioni sulla circolazione dei veicoli, anche:

- l'obbligo di una riduzione della temperatura di almeno un grado negli ambienti riscaldati; fino ad un massimo di 19° nelle case, negli uffici, nei luoghi ricreativi ed attività commerciali, fino ad un massimo di 17° per stabilimenti industriali e artigianali (sono escluse da tale obbligo gli ospedali, case di cura, scuole e luoghi che ospitano attività sportive)

- il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con classe di prestazione emissiva inferiore a 3 stelle;

- il divieto di combustione all'aperto di qualsiasi tipologia di materiale;

- il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso.

Le misure emergenziali restano in vigore fino a giovedì prossimo, giorno in cui ARPAE esegue una nuova verifica con emissione di bollettino (consultabile a questo link https://www.arpae.it/misure_emergenziali.asp?idlivello=1697) valido per i quattro giorni successivi.

Ricordiamo che se da qui a giovedì ci saranno sforamenti consecutivi scatteranno le misure emergenziali di livello 2.

Il nuovo meccanismo per l'adozione di interventi di carattere emergenziale si è reso necessario al fine di intervenire con maggiore tempestività al verificarsi delle condizioni di superamento del valore limite giornaliero per il PM10.

Sono esclusi dalle limitazioni tutti i veicoli elettrici, ibridi, a metano e GPL, o con almeno 3 persone a bordo (car pooling) e i veicoli in deroga che verranno specificati nelle ordinanze dei singoli Comuni. Sono inoltre state individuate deroghe specifiche per alcune tipologie di veicoli e di utenti.

Nel sito internet dedicato (www.cittametropolitana.bo.it/pianoaria) è possibile anche consultare la mappa interattiva del territorio metropolitano interessato alle limitazioni e tutte le informazioni utili per i cittadini (percorsi consentiti, parcheggi, fermate SFM...).

Redazione

A Tokyo il Lamborghini Day 2017 per festeggiare il 50° Anniversario in Giappone

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI GIAPPONESi è svolto a Tokyo presso il Prince Hotel il Lamborghini Day 2017, alla presenza di Stefano Domenicali, Chairman e Chief Executive Officer dell'Azienda, con la partecipazione di media, clienti e VIP. L'evento ha visto il debutto asiatico della Aventador S Roadster, presentata in anteprima mondiale allo scorso Salone di Francoforte.

Il 2017 segna il 50° Anniversario della presenza di Lamborghini in Giappone, da quando il modello 400 GT venne importato per la prima volta. Per celebrare questa ricorrenza la Casa di Sant'Agata Bolognese ha realizzato una serie limitata composta di 5 esemplari dedicata al mercato Giapponese chiamata "Aventador S Roadster 50th Anniversary Japan". Ognuna delle 5 Aventador S Roadster rappresenta un'opera unica e si ispira nei colori e nelle finiture a uno dei cinque elementi naturali della cultura giapponese: acqua, terra, fuoco, vento e cielo. La versione "acqua" è stata presentata ed esposta nel corso del Lamborghini Day a Tokyo.

Il concept della vettura è stato sviluppato dal Dipartimento Ad Personam insieme al Centro Stile Lamborghini, dalla cui collaborazione è nata l'idea di sviluppare una verniciatura unica per ogni modello, dai toni sfumati che, nel caso della versione "acqua", dal blu tende al nero. La sua realizzazione, con processo puramente artigianale, ha richiesto 170 ore di lavoro e il contributo di 10 specialisti. L'esterno della vettura è completato dalla cornice parabrezza e dall'Hard Top in carbonio a vista.

Gli interni sono rivestiti di pelle in Nero Ade e Alcantara Nero Cosmus. Una ulteriore particolarità che rende unica questa vettura è rappresentata dalle cuciture sui sedili e sull'hard top, che richiamano il simbolo giapponese (Y) del bamboo. Il colore delle cuciture riprende quello degli esterni, con le stesse gradazioni e sfumature, un effetto che ha richiesto 100 ore di lavoro da parte di 6 specialisti. Ogni vettura è caratterizzata da una placchetta esagonale in carbonio con il simbolo giapponese dell'elemento naturale che dà il nome alla vettura.

Stefano Domenicali, Chairman e Chief Executive Officer di Automobili Lamborghini, commenta "In occasione di questo importante Anniversario per il nostro marchio in Giappone, ci tengo a ringraziare I nostri i clienti giapponesi per il loro supporto negli anni e legame col nostro brand. E' grazie a loro che oggi il Giappone è diventato il nostro secondo mercato più importante a livello mondiale. E con l'arrivo dell'Urus nel 2018 prevediamo altrettanti successi senza precedenti in questo paese".

Andrea Baldi, Head of Asia Pacific di Automobili Lamborghini, aggiunge: "A gennaio di quest'anno abbiamo aperto due nuovi showroom a Kobe e Yokohama, per un totale di otto dealership. L'obiettivo è quello di continuare a far crescere la nostra rete commerciale nei prossimi anni, soprattutto in vista dell'arrivo del Super SUV Urus ".

Nel corso del Lamborghini Day si è svolto anche il "Lamborghini Day Concours d'Elegance Tokyo", giunto quest'anno alla sua seconda edizione. Hanno partecipato al Concorso i più bei modelli della storia del marchio, tra cui Miura, Diablo e Countach, per un totale di 50 vetture. Tra gli esemplari in concorso anche la Miura SV restaurata dal Lamborghini Polo Storico e vincitrice del The Best of Show" del "Lamborghini & Design Concours d'Élégance" di Neuchatel del 17 settembre scorso. La giuria, composta da 13 giudici internazionali, ha valutato i modelli più rappresentativi di ogni epoca, divisi in otto classi. Il premio "Best of Show" è stato conferito a una Countach LP 400 color arancio (n. telaio # 1120186), prodotta nel 1976.

Nel corso del Lamborghini Day 2017 il centro di Tokyo ha visto sfilare più di ottanta vetture Lamborghini moderne, che hanno attraversato la famosa area della Tokyo Tower e il quartiere della moda di Ginza.

Redazione

Destinazione turistica, pubblicato l'avviso pubblico Programma Turistico 2018

E-mail Stampa PDF

È stato pubblicato l'avviso pubblico relativo al Programma Turistico di Promozione Locale 2018. La Destinazione turistica Bologna metropolitana ha già provveduto ad approvare, nelle scorse settimane, le Linee strategiche programmatiche per lo sviluppo delle attività e il Programma di promo-commercializzazione 2018.

Gli ambiti di attività del Programma Turistico di Promozione Locale sono rappresentati da
Servizi turistici di base dei Comuni: comprendono sia interventi di qualificazione dei servizi di informazione e accoglienza al turista, sia interventi di animazione ed intrattenimento turistico;
Promozione turistica di interesse locale: progetti di promozione dell'immagine, delle peculiarità e della qualità dei prodotti turistici locali nel territorio di riferimento.

I progetti che vogliono partecipare al bando devono favorire e supportare: l'integrazione con le azioni di promozione turistica programmate dalla Destinazione turistica; la qualificazione dell'offerta turistica in un assetto organico di sistema territoriale; lo sviluppo di attività innovative di carattere promozionale, volte a rilanciare e rafforzare l'immagine del territorio attraverso le specificità e le eccellenze; il concorso al rafforzamento dell'identità territoriale della Destinazione turistica Bologna metropolitana.
Gli obiettivi di base, da perseguire in entrambi gli ambiti di intervento, sono: l' aumento delle presenze turistiche e della permanenza media sul territorio; la destagionalizzazione dei flussi turistici; la complementarietà - da parte degli Enti locali - delle azioni di promo-commercializzazione realizzate da imprese del comparto turistico.
Saranno quindi ammissibili progetti di accoglienza, animazione e intrattenimento turistico per il primo filone e progetti finalizzati alla promozione dell'immagine, delle peculiarità e delle caratteristiche di qualità dei servizi e dei prodotti turistici locali presenti nel territorio per il secondo filone.

Le novità di questa edizione riguardano anzitutto l'introduzione della modalità di concertazione nell'ambito degli organi della Destinazione turistica, Cabina di regia che rappresenta l'imprenditoria turistica del territorio e Comitato d'Indirizzo espressione della componente pubblica.
Sono stati inoltre definiti criteri di valutazione maggiormente stringenti con l'obiettivo di fare crescere la qualità dell'offerta e dei servizi di informazione ed accoglienza turistica.
In questo senso verrà data priorità ai progetti che prevedono il rafforzamento delle azioni di promo-commercializzazione sostenute da imprese del comparto turistico, nonché i progetti presentati da aggregazioni di Comuni.

L'avviso completo e i moduli per partecipare sono reperibili sul sito Turismo del portale della Città metropolitana.
Le domande dovranno essere inviate entro il 3 novembre 2017.

Redazione

Circolazione, misure antismog: superati i limiti di PM10 limitazoni per 4 giorni consecutivi

E-mail Stampa PDF

smogDa domani scattano le misure emergenziali di primo livello a Bologna, Imola e nei Comuni dell'agglomerato, stop per i veicoli a benzina euro 0 e 1 e i diesel fino all'euro 4

A seguito dei controlli eseguiti da ARPAE, si è rilevato, anche nella città metropolitana di Bologna, il superamento continuativo per 4 giorni (dall'ultimo rilevamento di lunedì scorso a quello effettuato oggi) dei limiti delle polveri PM10. Pertanto, a seguito dell'emmissione del "Bollettino Liberiamolaria" e come previsto dagli accordi regionali, da domani venerdì 20 ottobre a lunedì 23 entrano in vigore le misure emergenziali per abbassare i livelli di inquinamento. Nella fascia oraria 8,30 – 18,30 il blocco della circolazione è esteso a tutti i veicoli (auto e commerciali) diesel euro 4 oltre ai diesel euro 0-1-2-3 e i benzina euro 0 – 1, già interessati dalle limitazioni previste da ottobre a marzo.

Le limitazioni riguardano i Comuni dell'agglomerato di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Ozzano dell'Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) oltre a Bologna e Imola.

L'adozione di tali misure emergenziali comporta, oltre alle limitazioni sulla circolazione dei veicoli, anche l'obbligo di una riduzione della temperatura di almeno un grado negli ambienti riscaldati; fino ad un massimo di 19° nelle case, negli uffici, nei luoghi ricreativi ed attività commerciali, fino ad un massimo di 17° nei stabilimenti industriali e artigianali. Sono escluse da tale obbligo gli ospedali, case di cura, scuole e luoghi che ospitano attività sportive, il divieto di utilizzo di generatori di calore a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con classe di prestazione emissiva inferiore a 3 stelle; il divieto di combustione all'aperto di qualsiasi tipologia di materiale; il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso.

Le misure emergenziali restano in vigore fino a lunedì prossimo, giorno in cui ARPAE esegue una nuova verifica con emissione di bollettino (consultabile a questo link https://www.arpae.it/misure_emergenziali.asp?idlivello=1697) valido per i quattro giorni successivi.

Il nuovo meccanismo per l'adozione di interventi di carattere emergenziale si è reso necessario al fine di intervenire con maggiore tempestività al verificarsi delle condizioni di superamento del valore limite giornaliero per il PM10.

Sono esclusi dalle limitazioni tutti i veicoli elettrici, ibridi, a metano e GPL, o con almeno 3 persone a bordo (car pooling) e i veicoli in deroga che verranno specificati nelle ordinanze dei singoli Comuni. Sono inoltre state individuate deroghe specifiche per alcune tipologie di veicoli e di utenti.

Nel sito internet dedicato (www.cittametropolitana.bo.it/pianoaria) è possibile anche consultare la mappa interattiva del territorio metropolitano interessato alle limitazioni e tutte le informazioni utili per i cittadini (percorsi consentiti, parcheggi, fermate SFM...).

Pagina 2 di 68