Ultimo aggiornamento10:34:26 AM GMT

Sei qui: Attualità

Lamborghini Christmas Drive: viaggio natalizio di Urus e LM002 ai mercatini di Brunico

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI MERCATINI NATALEIl 2018 è stato per Lamborghini un anno straordinario e importante, ricco di successi e segnato dall'introduzione del suo terzo modello, il Super SUV Urus. Una vettura che ha aperto Lamborghini a una nuova era e che è diventata fin da subito oggetto del desiderio, con ordini che hanno superato le più rosee aspettative. Per chiudere in modo consono un'annata così bella e intensa, si è svolto il Lamborghini Christmas Drive, un tour di 750 chilometri dal 13 al 14 Dicembre, per permettere di provare la guida della Urus e del suo progenitore, la LM002, in condizioni invernali e sulle strade di montagna che più esaltano il piacere di guida e la sportività dei due mezzi.

La città di Brunico, da anni amica di Lamborghini, dal cui territorio arriva lo spettacolare albero di Natale che decora il giardino della sede di Sant'Agata, ha accolto il convoglio nel suo centro storico e al mercatino di Natale. A fare da sfondo alle vetture, le vetrine illuminate e i chioschi natalizi con le loro decorazioni, anche a tema, visto che i biscotti sfornati durante la visita avevano la forma dei due modelli. Sempre accompagnati dal cielo blu e da temperature sottozero, il gruppo di Lamborghini si è poi diretto al Lago di Braies, completamente ghiacciato ed innevato, location che ha permesso la prova delle vetture in condizione "neve".

La Lamborghini Urus è la vettura che ha portato Lamborghini al raddoppio del sito produttivo, passato in poco più di un anno da 80.000 a 160.000 mq, all'incremento del numero di dipendenti con 500 nuove assunzioni, e alla previsione del raddoppio dei volumi commerciali entro il 2019, in rapporto al periodo precedente alla sua introduzione. L'Urus è il SUV più potente al mondo: monta un motore V8 biturbo da 4,0 litri, ha 650 CV e 850 Nm di coppia per garantire massime prestazioni. Accelera da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e raggiunge una velocità massima di 305 km/h.

La nera LM002, una terza serie di proprietà di Lamborghini, telaio #12231, è stata deliberata nel del 1990 e consegnata al concessionario Mediterranea di Nizza (F) per essere poi ritirata dal primo proprietario, residente a Monte-Carlo. Tornata in seguito nella proprietà di Automobili Lamborghini, è stata sottoposta a restauro completo da parte del Polo Storico. I lavori di ripristino, iniziati nel 2016 e terminati nel 2017, hanno visto coinvolta la carrozzeria e gli interni, mentre per la parte meccanica si è effettuata un'accurata revisione.

Lamborghini Polo Storico è il reparto specializzato presso la sede centrale di Automobili Lamborghini a Sant'Agata Bolognese, che si occupa del restauro e della certificazione di modelli Lamborghini fuori produzione da almeno dieci anni (dalla Lamborghini 350 GT alla Diablo), oltre che della conservazione di archivi e registri e della fornitura di ricambi originali per le vetture classiche.

Redazione

Auguri di Buon Natale

E-mail Stampa PDF

auguri nataleLa redazione augura a tutti un felice Natale

Atmosfere natalizie a Sasso Marconi tra mercatini, gospel, concerti, letture e...

E-mail Stampa PDF

Mercatino di NataleA Sasso Marconi è già Natale. Se il giorno dell'Immacolata sono state accese le luminarie e le luci dell'albero della piazza, nuovi appuntamenti a tema - letture, mercatini e concerti natalizi - contribuiranno a creare un piacevole clima di festa anche nel corso del prossimo week-end, offrendo a grandi e piccini tante occasioni per immergersi tra i suoni, i colori e la magica atmosfera del Natale.

Il week-end si aprirà con un pomeriggio in biblioteca dedicato ai bambini. Sabato 15 dicembre infatti, il progetto di avviamento alla lettura 'Nati per leggere' torna con un appuntamento natalizio: "Buon Natale a tutti quanti", in cui l'animatrice Cristina Busani intratterrà i bambini da 3 a 6 anni con storie e racconti dedicati alla festa più bella dell'anno. Appuntamento alle 17 c/o la Biblioteca comunale (per info e prenotazioni, tel. 051 843545).

Dedicata ai bambini anche la mattinata di domenica 16 quando al Teatro comunale (ore 10.30) andrà in scena "Attento Pierino... arriva il lupo!", una divertente rivisitazione della celebre fiaba di Sergej Prokofiev in cui un ragazzo, con l'aiuto dei suoi inseparabili amici animali, cattura un lupo ferocissimo... Lo spettacolo fa parte della rassegna "Teatro bimbi" - Biglietto d'ingresso: 2 €

Domenica 16 dicembre (e di nuovo la domenica successiva, 23 dicembre) si ripropone l'ormai tradizionale appuntamento con Christmas Roads nelle strade della città. Nelle due domeniche, dal mattino al tramonto le vie del centro si vestiranno a festa, animandosi con bancarelle cariche di oggetti da regalo, prodotti tipici e creazioni artigianali, musiche natalizie, punti ristoro con cioccolata, crêpes, zucchero filato, crescentine, tigelle, borlenghi, piade, caldarroste, vin brulè e biscotti, giochi e animazioni per bambini. Non mancherà Babbo Natale, che accoglierà i più piccini nella Piazzetta del Pozzo (di fronte alla piazza) per la consegna delle letterine e una foto ricordo. Ma per i bambini c'è anche lo scambio di regali a sorpresa: si porta nella casetta di Babbo Natale un dono (dopo aver preparato a casa il pacchettino regalo) e si prende in cambio uno dei pacchetti lasciati dagli altri bambini. Un modo originale per favorire il riutilizzo di vecchi giocattoli e oggetti ormai inutilizzati, senza rinunciare all'effetto sorpresa!

La grande novità di Christmas Roads, edizione 2018, sarà però la biciclettata natalizia in programma domenica 16 dicembre. Si tratta di una breve pedalata per le vie del centro: nessun intento agonistico ma solo la volontà di veicolare un simbolico messaggio di auguri. La partecipazione è gratuita e aperta a tutti, è però indispensabile vestirsi da Babbo Natale e/o personalizzare la propria bici in chiave natalizia: il partecipante più "natalizio" sarà premiato con una bicicletta messa in palio dai commercianti di Sasso Marconi. Il ritrovo è fissato per le 15 nella centrale Piazza dei Martiri; al "via" ci saranno anche due "Babbi Natale" d'eccezione: il sindaco Stefano Mazzetti e il parroco Don Paolo Russo.

Ricordiamo che nelle due domeniche di Christimas Roads, i negozi del centro cittadino resteranno aperti dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.30.

E per finire, non potevano mancare i concerti organizzati dalle associazioni del territorio per rendere ancor più coinvolgente e suggestiva l'atmosfera natalizia.
Si comincia domenica 16 dicembre con il concerto vocale e strumentale in programma alle 21 nella Chiesa parrocchiale di S. Pietro (Piazza dei Martiri): ad esibirsi saranno i cori "AcCanto al Sasso" di Sasso Marconi e "Dei Verbum" di Pioppe di Salvaro, S. Lorenzo e Vado, il gruppo corale dell'Istituto Comprensivo di Borgonuovo (formato da studenti delle classi 4/5ª della scuola elementare) e l'Orchestra giovanile "Onda Marconi". Ingresso ad offerta libera; il ricavato contribuirà a finanziare gli interventi di restauro dell'Oratorio di S. Apollonia.

Lunedì 17 appuntamento a teatro con il concerto Gospel degli "Spirituals Ensemble", storico gruppo corale e strumentale di Bologna, accompagnato sul palco dall'Orchestra "Onda Marconi". Nell'occasione i ragazzi dell'Onda Marconi (34 musicisti e 2 voci soliste) contribuiranno ad arricchire la parte musicale con un repertorio legato alla tradizione, amplificando così l'atmosfera natalizia ricreata dalle affascinanti tonalità soul del Gospel. Il concerto si svolge al Teatro comunale con inizio alle 20.30 (ingresso libero). Al termine brindisi e scambio di auguri.

Segnaliamo che sempre lunedì 17 (ore 21) l'Auditorium parrocchiale di S. Lorenzo ospiterà il tradizionale concerto di Natale organizzato dal Comitato Soci "Emilbanca" di Sasso Marconi, con esibizione della Banda "Bignardi" di Monzuno. Ingresso ad offerta libera a favore della parrocchia.

L'anno si chiude a teatro con lo spettacolo di giocoleria gastronomica con i 3Chefs che si esibiscono nell'Ultima Cena, una cena senza cibo alla ricerca dell'essenza del sapore (Teatro Comunale ore 22 info tel. 0516758409), poi lo spettacolo si trasferisce nella Piazza dei Martiri con la danza nel fuoco della performer Federica Tranchida, rogo del vecchione e brindisi a base di lenticchie, cotechino, spumante e panettone.

Chiusura dei festeggiamenti il 6 gennaio con la Befana dell'AVIS che offre dolciumi e un cartone animato (Ritorno al bosco dei 100 acri) a tutti i bambini, Cinema Comunale alle ore 10.

Redazione

Smog: il 2 dicembre seconda domenica ecologica a Bologna, Imola e nell’agglomerato

E-mail Stampa PDF

smogDomenica 2 dicembre secondo appuntamento con le domeniche ecologiche nella città metropolitana di Bologna. Oltre al capoluogo e Imola sono coinvolti 10 Comuni dell'agglomerato di Bologna: Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Ozzano dell'Emilia, Pianoro, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa.

Le limitazioni alla circolazione riguardano i veicoli benzina fino all'euro 1, diesel fino all'euro 3 e ciclomotori pre euro. Sono previste deroghe a tutela di particolari necessità quotidiane: esentati, fra gli altri, lavoratori turnisti, chi si sposta per cura e assistenza e i meno abbienti con Isee annuo fino a 14mila euro (qui tutte le deroghe previste ai limiti alla circolazione dei veicoli).

Per la stagione 2018-2019 le prossime domeniche ecologiche, omogenee su tutto il territorio bolognese, saranno: 6 e 20 gennaio, 10 e 17 febbraio, 3 e 24 marzo.

La Città metropolitana informa tramite sms (o mail) della domenica ecologica i circa 3.500 iscritti al servizio di Alert. Qui è possibile iscriversi al servizio e ricevere l'avviso delle prossime domeniche e le allerte sui blocchi emergenziali in caso di sforamenti dei livelli di smog.

Per conoscere nel dettaglio le limitazioni in vigore nei singoli Comuni è necessario consultare le relative ordinanze.

Redazione

Il 3 dicembre è la Giornata dei diritti delle persone con disabilità

E-mail Stampa PDF

Gli appuntamenti in programma nella città metropolitana

Dal 1981 il 3 dicembre è la Giornata Internazionale delle persone con disabilità, istituita per promuovere una maggiore conoscenza dei temi della disabilità e per sostenere la piena inclusione delle persone con disabilità.

Lunedì 3 dicembre la Città metropolitana e il Comune di Bologna, insieme ai Distretti Istruzione e Socio Sanitari dell'area metropolitana, promuovono una giornata di riflessione dal titolo "L'educatore di istituto e l'impegno degli enti locali nei processi di inclusione scolastica" ).

Numerose le iniziative anche nei comuni della città metropolitana raccolte nel calendario www.cittametropolitana.bo.it/disabili

Qui alcuni degli appuntamenti in programma:

A Minerbio domenica 2 dicembre alle 17 c'è lo spettacolo "I bottoni del re", a cura della Compagnia Senz'altro della Comunità l'Arcobaleno e giovedì 6 dicembre la proiezione del film "Tutti in piedi" (Cà de Fabbri). A San Giovanni in Persiceto da sabato 1 a lunedì 3 dicembre sono in programma mostre, incontri, spettacoli, attività sportive e la partecipazione straordinaria di Marco Baruffaldi, il giovane rapper affetto da sindrome di Down che ha recentemente duettato con J-Ax.

Sabato 1 dicembre a Imola si tiene l'incontro pubblico dal titolo "Dare potere alle persone con disabilità e garantire inclusività e uguaglianza"; nello stesso giorno a Calderara di Reno si inaugura la mostra di pittura "Il mondo da seduto".

Domenica 2 dicembre a Bologna per le classi delle scuole materne ed elementari è in programma lo spettacolo di teatro di Figura "Nuvole, A Tratti"; a Pianoro c'è la presentazione del libro "Scoprirsi down – La storia di Alberto raccontata da lui stesso"; a Bentivoglio si proietta il film "Sognando Gianni Morandi".

Dal 3 al 8 dicembre a Bologna l'associazione Opimm Bologna ha organizzato una serie di iniziative dal titolo "Costruiamo insieme percorsi di autonomia".

Diversi gli appuntamenti in programma lunedì 3 dicembre: a Medicina l'incontro-spettacolo "Siamo fatti di - versi perchè siamo poesia"; a Bologna si tiene l'incontro "Porte aperte alla città"; a Calderara di Reno va in scena lo spettacolo "Anna dei miracoli", a Zola Predosa l'appuntamento è con la presentazione del libro "Come quando la piscina dorme".

Redazione

Pista didattica intitolata a Michele Scarponi per educare i giovani a diventare campioni di civiltà

E-mail Stampa PDF

Pista didattica ScarponiCastefididardo. «Michele aveva il sogno di indossare la maglia rosa e lo ha realizzato. La Fondazione a lui intitolata ha un altro sogno: che nessuno muoia più sulla strada. Ci piace legare il suo nome ad iniziative costruttive come questa perché sulla sicurezza il verbo da coniugare è "fare" e non c'è nulla di meglio che educare i giovani a diventare campioni di civiltà». La commozione di Marco Scarponi è forte quanto la determinazione nel collaborare a progetti istruttivi e a tutela degli utenti deboli della strada come quello ideato dall'Amministrazione Comunale di Castelfidardo tramite il Comando di Polizia Locale: una pista didattica in zona Campanari dotata di segnaletica orizzontale e verticale, tribuna e servizi, in cui gli studenti delle classi IV e V elementare e I media degli Istituti Comprensivi locali ma anche dei Comuni limitrofi, potranno simulare in bicicletta percorsi, situazioni ed insidie reali, sotto la guida per la parte tecnica degli istruttori della Superbike Bravi Platform team e degli Agenti di Polizia Locale per quanto riguarda la preparazione teorica sulle norme basilari del codice della strada in continuità con i progetti di educazione alla legalità da tempo in essere. Una splendida giornata di sole ha incorniciato stamattina la cerimonia del taglio del nastro, festosamente partecipata dalle scolaresche che hanno subito sperimentato la parte pratica e da un nutrito parterre di autorità, forze dell'ordine e amici dell'aquila di Filottrano. «Siamo orgogliosi di avere dato concretezza a questa brillante idea dedicandola ad un'atleta simbolo del territorio, coniugando il dovere delle Istituzioni a sensibilizzare le giovani generazioni su valori importanti, riqualificando nel contempo un'area ormai abbandonata che ora rivitalizza un piccolo quartiere – ha detto il sindaco Roberto Ascani -. E' un punto di partenza per stimolare sempre maggiore attenzione e far sì che la strada sia un luogo di vita e non di tragedie». I numeri elencati da Marco Scarponi, accompagnato nell'occasione dalla mamma, sono eloquenti: «ogni anno le vittime sono così tante che è come se scomparisse un paese di 3500 abitanti, ma in strada non vince chi arriva prima bensì chi rispetta le regole e il prossimo». Un appello condiviso dal presidente dell'associazione vittime della strada Pietro Bonarini: «La libertà dell'uno non deve mai collidere con quella di un altro soggetto: oggi le violazioni non si limitano all'alta velocità ma sono sempre più subdole: basti pensare che nelle scorse settimane su 92 controlli sono emerse 24 persone (1 su 4) alla guida in stato di ubriachezza o sotto l'effetto di sostanze stupefacenti». Benedetto dal parroco don Franco Saraceni, apprezzato dai vertici regionali e provinciali della F.C.I. Lino Secchi e Tania Belvederesi, nonché dalle dirigenti scolastiche, dagli uomini della protezione civile, delle forze dell'ordine, dal comandante della Polizia Stradale di Ancona Alberto Giancarli e fra gli altri dai rappresentanti dei Comuni di Filottrano e Camerano Giovanni Morresi e Costantino Renato, la ristrutturazione dell'impianto intitolato a Michele Scarponi è stata finanziata con i proventi delle contravvenzioni. Chi sbaglia paga e ora indirettamente educa. Alle scuola, agli uomini del comandante Franco Gerboni e ai tecnici istruttori della Superbike di Rossano Mazzieri il compito di seguire e far crescere in consapevolezza e responsabilità i ciclisti, patentati e protagonisti del domani.

Redazione

Oltre la Stanza Rosa, a Castenaso riflessioni sulla violenza contro le donne

E-mail Stampa PDF

Tra arte e parole verso la Giornata internazionale del 25 novembre

A giugno Castenaso fu il primo comune metropolitano ad inaugurare la Stanza Rosa all'interno della caserma dei Carabinieri per ricevere donne e minori vittime di abusi e violenze. Il primo tassello di un progetto che vuole aprire una Stanza in ogni Unione di Comuni della città metropolitana.

Ora, in vista del 25 novembre - Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, gli assessorati Pari Opportunità e Cultura del Comune, in collaborazione con il Centro Sociale L'Airone, promuovono una serie di iniziative per riflettere su questo tema sempre nell'ambito del progetto de "la Stanza Rosa".

Si parte sabato 10 novembre con l'inaugurazione della mostra "Dipinti in poesia" di Kate Nuanda. All'inaugurazione (ore 16 a Casa Bondi) saranno presenti gli assessori Elisabetta Scalambra (Pari Opportunità) e Pier Francesco Prata (Cultura) per i saluti istituzionali. I dipinti e i testi poetici, realizzati dall'artista, saranno interpretati dalla voce della scrittrice noir e conduttrice radiofonica Maria Silvia Avanzato. Parteciperà anche Il Coro dello Gnomo. La mostra sarà visitabile fino al 25 novembre, con ingresso gratuito (dal lunedì al venerdì 16-19 e sabato e domenica 10-12.30/16-19).

Mercoledì 14 novembre si terrà la tavola rotonda "Donne, minori, soggetti sensibili, uomini maltrattanti e azioni a sostegno" (ore 20 Centro Sociale L'Airone). Interverranno:
Paola Castagnotto (presidente Centro Antiviolenza Cento Donna Giustizia di Ferrara), Anna Del Mugnaio (dirigente Area Servizi alla Persona dell'Unione Reno Galliera), Maria Caterina Manca (consigliere Comunale e Presidente V Commissione Consiliare Sanità, politiche sociali, sport, politiche abitative del Comune di Bologna), Capitano Martina Panerai (ufficiale psicologo Arma dei Carabinieri), Pietro Piro (sociologo e saggista), Elisabetta Scalambra (assessore alle Pari Opportunità, Politiche della famiglia e Politiche abitative del Comune di Castenaso e Consigliera delegata della Città metropolitana di Bologna a Sviluppo sociale e Pari Opportunità), Anna Strazzari (psicologa, psicoterapeuta Consultorio familiare ausl di Imola), Daniele Stumpo (psicologo psicoterapeuta e Giudice Onorario del Tribunale per i Minorenni dell'Emilia-Romagna - sede di Bologna), Maurizio Stupiggia (psicologo psicoterapeuta e direttore della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Biosistemica - Bologna), Susanna Zaccaria (assessore del Comune di Bologna con delega alle pari Opportunità e differenze di genere, diritti LGBT, Contrasto alle discriminazioni, Lotta alla violenza e alla tratta sulle donne e sui minori).
Verrà proiettato il docu-film "Ma l'amore c'entra" di E. Lodoli alla presenza di Federica Iacobelli, co-sceneggiatrice e Lorenzo Ansaloni, attore. Modera la serata la giornalista Silvia Santachiara.

Infine il 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza alle donne, verrà presentato il libro "Il corpo violato" di Maurizio Stupiggia. Introduzione a cura di Maria Silvia Avanzato (ore 16 Casa Bondi).

Redazione

I bolognesi più “ricchi” del 21,5% rispetto alla media nazionale

E-mail Stampa PDF


Pubblicato il rapporto sui redditi dichiarati nei comuni della città metropolitana di Bologna

È on line il Rapporto dell'Ufficio statistica di Palazzo Malvezzi che – a partire dai dati diffusi dal Ministero dell'Economia e delle Finanze nei mesi scorsi – ha elaborato un'approfondita analisi sui redditi nei comuni della città metropolitana di Bologna (le dichiarazioni prese in esame sono quelle presentate dalle persone fisiche nel 2017 con riferimento all'anno di imposta 2016).

Nella città metropolitana di Bologna i contribuenti sono oltre 765.000 per 19,2 miliardi di euro di reddito complessivo e un reddito complessivo medio per contribuente di 25.083 euro, più alto del 10,3% rispetto a quello regionale (22.736 euro) e del 21,5% rispetto alla media nazionale (di 20.640 euro).

L'analisi dei dati per comune, conferma l'addensamento dei redditi medi più alti nell'ambito dell'area centrale - il capoluogo e i comuni della prima corona, in particolare collinare - che tende a rappresentare un tratto strutturale della distribuzione geografica del reddito nel tempo.

In questo ambito geografico ricadono tutti i dieci comuni in cui il reddito medio per contribuente risulta superiore alla media metropolitana, pari a 25.083 euro. Il reddito medio più alto (29.518) si registra nel 2016 nel comune di Monte San Pietro, mentre San Lazzaro di Savena (primo nel 2015) passa al secondo posto, e Bologna, con 27.127 euro, scende al terzo posto. Il reddito medio più basso (18.947 euro) si registra nel comune di Castel d'Aiano.

In 10 comuni il reddito medio per contribuente è inferiore alla media italiana, pari a 20.640 euro, come già nel 2015. In 25 comuni il reddito si colloca al di sotto della media regionale, pari a 22.736 euro.

La concentrazione dei redditi medi inferiori alla media nazionale nelle zone montane rappresenta un secondo tratto strutturale della distribuzione geografica del reddito a livello metropolitano.

Fasce di reddito. Nell'area metropolitana bolognese la maggioranza dei contribuenti dichiara tra 15.000 e 26.000 euro. Nel 2016 il reddito complessivo della città metropolitana si è infatti articolato nel modo seguente:

- 245.000 contribuenti hanno dichiarato meno di 15.000 euro (32,4%) di cui quasi 150.000 hanno dichiarato meno di 10.000 euro (19,6%). Il dato dei redditi fino a 15.000 euro è notevolmente inferiore al 45% registrato a livello nazionale, ed in leggera contrazione rispetto al 2015;

- 258.600 contribuenti hanno dichiarato tra 15.000 e 26.000 euro (34,2%);

- quasi 202.200 contribuenti ha dichiarato tra 26.000 e 55.000 (26,8%);

- le classi di reddito superiori ai 55.000 euro sono molto meno numerose (circa 49.000 contribuenti), ma ad esse sono associati importi reddituali considerevoli: Il 6,5% dei contribuenti più ricchi dichiara infatti il 26% dei redditi totali.

L'80% del reddito deriva da lavoro dipendente (50,8%) o da pensione (quasi il 30%). Il reddito da lavoro autonomo e quello di spettanza degli imprenditori pesano complessivamente per un altro 8% circa.

Il reddito da lavoro dipendente e assimilati pesa in misura rilevante – oltre il 53 ed oltre il 55% - nei comuni della pianura bolognese, in particolare nord-occidentale, e nel basso imolese. Il reddito da lavoro autonomo è presente in misura più rilevante – dal 3% ad oltre il 5% - nei comuni di Bologna, San Lazzaro di Savena, Pianoro, interessando la via Emilia Est e la prima fascia collinare fino ad Imola.

Redazione

Lamborghini Avventura: una spedizione di Urus alla scoperta dell’Islanda

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI ISLANDASi è svolta in Islanda una nuova tappa di Lamborghini Avventura, la serie di spedizioni Lamborghini alla scoperta dei luoghi e delle strade più spettacolari del mondo. Dopo Andalusia, Transilvania e Norvegia, è stata scelta l'Islanda come destinazione ideale per testare la grande versatilità del Super SUV Urus su strade, sterrati e in paesaggi unici come quelli islandesi.

Prime Lamborghini a toccare il suolo d'Islanda, sette Urus colorate hanno percorso un totale di circa 900 km in due giorni, sotto le più disparate condizioni metereologiche, da sole a raffiche di vento, pioggia e neve. Un viaggio avventura partito dalla penisola di Reykjanes a sud ovest, dove si trova la famosa Laguna Blu, l'area geotermale alimentata dalla produzione di acqua del vicino impianto geotermico di Svartsengi, caratterizzata da piscine di acqua calda dal tipico colore azzurrino.

Dalla laguna il convoglio si è spinto lungo la costa meridionale, toccando mete da sogno: tra queste le scogliere di Krysuvikurberg, dal nome dei due trolls che rappresentano secondo la leggenda, alla spiaggia nera di Reynisfjara, fino al promontorio di Dyrhólaey, con il suo enorme arco naturale di roccia che si protende nel mare, popolato da colonie di pulcinelle di mare che nidificano sulle scogliere e migrano d'inverno.

Impostato il selettore Anima su Terra, le Urus hanno poi sfidato percorsi off road e guadi, dando perfetta dimostrazione della loro guidabilità sui terreni più estremi, come sul tracciato che corre sotto il promontorio di Hjörleifshöfði fino al mare, o quello che conduce al ghiacciaio "nero" di Kötlujökull.

Il viaggio è proseguito attraverso i campi di lava ricoperti di muschio della zona del vulcano Laki, il lago glaciale di Fjallsárlón, all'estremità meridionale del ghiacciaio Vatnajökull, fino alla straordinaria visione della laguna dei ghiacci dello Jökulsárlón, tra iceberg e foche. E infine il ritorno alla capitale Reykjavik, cuore politico, culturale ed economico dell'isola, a restituire scene di civiltà dopo chilometri di natura e silenzio rotto solo dal rombo delle sette potenti Urus.

Redazione

Pagina 7 di 82