Ultimo aggiornamento11:42:04 AM GMT

Sei qui: Attualità

25 aprile, la Città metropolitana alle iniziative per il 72° anniversario della Liberazione

E-mail Stampa PDF

La Città metropolitana di Bologna parteciperà alle iniziative per ricordare il 72° anniversario della Liberazione con il seguente programma:

Lunedì 24 aprile alle ore 20 - Fiaccolata sui Luoghi della resistenza, sarà presente il Consigliere metropolitano Raffaele Persiano. L'evento condiviso con l'associazione "PrendiParte" partirà da Via Broccaindosso - I tappa, per proseguire poi in Via San Vitale, Via Begatto - II tappa, Via dell'Unione, Via Belmeloro, Via Selmi, Via San Giacomo - III tappa, Via Zamboni, Piazza Scaravilli - IV tappa, Ghetto Ebraico - V tappa, Via Oberdan - VI tappa, Via Rizzoli. La fiaccolata si concluderà in Piazza Nettuno al Sacrario dei Caduti.

Martedì 25 aprile a Marzabotto alle ore 9.30 ci sarà la deposizione di corone al Sacrario dei Caduti, parteciperà il consigliere delegato Marco Monesi. Fra i numerosi appuntamenti della giornata si segnalano, a San Martino di Caprara alle ore 11, le orazioni ufficiali di Mons. Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, e di Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

A Bologna alle ore 10.30 in piazza Nettuno alla celebrazione solenne con alzabandiera con picchetto Militare d'Onore e deposizione di corone al Sacrario dei Caduti Partigiani e alla lapide ANEI, sarà presente il sindaco metropolitano Virginio Merola, accompagnato dal gonfalone della Città metropolitana. Interverrà la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini.

Sempre il 25 aprile, alle ore 12 al Giardino di Villa Cassarini, Porta Saragozza, alla deposizione di una corona alla lapide in ricordo delle vittime omosessuali nei campi di sterminio nazisti, parteciperà il consigliere metropolitano Raffaele Persiano.

Redazione

Piano Urbano della Mobilità Sostenibile metropolitano

E-mail Stampa PDF

Approvato l'accordo per avviare le procedure di gara

Il Consiglio metropolitano ha approvato nella seduta di ieri l'Accordo tra Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, Istituto sui Trasporti e la Logistica (ITL) e SRM Reti e Mobilità Srl per la gestione della procedura ad evidenza pubblica per la redazione di tre atti fondamentali per la pianificazione della mobilità dell'intero territorio metropolitano: il Piano Urbano della Mobilità sostenibile-PUMS, il Piano Generale del Traffico Urbano-PGTU del Comune di Bologna e il Piano Urbano della Logistica Sostenibile-PULS.
Il documento è stato approvato con 14 voti a favore (Pd e Rete Civica), 2 astenuti (Uniti per l'Alternativa) e il voto contrario del Movimento 5 stelle.

Il PUMS è il documento strategico che orienta la mobilità in senso sostenibile con un orizzonte temporale medio lungo, con una visione di sistema della mobilità urbana e metropolitana e che ha come suo fulcro principale il miglioramento dell'offerta di trasporto pubblico e l'integrazione dei servizi per la mobilità.
Per garantire una coerenza tra i diversi strumenti di pianificazione della mobilità il PUMS detterà gli indirizzi per l'aggiornamento e il coordinamento dei Piani Generali del Traffico Urbano-PGTU dei Comuni del territorio e comprenderà, come sua parte integrante, anche il Piano Urbano della Logistica Sostenibile, strumento che riguarda specificamente il governo della logistica delle merci in un'ottica di sostenibilità ambientale, al fine di ridurre le emissioni inquinanti.

Obiettivo dell'Accordo è l'affidamento della redazione dei tre Piani ad un unico soggetto, scelta che consente da un lato di evitare il frazionamento delle prestazioni e la conseguente antieconomicità e dall'altro di assicurare omogeneità ed efficacia nell'acquisizione degli elementi e dei dati comuni. Tre strumenti di pianificazione quindi strettamente collegati che necessitano di una visione complessiva del quadro trasportistico e urbanistico, nonché dei relativi servizi integrati nel territorio di riferimento.

L'Accordo siglato prevede che sarà SRM ad occuparsi della gestione della procedura ad evidenza pubblica per la redazione di PUMS, PULS e PGTU del Comune di Bologna, mentre la Città metropolitana di Bologna si occuperà dell'affidamento in seguito all'aggiudicazione.
I circa 300mila euro destinati alla redazione dei piani rientrano interamente nei finanziamenti riconosciuti alla Città metropolitana da parte della Regione Emilia-Romagna e da fondi dell'Unione europea.

"Questo Accordo è una delle prime azioni che Città metropolitana e Comune di Bologna compiono insieme dopo l'istituzione dell'Ufficio unico per la pianificazione della mobilità – ha commentato Marco Monesi, consigliere metropolitano con delega alla Mobilità - dimostrazione che un buon lavoro di squadra evita la dispersione di energie e incongruenze tra i diversi livelli di piano".

Redazione

City Angels: Messa e preghiera interreligiosa per la pace e contro il terrorismo

E-mail Stampa PDF

City Angels preghieraLa festa di Pasqua dei City Angels per i senzatetto della Stazione Centrale diventa anche una preghiera interreligiosa per la pace e la fratellanza e contro terrorismo, violenza e intolleranza. Il tutto si svolgerà alla Vigilia, sabato 15 aprile, a mezzogiorno, in piazza Duca d'Aosta, davanti all'hotel Gallia e alla Stazione.

A mezzogiorno si inizia con la S. Messa, celebrata da Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana. Dopo il Padre Nostro, recitato tenendosi tutti per mano, si svolgerà la preghiera congiunta contro terrorismo e intolleranza e per la pace e la fratellanza, condotta insieme da Mons. Buzzi, dall'imam Mohsen Mouelhi e da Daniele Nahum, già Vicepresidente della Comunità ebraica di Milano.

Seguirà, alle ore 12,30, la distribuzione di colombe, dolci e bevande, tutto rigorosamente veg, realizzata in collaborazione con l'associazione di volontariato dei taxisti milanesi Taxi Service Milano e con Coop Lombardia; e la musica rock dal vivo del cantautore Marco Ligabue.

Il consigliere comunale Rosario Pantaleo porterà il saluto del Comune di Milano, mentre Stefano Bolognini porterà quello della Regione Lombardia. Saranno presenti Daniela Javarone, madrina dei City Angels, e la grafologa Candida Livatino.
Il fondatore dei City Angels, Mario Furlan, invita i milanesi a partecipare a questo momento di solidarietà e spiritualità portando una colomba o un uovo di cioccolato, da donare a un senzatetto: "Per vivere insieme il vero spirito della Pasqua".

Redazione

Città Metropolitana. Pronto soccorso cani e gatti incidentati.

E-mail Stampa PDF

cane-gattoRinnovato l'Accordo con Ausl e Dipartimento di Medicina Veterinaria. Lo scorso anno 55 animali soccorsi

Proseguirà anche per il 2017 il progetto di Pronto soccorso veterinario rivolto agli animali di affezione (cani e gatti) vittime di incidenti stradali, sulle strade del territorio dell'area metropolitana. Il rinnovo è stato approvato con atto del Sindaco insieme all'Accordo di collaborazione con il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell'Alma Mater Studiorum e con l'Azienda USL di Bologna, e alla Convenzione con le associazioni di volontariato ENPA (sezione di Bologna) e Bolognazoofila.

Il Nuovo Codice della strada ha reso obbligatorio per ogni utente della strada soccorrere gli animali vittime di incidenti, assicurando un intervento tempestivo. Nel caso in cui siano coinvolti cani e gatti, il Comune sul cui territorio si è verificato il sinistro si dovrà far carico delle spese conseguenti al soccorso dell'animale, qualora non si risalga ad un proprietario.

In base all'Accordo, 24 ore su 24, il Servizio Veterinario dell'Azienda USL di Bologna garantisce il primo soccorso nei confronti dell'animale sul luogo dell'incidente; il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell'Università di Bologna svolge il servizio di Pronto Soccorso tramite il proprio Ospedale Veterinario di Ozzano; le Associazioni di volontariato, allertate dal Medico Veterinario AUSL intervenuto sul luogo dell'incidente, forniscono il servizio di trasporto di cani e gatti incidentati dal luogo dell'incidente al Pronto Soccorso attivo presso l'Ospedale Veterinario di Ozzano.

Nel corso del 2016 i cani e gatti soccorsi attraverso questo progetto sono stati 55.

Il cittadino che assista ad un incidente stradale che coinvolga cani o gatti per attivare correttamente i soccorsi dovrà chiamare direttamente il Servizio Veterinario dell'AUSL oppure i Carabinieri o il Corpo di Polizia provinciale della Città metropolitana o la Polizia Municipale, che contatteranno il Medico Veterinario dell'AUSL reperibile per zona. Quello che va assolutamente evitato è trasportare di propria iniziativa il cane o gatto incidentato presso una Struttura Medica Veterinaria, senza considerare le eventuali Convenzioni stipulate dal Comune sul cui territorio si è verificato l'incidente stradale.

Ulteriori informazioni, compresi numeri di reperibilità delle AUSL Veterinarie del territorio, sono disponibili sul portale www.canigattienoi.cittametropolitana.bo.it.

Redazione

Comuni di Imola, Castel Guelfo, Medicina: modifiche alla viabilità sulla S.P. 30 “Trentola”

E-mail Stampa PDF

Per eseguire in sicurezza i lavori di sistemazione della sponda del Canale Consorziale dei Raggi al km 11+640 della SP 30 "Trentola", l'Area servizi territoriali metropolitani dispone l'istituzione temporanea di:

– limitazione progressiva della velocità a 30 km/h;
– divieto di sorpasso;
– senso unico alternato, regolato da semaforo o movieri;
– obbligo di dare la precedenza nei sensi unici alternati;
– interruzione temporanea della circolazione strettamente limitata alle lavorazioni.

sulla SP 30 "Trentola" dal km 11+550 al km 11+750
a decorrere dalle ore 8:00 di lunedì 10 aprile 2017, fino a termine dei lavori

La regolamentare segnaletica stradale sarà installata e mantenuta a cura della Bonifica Renana.

Redazione

Sasso Marconi. Incontro pubblico su problematiche e prospettive del volontariato socio-sanitario

E-mail Stampa PDF

Sabato 8 Aprile al Teatro comunale, ore 9:  "La Pubblica Assistenza Sasso Marconi progetta il futuro del volontariato al servizio dei cittadini"

A Sasso Marconi c'è un'associazione attiva dal 1982 nel volontariato socio-sanitario: si tratta della Pubblica Assistenza, che opera nei settori dell'emergenza sanitaria, dell'assistenza sociale e della protezione civile.

Grazie all'impegno dei suoi volontari, ogni giorno la Pubblica Assistenza Sasso Marconi mette a disposizione un'ambulanza per gli interventi di primo soccorso sul territorio di Sasso Marconi, Marzabotto e Casalecchio di Reno, ed effettua trasporti non urgenti su richiesta di cittadini e Istituzioni (1.800 interventi di emergenza e 4390 servizi di trasporto infermi svolti nel 2016). L'associazione organizza inoltre simulazioni di protezione civile, iniziative di sensibilizzazione sanitaria e momenti formativi rivolti a studenti e cittadini (in tutto, una settantina di eventi solo nel 2016).

Ora la Pubblica Assistenza Sasso Marconi sta affrontando il grande cambiamento della società nell'assistenza e nel volontariato. Le crescenti richieste da parte degli Enti preposti ai pubblici servizi, l'aumento dei bisogni di solidarietà e la carenza di volontari richiedono all'associazione sforzi sempre più gravosi per continuare a svolgere la propria attività.

Per far conoscere la situazione ai cittadini e confrontarsi con le Istituzioni (l'AUSL, i Comuni di Sasso Marconi, Marzabotto, Casalecchio di Reno e Monzuno) e i rappresentanti dei servizi socio-sanitari su problematiche e prospettive del volontariato socio-sanitario, la Pubblica Assistenza Sasso Marconi, in collaborazione con l'Amministrazione comunale, ha convocato un incontro pubblico per sabato 8 aprile alle ore 9, presso il Teatro comunale di Sasso Marconi (Piazza dei Martiri 5).

"La nostra associazione sta attraversando una fase di difficoltà dovuta alla crisi del volontariato e ai cambiamenti in atto nella società - osserva Fabrizio Massari, presidente della Pubblica Assistenza Sasso Marconi - . Dal 1982 ad oggi abbiamo prestato assistenza e soccorso in ambulanza con l'esclusivo apporto di personale volontario, ma ora rischiamo seriamente di non riuscire, con le nostre sole forze, a portare avanti un'attività apprezzata dai cittadini per efficienza ed economicità. Con l'incontro di sabato prossimo, vogliamo portare i cittadini a conoscenza della situazione e iniziare a pensare e progettare assieme a loro il futuro della Pubblica Assistenza".

"Il volontariato - interviene Stefano Mazzetti, sindaco di Sasso Marconi - è un'imprescindibile risorsa locale: ciò che rende una comunità coesa e solidale, rendendola più forte di fronte alle difficoltà e ai cambiamenti sociali. La nostra Pubblica Assistenza è stata un modello di associazionismo per oltre 30 anni e, in questo momento di trasformazione, può tornare ad essere un punto di riferimento per le politiche socio-sanitarie locali. Mi aspetto molta partecipazione a questo evento sia da parte dei cittadini sia delle Istituzioni".

Redazione

 

 

Consegnata alla Polizia di Stato la nuova Lamborghini Huracán Polizia

E-mail Stampa PDF

Huracán PoliziaRoma– Automobili Lamborghini ha consegnato alla Polizia di Stato a Roma la nuova Huracán Polizia destinata alla Polizia Stradale. Le chiavi della vettura sono state consegnate presso il Palazzo del Viminale da Stefano Domenicali, Chairman & Chief Executive Officer di Automobili Lamborghini, al Ministro dell'Interno, Sen. Marco Minniti, alla presenza del Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli.

La Huracán della Polizia di Stato, destinata alla Polizia Stradale di Bologna, sarà impiegata sia in attività operative sia per il trasporto urgente di sangue ed organi. Una ulteriore Huracán è già in dotazione alla Polizia Stradale di Roma dal 2015.

Con l'occasione è stata consegnata anche la Gallardo Polizia del 2009 del Museo Lamborghini di Sant'Agata Bolognese. La vettura sarà esposta in via permanente presso il Museo dell'Auto della Polizia di Stato di Roma.

Huracán Polizia

La Huracán Polizia è utilizzata per lo svolgimento di servizi di polizia stradale, soccorso e trasporto sanitario. L'auto è in colori d'istituto (Azzurro Medio Polizia), con le parti in bianco e le scritte adattate al design dinamico della supersportiva. La livrea è completata da una banda tricolore, che corre lungo entrambe le fiancate della vettura. Gli pneumatici sono, come tutti i modelli Lamborghini, dei P Zero Pirelli con il fianco in Azzurro Medio Polizia, appositamente realizzato per l'occasione.

Come per il modello di serie, la Huracán Polizia è dotata di motore V10 aspirato da 610 CV, di quattro ruote motrici e di telaio ibrido in alluminio e fibra di carbonio, caratteristiche in grado di garantirne alte prestazioni e massima stabilità anche a velocità elevate.

Equipaggiamento ad alta tecnologia

L'abitacolo della Huracán Polizia è provvisto delle più avanzate dotazioni tecnologiche. La vettura è equipaggiata con il sistema di bordo composto da

tablet, con integrati computer e sistema di registrazione e telecamera. I sistemi consentono di documentare le attività di controllo su strada.

Tradizionale dotazione di servizio

Oltre all'equipaggiamento ad alta tecnologia, la Huracán Polizia è provvista naturalmente anche della tradizionale dotazione di servizio, come per esempio il porta arma, un estintore portatile, la radio di ordinanza VHF-Polizia e i ganci per ospitare la classica paletta bianca e rossa per effettuare il fermo dei veicoli in sicurezza.

Assistenza sanitaria e trasporto d'organi

Compito fondamentale della Huracán Polizia è l'assistenza sanitaria. A questo scopo, il bagagliaio anteriore della vettura ospita una speciale attrezzatura frigobox per il trasporto urgente di organi per trapianti. Per il soccorso d'emergenza delle persone l'equipaggiamento comprende, inoltre, un defibrillatore, che è capace di salvare vite ristabilendo tramite mirate scariche elettriche un normale battito del cuore in caso di forte aritmia cardiaca o fibrillazione ventricolare.

Nel 2016 sono stati diversi i trasporti effettuati con le Lamborghini della Polizia di Stato:

-tra il 7 e il 9 aprile 2016 l'Istituto Superiore di Sanità-Centro Nazionale Trapianti ha coordinato una serie concatenata di prelievo/trapianto di organi tra persone viventi, interessando 5 strutture ospedaliere tra Lombardia e Toscana. La prima catena di trapianti incrociati di rene da vivente in modalità cross-over è stata eseguita consentendo di donare e trapiantare sei pazienti. La catena-cross over è stata possibile grazie al primo donatore che ha "innescato" questo effetto domino, permettendo così a 5 coppie di donare e ricevere un rene.

-Il 5 ed il 6 luglio 2016, il secondo caso nel nostro paese: l'Istituto Superiore di Sanità-Centro Nazionale Trapianti ha coordinato una serie concatenata di prelievo/trapianto di organi tra persone viventi, interessando 5 strutture ospedaliere tra Lombardia e Toscana. La catena di trapianti incrociati di rene da vivente in modalità cross-over è stata eseguita consentendo di donare e trapiantare 3 coppie di pazienti.

La Polizia Stradale è costantemente impegnata per le esigenze relative all'assistenza sanitaria: nel 2016 sono state 176 le richieste di assistenza pervenute su tutto il territorio nazionale, che hanno comportato l'impiego complessivo di 462 pattuglie. 120 pattuglie hanno fornito assistenza a persone affette da particolari patologie, 111 e 74 hanno trasportato rispettivamente organi e plasma/sangue, 117 rispettivamente sieri/vaccini e medicinali e 40 equipaggi sono stati interessati per altre esigenze varie.

Redazione

Mobilità, grande successo di “Bella Mossa”: oltre 10 mila gli iscritti in 48 ore

E-mail Stampa PDF

Assegnati 1 milione e mezzo di "punti mobilità"

Bologna. Sono 10.165 i cittadini metropolitani che hanno scaricato l'app BetterPoints per partecipare a "Bella Mossa", la nuova iniziativa di promozione della mobilità sostenibile coordinata dalla SRM - Reti e Mobilità, l'agenzia di Comune e Città metropolitana di Bologna per la mobilità e il trasporto pubblico locale.

"In soli due giorni – è il commento dell'assessore alle Politiche per la Mobilità del Comune di Bologna Irene Priolo e del Consigliere delegato alla Mobilità della Città metropolitana Marco Monesi - Bella Mossa ha quindi raggiunto l'obiettivo dei 10 mila iscritti che ci eravamo dati nell'arco dei sei mesi di durata del progetto (che durerà fino al 30 settembre). Crediamo che questa iniziativa possa ora diventare veramente di massa coinvolgendo molte migliaia di cittadini ed uscendo dalla sua natura "sperimentale" e di nicchia che ci eravamo immaginati inizialmente".

Le persone che hanno già ottenuto Punti Mobilità (che quindi oltre a scaricare l'app hanno già iniziato ad utilizzarla nei loro spostamenti) sono 3.394, per un totale di 1,5 milioni di punti ripartiti in 4.700 camminate, 2.500 percorsi in bici e 1.750 in bus.

È possibile partecipare alla sfida anche come squadra aziendale, 12 finora le aziende iscritte: i punti raccolti da ciascun dipendente – oltre a poter essere utilizzati individualmente per beneficiare degli sconti – contribuiranno ad alimentare il punteggio della squadra in classifica. Le aziende che a fine progetto si classificheranno nelle prime posizioni potranno vincere premi collettivi, come le rastrelliere e tanti voucher per i dipendenti più virtuosi.

Ricordiamo che per partecipare bastano tre semplici mosse.
1. Scarica la app BetterPoints e registra i tuoi spostamenti sostenibili.
2. Guadagna PuntiMobilità con le attività base, gli eventi speciali e gli eventi partner
3. Converti i tuoi PuntiMobilità in sconti e buoni spesa presso i tanti esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa.

Realizzata in collaborazione con Tper, "Bella Mossa" gode del patrocinio di Comune e Città metropolitana di Bologna, Regione Emilia-Romagna, Camera di Commercio e Università di Bologna, a cui si aggiungono i Comuni di Anzola dell'Emilia, Calderara di Reno, Castenaso, Granarolo dell'Emilia, Castel Maggiore, Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena, Sasso Marconi, Zola Predosa e dell'Unione Reno-Galliera.
Altre importanti realtà hanno scelto di sostenere il progetto: Bilock, Campa, Decathlon, Wayel, Mare Termale di Bologna, Villaggio della Salute Più, Aeroporto Guglielmo Marconi, Saca, EmilBanca e Conad sono i Main Partner; ne sono partner anche Italwin, NaturaSì, Genus Bononiae, Felsineo e City Red Bus, Librerie COOP insieme a negozi, locali ed esercizi commerciali aderenti.

Redazione

Lamborghini Huracán Spyder: Car of the Year 2017

E-mail Stampa PDF

Lamborghini HuracànRobb Report ha annunciato il risultato del suo concorso Car of the Year, uno dei più attesi nell'ambito automotive. La redazione, portavoce mondiale del lusso, ha eletto vincitrice la Lamborghini Huracán Spyder. Presentata al Salone Internazionale dell'Automobile di Francoforte 2015, la versione aperta della Huracán Coupé è stata scelta tra 13 modelli; 150 giudici che hanno partecipato all'evento tenutosi nella Napa Valley, California, dal 28 Ottobre al 9 Novembre 2016.

La Huracán Spyder è sinonimo di tecnologie innovative, qualità elevatissima e performance mozzafiato. Comfort esclusivo e design dalle linee dinamiche ed essenziali la confermano tra i modelli iconici del marchio Lamborghini. La capote leggera con sistema elettroidraulico conferisce alla nuova supersportiva un look inconfondibile, sia con il tetto chiuso che aperto, e offre il massimo comfort a conducente e passeggero senza pregiudicare maneggevolezza e prestazioni.

Redazione

Pagina 7 di 68