Ultimo aggiornamento01:25:27 PM GMT

Sei qui: Attualità

Bologna Città metropolitana. Neve, situazione strade provinciali - ore 12.30

E-mail Stampa PDF

Neve BolognaTutti i mezzi e gli uomini della Città metropolitana sono in strada dalla serata di ieri per fronteggiare la nevicata di queste ore. In alcune zone della montagna sono caduti anche 60-70 centimetri.
Al momento la situazione è critica soprattutto nella zona di Granaglione (Alto Reno): si sta facendo il possibile per non chiudere le strade dove sono caduti molti alberi e rami.

Nelle strade della montagna sopra i 700 metri le lame spartineve sono in azione da ieri sera alle 20 mentre nelle altre zone sono impegnate dalle 2 di questa notte. Nella prima collina sono caduti dai 15cm, 30/40 cm nelle zone a 500/600m, e 50/70 cm tra i 700/900m.
Il transito è regolare con uso di catene o pneumatici da neve in particolare sopra i 500 metri dove rimane uno strato bianco sulle strade. Ci sono state alcune cadute di alberi anche alle quote più basse dove la neve risulta maggiormente bagnata e pesante, situazioni risolte con l'intervento del personale cantoniere.

Le precipitazioni sono previste in esaurimento dal tardo pomeriggio con rasserenamenti e gelate e per questo sono previsti interventi con mezzi spargisale in serata.

Redazione

Un nuovo portale per le Associazioni di volontariato sociale della Reno Galliera

E-mail Stampa PDF

portale associazionismo Reno GalieraSi è tenuto lunedì 29 gennaio, a San Giorgio di Piano, l'incontro voluto dall'Unione Reno Galliera, con la presenza del Presidente dell'Unione Belinda Gottardi, del Sindaco delegato al sociale Sergio Maccagnani e di tutte le Associazioni di volontariato sociale dell'Unione, per presentare la nuova sezione del sito ad esse dedicata.

Si tratta di oltre 65 Associazioni che operano nel campo dell'assistenza, dell'accoglienza, della cura dei più fragili e bisogni, nell'ambito della sicurezza e dell'intrattenimento.

Il nuovo portale dell'Unione raccoglie tutti i rifierimenti delle 65 Associazioni. Ma non solo. Il portale conterrà tutte le informazioni relative ai progetti e agli eventi delle Associazioni stesse e tutte le informazioni utili su come organizzare un evento, chiedere un patrocinio, creare una nuova Associazione.

L'incontro è stato anche l'occasione per riflettere sulle novità del Codice del Terzo Settore introdotto a livello nazionale nel 2017, grazie alla presenza di Roberto Museo, Direttore dell'Associazione Nazionale dei Centri Servizi per il volontariato, e per illustrare i servizi e le attività per le Associazioni promosse dal Centro Servizi per il volontariato di Bologna, grazie alla presenza di Giancarlo Funaioli.

Secondo Sergio Maccagnani, Sindaco delegato in Unione alle politiche sociali: "le associazioni di volontariato sociale rappresentano un patrimonio enorme per il nostro territorio. Per questo, dopo quattro anni dalla gestione associata dei servizi in Unione, abbiamo pensato di valorizzare le attività che quotidianamente svolgono e di iniziare con loro un percorso di crescita e di scambio reciproco delle opportunità e delle cirticità legate alla preziosa attività che portano avanti con e per le nostre comunità."

Secondo Giancarlo Funaioli e Roberto Museo: "l'obiettivo di mettere in rete le Associazioni di volontariato sociale della Reno Galliera rappresenta un modello che potrà essere ripreso anche da altre realtà. Rispetto le novità introdotte dal codice del Terzo Settore, noi siamo a disposizione per accompagnare le Associazioni verso un cambiamento che porterà più chiarezza sui compiti, la mission e la rendicontazione di tutte le realtà che si occupano di volontariato"

Nuovo Masterplan di sviluppo dell'aeroporto Marconi

E-mail Stampa PDF

Osservazioni e richieste di integrazioni della Città metropolitana

Bologna. Con atto del Sindaco metropolitano, su proposta del consigliere delegato Marco Monesi, è stata approvata la Relazione istruttoria con cui si esprimono le osservazioni e contestuali richieste di integrazione della Città metropolitana al Progetto di "Aggiornamento del Piano di Sviluppo Aeroportuale (Masterplan) 2016-2030 dell'Aeroporto di Bologna", presentato da ENAC al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare.

Il nuovo Masterplan 2016/2030 risulta infatti diverso rispetto al vigente, in particolare per:

- diverse fasi temporali e orizzonte temporale traslato dal 2023, del piano vigente, al 2030;
- aumento dei passeggeri complessivi, visto l'allungamento dell'orizzonte temporale;
- aumento delle quantità di merci movimentate;
- potenziamento dell'aerostazione in sede;
- diversa distribuzione del landside: proposta di nuovi parcheggi sia multipiano che interrati, parcheggio autobus non urbani, stazione di servizio carburanti e lavaggio veicoli, nonché un Hotel da 180 camere;
- diversa collocazione di alcuni interventi, come la caserma dei Vigili del Fuoco, parcheggi e molo partenze;
- riduzione delle aree destinate alla zona Cargo;
- riduzione della superficie territoriale interessata dallo sviluppo dall'aeroporto;
- nessun potenziamento del sistema viabilistico afferente all'aeroporto.

Per una valutazione puntuale e completa degli impatti che la proposta di questo nuovo Masterplan potrebbe generare sul territorio metropolitano, nella Relazione istruttoria predisposta dal Servizio Pianificazione del Territorio, vengono richieste varie integrazioni:

Accordo Territoriale: verificato che il nuovo Masterplan non risulta coerente, sotto diversi aspetti, con l'Accordo Territoriale sottoscritto nel 2008, si chiede di integrare la documentazione con una analisi che confronti quanto indicato dall'Accordo con quanto oggi proposto nel nuovo progetto, al fine di verificarne le incongruenze e individuare le opportune azioni integrative. Tale confronto andrà svolto anche in relazione all'Accordo Territoriale Attuativo D-Air sottoscritto dagli stessi enti nel 2015.

Mobilità e accessibilità aeroportuale: si chiede di implementare lo studio trasportistico con tutte le opere infrastrutturali previste in questo quadrante territoriale, con particolare riferimento all'Intermedia di pianura, e alla viabilità che da quest'ultima condurrà fino all'Aeroporto (vie San Vitalino e Aldina), verificandone la capacità e sostenibilità. Si chiede inoltre di implementare lo studio con un analisi di maggior dettaglio sui flussi presenti e futuri sulla viabilità afferente sia al parcheggio P4 sia all'area Cargo posta a ovest, valutandone la capacità e sostenibilità. Il parcheggio P4 (2.100 posti) non era infatti presente e valutato nel Masteplan 2023, mentre per la zona Cargo, il nuovo Masterplan 2030 prevede un aumento delle merci movimentate e quindi dei mezzi pesanti che raggiungeranno tale area logistica, senza proporre interventi di potenziamento della viabilità interessata.

Analisi degli impatti riferibili agli addetti: si rileva la mancanza nel nuovo Masterplan 2030 dello studio di tale componente, che vede oggi circa 2.500 addetti (5.000 movimenti/g), destinati a crescere in relazione alla crescita dei passeggeri prevista nel nuovo progetto aeroportuale. Si chiede di integrare il Masterplan 2030 con un approfondimento sulle modalità di spostamento degli addetti della zona aeroportuale, anche in attuazione di un impegno sottoscritto con l'AT D-Air., analizzando gli impatti ambientali ad essi attribuibili e le soluzioni/azioni da mettere in campo per fornire un servizio efficace e ridurre gli effetti sull'ambiente.

Fascia boscata: si chiede di dare merito nel nuovo Masterplan 2030 dei contenuti del progetto di fascia boscata, prescritto dalla VIA/2013 e condiviso negli assetti progettuali con l'Accordo D-Air, individuando in particolare le quantità e il diverso tipo di impianti vegetali previsti (bosco e colture energetiche), nonché le tempistiche di attuazione e le risorse ad esso afferenti, riportando anche il percorso ciclabile ricadente al suo interno. Si chiede inoltre di contabilizzare il contributo ambientale di detta fascia all'interno delle valutazioni sulle emissioni in atmosfera.

Parcheggio P4: verificato che viene proposta la sua definitiva acquisizione da parte di aeroporto, si chiede un approfondimento urbanistico sulla possibilità di scorporarlo definitivamente dall'attività autorizzata di cui faceva originariamente parte.

Hotel: a differenza del precedente Masterplan, viene proposta nelle aree di land-side, la realizzazione di un hotel da 180 camere, destinato sia agli operatori di volo sia ai passeggeri. Costatato che questa struttura non sarebbe di esclusivo uso "aeroportuale", in quanto accessibile dall'area parcheggio esterna all'aeroporto, si fa presente che dovrà essere verificato il possibile impatto sul sistema urbano afferente, nonché l'obbligo di cessione degli standard richiesti per detta funzione dalla normativa regionale. Infine visto l'uso non esclusivo da parte degli utenti dell'aeroporto, dovrà essere inoltre condivisa la modalità attuativa specifica con il Ministero e il Comune di Bologna.

Vasca di laminazione (ex cava Olmi): preso atto delle criticità presenti, ovvero risalita della acqua di falda, si chiede di riportare le azioni necessarie per il superamento di detta criticità.

Energia: si chiede di dare merito degli impegni sottoscritti, sull'efficientamento / risparmio energetico delle infrastrutture esistenti, sulle prestazioni carbon free dei nuovi edifici e sulla produzione di energia da fonti rinnovabili, condivisi nell'Accordo D-Air.

Redazione

Collezione Automobili Lamborghini al Premium International Fashion Trade Show di Berlino

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI COLLEZIONECollezione Automobili Lamborghini, la declinazione fashion del marchio produttore delle vetture super sportive, è stata presente al Premium International Fashion Trade Show di Berlino, il primo appuntamento del 2018 in Germania per gli operatori del settore moda. In esposizione la collezione AI 2018-19, appena arrivata dalla presentazione nello show room di Via Tortona 32 durante la Milano Fashion Week.

Redazione

Domani, 27 gennaio, "Giorno della Memoria": gli appuntamenti nei Comuni metropolitani

E-mail Stampa PDF

CAMPO CONCETRAMENTOProseguono le iniziative organizzate nei Comuni metropolitani per celebrare il "Giorno della memoria" che ricorre domani 27 gennaio, anniversario dell'abbattimento dei cancelli del campo di concentramento di Auschwitz nel 1945. Per ricordare una delle più grandi tragedie dell'umanità, i Comuni del territorio metropolitano propongono un ricco programma di eventi. Presentazioni di libri, proiezioni di film, spettacoli teatrali, mostre, incontri con le scuole, per non dimenticare la Shoah. Il programma completo delle iniziative è consultabile sul portale della Città metropolitana.

Fra i tanti eventi in programma ricordiamo: a Bologna la testimonianza di Liliana Segre che incontrerà 900 studenti della scuola secondaria di primo e secondo grado, lo spettacolo itinerante "Se questo è Levi" che farà tappa anche a palazzo Malvezzi. A Calderara di Reno inaugurazione della Casa della Cultura Italo Calvino e la mostra "Michel Kichka – La seconda generazione", in collaborazione con il Museo Ebraico di Bologna, a Camugnano si terrà la manifestazione "Per la memoria del nostro territorio" organizzata dall'Istituto Comprensivo Castiglione-Camugnano-San Benedetto Val di Sambro. A Castel del Rio sono in programma letture a tema, mentre a Castel Maggiore il ricordo è affidato a "Due soldi di cioccolata. Reading teatrale di Rossella Dassu" e a Castel San Pietro Terme gli allievi dell'I.S.S. Scappi propongono la lettura interpretativa "Camelia". A Granarolo dell'Emilia va in scena lo spettacolo teatrale "Mi Ricordo di un Ragazzo" per le classi terze della scuola media. Imola propone l'incontro con gli autori del libro "La Brigata Ebraica 1944-1946" Luciano Caro, Rabbino Capo di Ferrara e Romano Rossi, presidente dell'Associazione Nazionale Reduci della Friuli, a Marzabotto è prevista la lettura-spettacolo "La Tregua" a cura di Amalia Cosi, Roberta Graziani e Donatella Vanghi, liberamente tratta dal libro di Primo Levi, a Medicina invece è possibile visitare la mostra documentaria "Frammenti di memoria della deportazione". Ancora teatro a Molinella con lo spettacolo di Simone Cristicchi "Li Romani in Russia", a Monte San Pietro la mostra "Punti di luce. Essere una donna nella Shoah", mentre a Ozzano Emilia l'ANED ha organizzato una mostra sui campi di sterminio nazisti. A Pianoro proiezione del film "Race - Il colore della vittoria" storia di Jesse Owens, Pieve di Cento organizza un incontro dedicato ad Arpad Weisz, a San Giovanni in Persiceto "Pezzi di memoria. Un mosaico da ricostruire", incontro sul sostegno che i cittadini persicetani diedero il 25 settembre 1943 a un gruppo di deportati. A San Lazzaro di Savena va in scena lo spettacolo "Cadono lacrime dalle nuvole", che fa parte del progetto IntegrAzione: sul palcoscenico ragazzi normodotati si integrano ai ragazzi con la sindrome di Down. A Sant'Agata Bolognese il concerto "In viaggio attraverso i porti del mondo", Sasso Marconi dedica tutte le iniziative alle scuole, a Valsamoggia va in scena l'opera di Peter Weiss "L'istruttoria - frammenti", che parte dagli atti del processo di Francoforte del 1965 contro SS e funzionari di Auschwitz. A Vergato è prevista la proiezione del film "La signora dello zoo di Varsavia", infine Zola Predosa propone lo spettacolo "Memorie Ritrovate".

Redazione

Mobilità sostenibile: Il sondaggio aperto fino a domenica 28 gennaio

E-mail Stampa PDF

Ultimi giorni per partecipare all'indagine online sugli obiettivi prioritari del PUMS di Bologna metropolitana

Fino a domenica prossima, 28 gennaio, è possibile partecipare al sondaggio sugli obiettivi prioritari che il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) dovrà affrontare. Sono già 3.500 i cittadini che in un mese, dal 22 dicembre al 22 gennaio, hanno espresso la propria opinione rispondendo alle domande dell'indagine.

I risultati saranno oggetto di discussione dei prossimi Tavoli di confronto con gli stakeholder già in calendario a fine mese. Il sondaggio è infatti uno degli strumenti previsti dal percorso di partecipazione per la redazione del PUMS, avviato il 21 novembre con l'istituzione del Forum per la Mobilità e proseguito in dicembre con il coinvolgimento di oltre 150 portatori di interesse ai Tavoli di confronto.

La partecipazione entrerà concretamente poi sulle scelte che dovrà affrontare il Piano. Tra i 3.500 partecipanti, la maggior parte è uomo (53%), le fasce d'età che stanno votando di più sono quelle tra i 35 e 49 anni (37%) seguite dai 50-64 anni (30%) e dalla fascia 25-34 (16%) mentre sono attorno al 9% gli under 24 e gli over 64. Per quel che riguarda la distribuzione geografica è abbastanza omogenea sul territorio: il 55,5% vota da Bologna città, il 41,3% dalla città metropolitana mentre il 3,2% non risiede sul territorio.

Al sondaggio si può accedere dal sito dedicato al Pums, e da quelli di Città metropolitana, Comune capoluogo, Comuni e Unioni del territorio metropolitano.

Cos'è il PUMS
Il piano strategico che dovrà prendere le scelte decisive per la mobilità del territorio metropolitano e conterrà il PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) di Bologna, il PULS (Piano Urbano della Logistica Sostenibile) e il Biciplan.

Redazione

Collezione Automobili Lamborghini alla Milano Fashion Week 2018

E-mail Stampa PDF

LAMBORGHINI Fashion Week 2018Automobili Lamborghini presenta la sua Collezione autunno-inverno 2018-19 in occasione della Milano Fashion Week. Il lancio della nuova collezione si è svolto durante un cocktail di presentazione presso gli spazi espositivi di Via Tortona, cornice d'obbligo per la settimana della Moda milanese.

Gli ospiti, i media del settore moda, luxury e lifestyle hanno potuto ammirare la nuova collezione all'interno degli allestimenti Authentic Living in collaborazione con Riva 1920, mentre all'esterno hanno potuto vedere in anteprima il super SUV Urus e le supersportive Lamborghini Countach 25° Anniversario, Aventador S e Huracán Performante.

La Collezione Automobili Lamborghini autunno inverno 2018-19 si presenta con capi che vengono definiti Tailor Tech, articoli la cui cura sartoriale e manifattura conferiscono prestazioni elevate per una funzionalità 24/7, grazie alle tecnologie innovative e all'approccio visionario comune alle supersportive più desiderate al mondo.

La collezione è sviluppata in tre linee – Informal Luxury, Casual e Pilota Ufficiale – e si completa con le Special Editions, le nuove co-branded special edition dedicate al Super SUV Urus, in collaborazione con Enzo Bonafè, Hettabretz e Tecknomonster: un total look unico dedicato ad ogni occasione, dal business travel al weekend.

Il focus è un'antologia sui singoli items che insieme compongono il guardaroba maschile delI'uomo Lamborghini: il parka, l'event parka, la supercar jacket, il wool-tech blazer, la wool jacket, la field jacket, la soft shell jacket, le techno sweatshirts e i guanti touch screen in pelle.

Tra le novità presentate nella nuova Collezione anche la partnership con Swiss Prestige Cosmetics, che condivide con Automobili Lamborghini gli stessi canoni di ricerca ed eccellenza del prodotto e che si traduce nella linea maschile di cosmetici Men's Code.

Confermate anche le prestigiose partnership con Intertrade Group per la realizzazione delle Fragranze L e con Mizuno per le calzature running.

Redazione

 

Borse di studio per studenti in condizioni economiche disagiate

E-mail Stampa PDF

Le domande vanno presentate (solo on line) entro il 28 febbraio, lo scorso anno assegnate 1300 borse da 294 o 367 euro

Bologna. Per contrastare l'abbandono e la dispersione scolastica la Città metropolitana ha emanato il bando per la concessione di borse di studio per l'anno 2017/2018 destinate agli studenti e alle studentesse delle scuole secondarie di secondo grado e degli enti di formazione professionale accreditati per l'obbligo di istruzione che operano nel sistema regionale Istruzione e formazione professionale (IeFP).

Le borse di studio sono rivolte ad alunni meritevoli e/o a rischio di abbandono del percorso formativo, in condizioni economiche disagiate. L'obiettivo del contributo, che quest'anno è finanziato oltre che dalle risorse regionali riferite alla L.R.26/2001 anche da quelle ministeriali ex D.Lgs 63/2017, è quello di rendere effettivo il diritto allo studio e all'istruzione.

Per ottenere la borsa di studio la Situazione Economica Equivalente (ISEE) calcolata secondo la vigente normativa non potrà essere superiore a 10.632,94 euro.
Con questa tipologia di intervento lo scorso anno scolastico sono state erogate più di 1300 borse di studio con importi unitari base di 294 euro, maggiorati a 367,50 euro per merito.

Possono presentare la domanda gli studenti e le studentesse residenti nel territorio metropolitano frequentanti le scuole secondarie di secondo grado del sistema nazionale d'istruzione e il secondo anno dell'Istruzione e Formazione Professionale.

La presentazione delle domande potrà avvenire unicamente on line utilizzando un apposito applicativo all'indirizzo https://scuola.er-go.it/. Sarà possibile ricevere assistenza gratuita alla compilazione presso alcuni CAF convenzionati.

Il Bando è disponibile presso la segreteria della scuola o dell'ente di formazione frequentati e presso gli URP della Città metropolitana di Bologna (in via Benedetto XIV, 3a) e comunali.

Inoltre è pubblicato on line sull'Albo pretorio (selezionando la voce Bandi, Atti e avvisi diversi) e sul sito dell'URP della Città metropolitana di Bologna.

Redazione

Mobilità sostenibile, già 1500 i cittadini che hanno partecipato al sondaggio

E-mail Stampa PDF

Fino al 28 gennaio si possono votare gli obiettivi prioritari del PUMS di Bologna metropolitana

Sono già 1500 i cittadini metropolitani che durante le festività natalizie hanno partecipato al sondaggio online votando gli obiettivi prioritari che il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) dovrà affrontare.

Il sondaggio è stato pubblicato il 22 dicembre scorso e per tutte le persone che vivono nel territorio metropolitano sarà possibile votare fino al 28 gennaio. Tra i 1500 cittadini che hanno espresso il loro voto tra il 22 dicembre e il 9 gennaio la maggior parte è uomo (57,2%), le fasce d'età che stanno votando di più sono quelle tra i 35 e 49 anni (37,5%) seguite dai 50-64 anni (31,1%) e dalla fascia 25-34 (15,5%) mentre sono attorno all'8% gli under 24 e gli over 64. Per quel che riguarda la distribuzione geografica è abbastanza omogenea sul territorio: il 52% vota da Bologna città, il 44,9% dalla città metropolitana mentre il 2,9% non risiede sul territorio. I risultati del sondaggio saranno oggetto di discussione dei prossimi Tavoli di confronto con gli stakeholder previsti per la fine di gennaio. Il sondaggio è infatti uno degli strumenti previsti dal percorso di partecipazione per la redazione del PUMS, avviato il 21 novembre con l'istituzione del Forum per la Mobilità e proseguito in dicembre con il coinvolgimento di oltre 150 portatori di interesse ai Tavoli di confronto. La partecipazione entrerà concretamente poi sulle scelte che dovrà affrontare il Piano.

Al sondaggio si può accedere dal sito dedicato al Pums: http://pumsbologna.it, e da quelli di Città metropolitana, Comune capoluogo, Comuni e Unioni del territorio metropolitano.

"L'interesse attorno ai temi della mobilità sostenibile - affermano l'assessore alle politiche per la Mobilità del Comune di Bologna Irene Priolo e il Consigliere delegato della Città metropolitana a Infrastrutture, Mobilità, Viabilità e Trasporti, Marco Monesi – sta crescendo e i primi risultati di questa indagine online ce lo confermano. Invitiamo i cittadini residenti e tutti coloro che si muovono nell'area metropolitana a votare per scegliere gli obiettivi prioritari del Pums."

Cos'è il PUMS

Il piano strategico che dovrà prendere le scelte decisive per la mobilità del territorio metropolitano e conterrà il PGTU (Piano Generale del Traffico Urbano) di Bologna, il PULS (Piano Urbano della Logistica Sostenibile) e il Biciplan.

Redazione

Pagina 6 di 74